fbpx
GORGO

Ludo – “Power, Corruption And Lies” New Mural in Paris

Con un ultima doppio intervento si chiude un anno piuttosto intenso per Ludo, il grande artista francese prosegue il personale percorso visivo regalandoci l’ennesimo spunto di riflessione impegnandosi su due cartelloni pubblicitari adiacenti nella sua Parigi in Francia.
Abbiamo spesso posto l’accento sulla particolare e caratteristica visione di Ludo, l’interprete sviluppa il proprio operato attraverso una fitta miscela di immagini, simboli ed elementi contrastanti uniti da una comune visione cromatica che si poggia esclusivamente sul bianco e nero e sull’utilizzo del canonico verde acido, quest’ultimo utilizzato proprio per porre l’accento sugli elementi di maggior tensione ed interesse nei suoi lavori. La capacità di unire figure apparentemente così lontane, da vita ad elementi nuovi, fantastici in cui si sente tutto il peso della denuncia da parte dell’artista, nell’intenzioni di Ludo c’è infatti l’esigenza di porre a rapporto emisferi contrastanti in un susseguissi di rapporti improbabili in cui si scontrano elementi naturali, come la natura, i fiori o frutti, con armi e tecnologie. Emerge così un profonda critica verso l’uomo, verso le sue macchine e le sue invenzioni, in particolare verso la guerra, attraverso immagini contrastanti quasi stridule accompagnate da un binomio cromatico dove l’acidità del verde viene sfruttata per mettere a risalto gli elementi più contraddittori degli interventi.
Dal titolo “Power, Corruption and Lies”, questo il nome del lavoro, Ludo sviluppa l’opera su due differenti facciate portando in dote tutti gli elementi tipici del suo lavoro, da una parte vediamo la scritta che occupa il cartellone destro, nero su bianco ed una breve gettata di vernice verde, su quella sinistra invece l’intervento vero e proprio dove vediamo un bouquet di rose intervallato da alcuni teschi e dalle consuete spruzzate di verde.
Vi lasciamo ai dettagli di quest’ultimo intervento, dateci un occhiata per apprezzare al meglio ancora una volta tutta la profondità di uno degli artisti più di spessore del panorama internazionale, ma restate sintonizzati presto nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Pics by The Artist

Ludo – “Power, Corruption And Lies” New Mural in Paris

Con un ultima doppio intervento si chiude un anno piuttosto intenso per Ludo, il grande artista francese prosegue il personale percorso visivo regalandoci l’ennesimo spunto di riflessione impegnandosi su due cartelloni pubblicitari adiacenti nella sua Parigi in Francia.
Abbiamo spesso posto l’accento sulla particolare e caratteristica visione di Ludo, l’interprete sviluppa il proprio operato attraverso una fitta miscela di immagini, simboli ed elementi contrastanti uniti da una comune visione cromatica che si poggia esclusivamente sul bianco e nero e sull’utilizzo del canonico verde acido, quest’ultimo utilizzato proprio per porre l’accento sugli elementi di maggior tensione ed interesse nei suoi lavori. La capacità di unire figure apparentemente così lontane, da vita ad elementi nuovi, fantastici in cui si sente tutto il peso della denuncia da parte dell’artista, nell’intenzioni di Ludo c’è infatti l’esigenza di porre a rapporto emisferi contrastanti in un susseguissi di rapporti improbabili in cui si scontrano elementi naturali, come la natura, i fiori o frutti, con armi e tecnologie. Emerge così un profonda critica verso l’uomo, verso le sue macchine e le sue invenzioni, in particolare verso la guerra, attraverso immagini contrastanti quasi stridule accompagnate da un binomio cromatico dove l’acidità del verde viene sfruttata per mettere a risalto gli elementi più contraddittori degli interventi.
Dal titolo “Power, Corruption and Lies”, questo il nome del lavoro, Ludo sviluppa l’opera su due differenti facciate portando in dote tutti gli elementi tipici del suo lavoro, da una parte vediamo la scritta che occupa il cartellone destro, nero su bianco ed una breve gettata di vernice verde, su quella sinistra invece l’intervento vero e proprio dove vediamo un bouquet di rose intervallato da alcuni teschi e dalle consuete spruzzate di verde.
Vi lasciamo ai dettagli di quest’ultimo intervento, dateci un occhiata per apprezzare al meglio ancora una volta tutta la profondità di uno degli artisti più di spessore del panorama internazionale, ma restate sintonizzati presto nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Pics by The Artist