GORGO

Luca Zamoc – New Mural in Messina

Anche Luca Zamoc è coinvolto nel bel DistrArt Project di Messina, l’artista italiano ha da poco terminato di realizzare questa nuova pittura sull parete esterna degli ex magazzini generali, ispirandosi al mito di Giasone.

Dopo SeaCreative (Covered) è un altro dei nomi caldi della scena Italiana a lavorare nelle vicinanze del porto cittadino. Luca Zamoc, come sempre particolarmente sensibile alle storie ed al folklore del posto, sceglie di ispirarsi al racconto di ‘Giasone ed il Dragone’. L’artista riprende il mito degli Argonauti che, durante il loro viaggio verso la Colchide, passarono proprio per lo stretto di Messina. Nell’idea dell’artista lo scontro con la creatura avviene qui, come se la nave Argo fosse ormeggiata e pronta a salpare per proseguire il viaggio.

È interessante sottolineare la duplice lettura dell’opera. Da una parte il mito, con un chiaro omaggio all’opera di Apollonio Rodio. Al tempo stesso la figura di Giasone, l’anti-eroe aiutato dall’intervento divino, diviene analogia dell’umanità che, nel momento di affrontare sfide difficili, con la propria determinazione può raggiungere l’obiettivo. Infine l’intera opera è stata dipinta utilizzando i colori della città, uno stimolo per affrontare al meglio il futuro.

Thanks to The Artist for The Pics

Luca Zamoc – New Mural in Messina

Anche Luca Zamoc è coinvolto nel bel DistrArt Project di Messina, l’artista italiano ha da poco terminato di realizzare questa nuova pittura sull parete esterna degli ex magazzini generali, ispirandosi al mito di Giasone.

Dopo SeaCreative (Covered) è un altro dei nomi caldi della scena Italiana a lavorare nelle vicinanze del porto cittadino. Luca Zamoc, come sempre particolarmente sensibile alle storie ed al folklore del posto, sceglie di ispirarsi al racconto di ‘Giasone ed il Dragone’. L’artista riprende il mito degli Argonauti che, durante il loro viaggio verso la Colchide, passarono proprio per lo stretto di Messina. Nell’idea dell’artista lo scontro con la creatura avviene qui, come se la nave Argo fosse ormeggiata e pronta a salpare per proseguire il viaggio.

È interessante sottolineare la duplice lettura dell’opera. Da una parte il mito, con un chiaro omaggio all’opera di Apollonio Rodio. Al tempo stesso la figura di Giasone, l’anti-eroe aiutato dall’intervento divino, diviene analogia dell’umanità che, nel momento di affrontare sfide difficili, con la propria determinazione può raggiungere l’obiettivo. Infine l’intera opera è stata dipinta utilizzando i colori della città, uno stimolo per affrontare al meglio il futuro.

Thanks to The Artist for The Pics