fbpx
GORGO

M-City “Beautiful Crash” at Galleria Varsi (Recap)

Aperta lo scorso 18 di Settembre andiamo con piacere a dare un occhiata a “Beautiful Crash” ultima fatica e nuovo solo show del grande M-City aperto all’interno degli spazi della Galleria Varsi di Roma.
Probabilmente uno degli artisti che si è maggiormente impegnato in un cambio di rotta deciso e coinvolgente che però non ne ha assolutamente intaccato il valore e le basi tematiche così come quelle lavorative. M-City prosegue nel portare avanti la propria peculiare visione per mezzo di una tecnica stencil dedita al dettaglio ed attraverso la quale l’artista sviluppa ed approfondisce la propria riflessione sulla città e sulle architetture urbane. Al centro delle produzioni dell’interprete risiede infatti la volontà dello stesso di tracciare architetture e paesaggi urbani per mezzo di un approccio visivo che si muove verso una corrente artistica tipicamente astratta e geometrica, le forme prendono vita per mezzo di intensi binomi cromatici, un colore contrapposto al nero, si fanno squadrate, appuntite e lineari andando a tracciare la fisionomia di oggetti così come di case, palazzi ed altre architetture tipicamente cittadine. Il livello di dettaglio che l’artista va ad inserire all’interno delle trame proposte è incredibilmente elevato e restituisce una profondità forte e coinvolgente. Se queste rappresentano le basi tematiche e visive del lavoro del grande artista, negli ultimi mesi voi come noi avrete sicuramente notato l’impegno dello stesso nel cercare soluzioni alternative che potessero arricchire una trama già di per suo bella carica e coinvolgente. L’interprete è andato quindi mano a mano a scombinare il proprio impianto, avvolgendo si le superfici di lavoro attraverso differenti impulsi cromatici ma sopratutto per mezzo di effetti e soluzioni visive alternative, abbiamo così accolto giochi di profondità ma sopratutto disturbi e movimenti nella trama realizzata che è andata di volta in volta ad accartocciassi, a ristringersi ed ad ampliarsi, sconvolgendo quindi la statica linearità ed arricchendo l’impianto finale di una spiccata sensibilità motoria.
Proprio lo show raccoglie gli ultimi impulsi dell’interprete con alcune tele che richiamano parte degli ultimi interventi realizzati su muro, allo stesso tempo l’esibizione mette l’accento sul forte tendenza al movimento che sta attraversando le produzioni dell’interprete nonché alla sua principale tematica. La città, con i suoi oggetti e soggetti diviene principale impulso delle visione dell’artista che sceglie di rielaborarne la forma per mezzo di una impostazione visiva in grado di generare moduli, figure e forme precise e dirette, esattamente come il messaggio critico rivolto proprio verso la città e le sue differenti declinazioni.
In calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con le immagini dell’allestimento proposto dal grande artista, dateci un occhiata e se vi trovate in zona vi ricordiamo che sarà possibile vedere di persona lo show fino al prossimo 19 di Ottobre, noi ve l’abbiamo detto!

Galleria Varsi
Via di San Salvatore in Campo 51
00186 Roma

Pics via Sosm

M-City “Beautiful Crash” at Galleria Varsi (Recap)

Aperta lo scorso 18 di Settembre andiamo con piacere a dare un occhiata a “Beautiful Crash” ultima fatica e nuovo solo show del grande M-City aperto all’interno degli spazi della Galleria Varsi di Roma.
Probabilmente uno degli artisti che si è maggiormente impegnato in un cambio di rotta deciso e coinvolgente che però non ne ha assolutamente intaccato il valore e le basi tematiche così come quelle lavorative. M-City prosegue nel portare avanti la propria peculiare visione per mezzo di una tecnica stencil dedita al dettaglio ed attraverso la quale l’artista sviluppa ed approfondisce la propria riflessione sulla città e sulle architetture urbane. Al centro delle produzioni dell’interprete risiede infatti la volontà dello stesso di tracciare architetture e paesaggi urbani per mezzo di un approccio visivo che si muove verso una corrente artistica tipicamente astratta e geometrica, le forme prendono vita per mezzo di intensi binomi cromatici, un colore contrapposto al nero, si fanno squadrate, appuntite e lineari andando a tracciare la fisionomia di oggetti così come di case, palazzi ed altre architetture tipicamente cittadine. Il livello di dettaglio che l’artista va ad inserire all’interno delle trame proposte è incredibilmente elevato e restituisce una profondità forte e coinvolgente. Se queste rappresentano le basi tematiche e visive del lavoro del grande artista, negli ultimi mesi voi come noi avrete sicuramente notato l’impegno dello stesso nel cercare soluzioni alternative che potessero arricchire una trama già di per suo bella carica e coinvolgente. L’interprete è andato quindi mano a mano a scombinare il proprio impianto, avvolgendo si le superfici di lavoro attraverso differenti impulsi cromatici ma sopratutto per mezzo di effetti e soluzioni visive alternative, abbiamo così accolto giochi di profondità ma sopratutto disturbi e movimenti nella trama realizzata che è andata di volta in volta ad accartocciassi, a ristringersi ed ad ampliarsi, sconvolgendo quindi la statica linearità ed arricchendo l’impianto finale di una spiccata sensibilità motoria.
Proprio lo show raccoglie gli ultimi impulsi dell’interprete con alcune tele che richiamano parte degli ultimi interventi realizzati su muro, allo stesso tempo l’esibizione mette l’accento sul forte tendenza al movimento che sta attraversando le produzioni dell’interprete nonché alla sua principale tematica. La città, con i suoi oggetti e soggetti diviene principale impulso delle visione dell’artista che sceglie di rielaborarne la forma per mezzo di una impostazione visiva in grado di generare moduli, figure e forme precise e dirette, esattamente come il messaggio critico rivolto proprio verso la città e le sue differenti declinazioni.
In calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con le immagini dell’allestimento proposto dal grande artista, dateci un occhiata e se vi trovate in zona vi ricordiamo che sarà possibile vedere di persona lo show fino al prossimo 19 di Ottobre, noi ve l’abbiamo detto!

Galleria Varsi
Via di San Salvatore in Campo 51
00186 Roma

Pics via Sosm