fbpx
GORGO

Mobstr – New Billboard in London

A distanza di parecchio tempo torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di Mobstr, l’interprete torna in strada proponendo uno dei suoi iconici interventi all’interno dello spazio di questo grande cartellone pubblicitario a Londra.
Come abbiamo avuto modo di vedere diverse volte l’approccio stilistico di Mobstr è legato ad una personale realizzazione su muro, nonchè su qualsiasi altro tipo di arredo o struttura urbana, di una serie di scritte divertenti ed irriverenti. Lavorando spesso sui cartelloni pubblicitari, l’interprete sviluppa le proprie opere attraverso una precisa e personale interazione con lo spazio urbano. Piuttosto che attraverso immagini o pitture, l’autore sceglie di confrontarsi con lettere, parole e frasi che divengono il suo principale ed unico volano espressivo. Attraverso queste l’artista porta avanti un opera riflessiva in grado di raccogliere e mettere in evidenza tutta le divergente, le contraddizioni, i malesseri e le brutture della società moderna, andando in particolare a soffermarsi sulle differenti sfaccettature sociali. Nello spazio urbano irrompono quindi frasi ridondandoti, giochi di parole, domande, capaci di lasciare lo spettatore basito ed incuriosito. L’impressione è quella che l’interprete si ponga in una sorta di livello superiore d’osservazione. In questo senso l’utilizzo di uno strumento così potente come il cartellone pubblicitario, non è affatto casuale, l’autore ribalta infatti completamente il senso dello stesso proiettando al suo interno affilate riflessioni in grado di ribaltare la percezione della società moderna.
Sono interventi riflessivi quindi, coadiuvati da umorismo, privi di censura o qualsiasi tipo di filtro, il senso del lavoro dell’interprete pone domande e fa largo a dubbi, proponendoci, attraverso una continua estensione di parole o frasi, di osservare la realtà, la società, la nostra quotidianità, attraverso un occhio diverso, pone dubbi, schernisce il mondo pubblicitario e quello consumistico facendoci appunto sorridere ma anche e soprattutto riflettere su noi stessi e su come affrontiamo la nostra vita dal punto di vista emotivo a quello semplicemente pratico.
Quest’ultimo intervento è quindi l’occasione per tornare ad approfondire uno dei comparti produttivi certamente più controversi, attraverso un nuovo lavoro che eredita tutti gli elementi tipici dell’immaginario dell’artista. Il titolo scelto è “Aggressive Advertising” e, come facilmente intuibile, Mobstr inserisce all’interno dello spazio una serie di frasi di sfida verso i passanti, geniale.
In attesa di nuovi aggiornamenti, in calce al nostro testo potete trovare alcune immagini con i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e se siete tra gli appassionati del lavoro dell’autore, è da poco disponibile “How Rude” stampa serigrafica acquistabile sullo store di Nelly Duff.

Pics by The Artist

Mobstr – New Billboard in London

A distanza di parecchio tempo torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di Mobstr, l’interprete torna in strada proponendo uno dei suoi iconici interventi all’interno dello spazio di questo grande cartellone pubblicitario a Londra.
Come abbiamo avuto modo di vedere diverse volte l’approccio stilistico di Mobstr è legato ad una personale realizzazione su muro, nonchè su qualsiasi altro tipo di arredo o struttura urbana, di una serie di scritte divertenti ed irriverenti. Lavorando spesso sui cartelloni pubblicitari, l’interprete sviluppa le proprie opere attraverso una precisa e personale interazione con lo spazio urbano. Piuttosto che attraverso immagini o pitture, l’autore sceglie di confrontarsi con lettere, parole e frasi che divengono il suo principale ed unico volano espressivo. Attraverso queste l’artista porta avanti un opera riflessiva in grado di raccogliere e mettere in evidenza tutta le divergente, le contraddizioni, i malesseri e le brutture della società moderna, andando in particolare a soffermarsi sulle differenti sfaccettature sociali. Nello spazio urbano irrompono quindi frasi ridondandoti, giochi di parole, domande, capaci di lasciare lo spettatore basito ed incuriosito. L’impressione è quella che l’interprete si ponga in una sorta di livello superiore d’osservazione. In questo senso l’utilizzo di uno strumento così potente come il cartellone pubblicitario, non è affatto casuale, l’autore ribalta infatti completamente il senso dello stesso proiettando al suo interno affilate riflessioni in grado di ribaltare la percezione della società moderna.
Sono interventi riflessivi quindi, coadiuvati da umorismo, privi di censura o qualsiasi tipo di filtro, il senso del lavoro dell’interprete pone domande e fa largo a dubbi, proponendoci, attraverso una continua estensione di parole o frasi, di osservare la realtà, la società, la nostra quotidianità, attraverso un occhio diverso, pone dubbi, schernisce il mondo pubblicitario e quello consumistico facendoci appunto sorridere ma anche e soprattutto riflettere su noi stessi e su come affrontiamo la nostra vita dal punto di vista emotivo a quello semplicemente pratico.
Quest’ultimo intervento è quindi l’occasione per tornare ad approfondire uno dei comparti produttivi certamente più controversi, attraverso un nuovo lavoro che eredita tutti gli elementi tipici dell’immaginario dell’artista. Il titolo scelto è “Aggressive Advertising” e, come facilmente intuibile, Mobstr inserisce all’interno dello spazio una serie di frasi di sfida verso i passanti, geniale.
In attesa di nuovi aggiornamenti, in calce al nostro testo potete trovare alcune immagini con i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e se siete tra gli appassionati del lavoro dell’autore, è da poco disponibile “How Rude” stampa serigrafica acquistabile sullo store di Nelly Duff.

Pics by The Artist