fbpx
GORGO

Morik – New Mural in Saint Petersburg, Russia

Con piacere torniamo ad approfondire il lavoro di Morik, l’interprete russo nelle scorse settimane si trovava a San Pietroburgo dove ha avuto modo di realizzare questa nuova pittura in occasione dell’esibizione collettiva “Remember Tomorrow”.
È l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro dell’interprete grazie ad una nuova pittura capace di ereditarne al meglio tutto il particolare approccio stilistico nonché l’estetica pittorica. Nel confrontarci con le produzioni di Morik ci siamo trovati di fronte a due differenti canali espressivi, figurativo ed astratto si miscelano qui un’unica, esplosiva pittura.
Troviamo anzitutto la volontà dell’autore Russo di porre in essere una personale raffigurazione dell’essere umano, un impeto questo con il quale l’artista sceglie di confrontarsi attraverso due percorsi distinti. Il colore diviene ideale stimolo per esercitare le due distinte, e per certi versi opposte correnti. Sono infatti le differenti alterazioni tonali a scandire la particolare matassa che dà forma e sostanza alle opere dell’interprete. I corpi vengono rappresentati per mezzo di una personale stilistica, una sintesi grafica quasi illustrata. Di contro, a muoversi come un sottile velo posto sopra al livello principale, un trama astratta che letteralmente va ad irretire l’intera immagine. Tra i volti, i corpi e gli altri elementi figurati, emergono giochi e figure prospettiche, cambi tonali che si intrecciano con la forma e l’aspetto delle figure rappresentate. Si tratta di un grande percorso astratto in cui forme e figure differenti, tra giochi di luce ed ombra, arricchiscono la trama dell’immagine finale. Una suddivisione a caselle che trapassa la percezione dello spazio, giocando sulla dimensionalità, dando vita ad un percorso a livelli, ad un forte senso di movimento che accompagna tutta l’opera.
Dal titolo “Same or Better” quest’ultima fatica di Morik si estende su tutta la lunghezza di questa piccola parete e vede l’autore confrontarsi con una personale idea di futuro. L’artista riflette su quello che sarà partendo da elementi astratti, forme e figure criptiche, mash-up, arrivando infine ad intrecciare paesaggi e costruzioni architettoniche, tra istanti più pittorici e momenti maggiormente figurati. Intenso.
Ad accompagnare il nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli e le fasi di realizzazione del pezzo, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui su Gorgo, presto infatti nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’artista.

Thanks to The Artist for The Pics

Morik – New Mural in Saint Petersburg, Russia

Con piacere torniamo ad approfondire il lavoro di Morik, l’interprete russo nelle scorse settimane si trovava a San Pietroburgo dove ha avuto modo di realizzare questa nuova pittura in occasione dell’esibizione collettiva “Remember Tomorrow”.
È l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro dell’interprete grazie ad una nuova pittura capace di ereditarne al meglio tutto il particolare approccio stilistico nonché l’estetica pittorica. Nel confrontarci con le produzioni di Morik ci siamo trovati di fronte a due differenti canali espressivi, figurativo ed astratto si miscelano qui un’unica, esplosiva pittura.
Troviamo anzitutto la volontà dell’autore Russo di porre in essere una personale raffigurazione dell’essere umano, un impeto questo con il quale l’artista sceglie di confrontarsi attraverso due percorsi distinti. Il colore diviene ideale stimolo per esercitare le due distinte, e per certi versi opposte correnti. Sono infatti le differenti alterazioni tonali a scandire la particolare matassa che dà forma e sostanza alle opere dell’interprete. I corpi vengono rappresentati per mezzo di una personale stilistica, una sintesi grafica quasi illustrata. Di contro, a muoversi come un sottile velo posto sopra al livello principale, un trama astratta che letteralmente va ad irretire l’intera immagine. Tra i volti, i corpi e gli altri elementi figurati, emergono giochi e figure prospettiche, cambi tonali che si intrecciano con la forma e l’aspetto delle figure rappresentate. Si tratta di un grande percorso astratto in cui forme e figure differenti, tra giochi di luce ed ombra, arricchiscono la trama dell’immagine finale. Una suddivisione a caselle che trapassa la percezione dello spazio, giocando sulla dimensionalità, dando vita ad un percorso a livelli, ad un forte senso di movimento che accompagna tutta l’opera.
Dal titolo “Same or Better” quest’ultima fatica di Morik si estende su tutta la lunghezza di questa piccola parete e vede l’autore confrontarsi con una personale idea di futuro. L’artista riflette su quello che sarà partendo da elementi astratti, forme e figure criptiche, mash-up, arrivando infine ad intrecciare paesaggi e costruzioni architettoniche, tra istanti più pittorici e momenti maggiormente figurati. Intenso.
Ad accompagnare il nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli e le fasi di realizzazione del pezzo, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui su Gorgo, presto infatti nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’artista.

Thanks to The Artist for The Pics