fbpx
GORGO

All of a sudden: La mostra di Nelio da Galerie 42b

La velocità è un vettore dell’astrazione, un potente siero della verità. Offusca la vista, destabilizza il pensiero. Distrugge la nostra capacità di prendere decisioni misurate e ponderate per risvegliare lo slancio nascosto, l’intuizione. Parte da questa idea e premessa All of a sudden, ultima mostra di Nelio da poco aperta presso la Galerie 42b di Parigi.

Negli ultimi mesi l’artista francese ha scelto di rompere con la logica costruttivista che ha interessato la sua produzione fino ad ora orientando la propria ricerca verso un approccio maggiormente intuitivo e spontaneo. Il risultato è un impeto capace non solo di dare continuità al suo lavoro ma soprattutto di cambiarne drasticamente e profondamente l’aspetto.
Per arrivare a ciò Nelio ha adottato un ritmo frenetico di creazione. Lavorando su più dipinti contemporaneamente, passando senza transizione da uno all’altro, utilizzando la velocità come strumento al servizio dell’istinto per contrastare qualsiasi tentativo di premeditazione.

Le opere in mostra rivelano quindi un esito imprevedibile dove l’artista ha lottato contro e per superare se stesso. In questo modo le linee e le forme risultano meno rigide e statiche, le composizioni acquistano una nuova energia, vibrano e saturano lo spazio. È l’inconscio al potere, espressionismo puro.
Nelio si muove tra composizioni impetuose, grezze, nebbiose e minimaliste, gioca con la sovrapposizione e con la saturazione dei colori, lasciando intravedere sia le tracce di raschiature sia quelle degli impasti cromatici utilizzati.
Le visoni astratte dell’artista richiamano paesaggi che corrono dalla finestra di un treno e si trasformano in una successione di linee instabili, forme e colori casuali e sfocati. Quegli stessi paesaggi precipitosi in cui la nostra mente ama perdersi.

Galerie 42b
1 rue Notre dame de Nazareth
75003 Paris

All of a sudden: La mostra di Nelio da Galerie 42b

La velocità è un vettore dell’astrazione, un potente siero della verità. Offusca la vista, destabilizza il pensiero. Distrugge la nostra capacità di prendere decisioni misurate e ponderate per risvegliare lo slancio nascosto, l’intuizione. Parte da questa idea e premessa All of a sudden, ultima mostra di Nelio da poco aperta presso la Galerie 42b di Parigi.

Negli ultimi mesi l’artista francese ha scelto di rompere con la logica costruttivista che ha interessato la sua produzione fino ad ora orientando la propria ricerca verso un approccio maggiormente intuitivo e spontaneo. Il risultato è un impeto capace non solo di dare continuità al suo lavoro ma soprattutto di cambiarne drasticamente e profondamente l’aspetto.
Per arrivare a ciò Nelio ha adottato un ritmo frenetico di creazione. Lavorando su più dipinti contemporaneamente, passando senza transizione da uno all’altro, utilizzando la velocità come strumento al servizio dell’istinto per contrastare qualsiasi tentativo di premeditazione.

Le opere in mostra rivelano quindi un esito imprevedibile dove l’artista ha lottato contro e per superare se stesso. In questo modo le linee e le forme risultano meno rigide e statiche, le composizioni acquistano una nuova energia, vibrano e saturano lo spazio. È l’inconscio al potere, espressionismo puro.
Nelio si muove tra composizioni impetuose, grezze, nebbiose e minimaliste, gioca con la sovrapposizione e con la saturazione dei colori, lasciando intravedere sia le tracce di raschiature sia quelle degli impasti cromatici utilizzati.
Le visoni astratte dell’artista richiamano paesaggi che corrono dalla finestra di un treno e si trasformano in una successione di linee instabili, forme e colori casuali e sfocati. Quegli stessi paesaggi precipitosi in cui la nostra mente ama perdersi.

Galerie 42b
1 rue Notre dame de Nazareth
75003 Paris