GORGO

Liqen “Satelite Souleater” for Walk & Talk Festival

Liqen è uno degli artisti partecipanti al festival Walk & Talk, dopo la bellissima installazione di Mark Jenkins in combo con Sandra Fernandez, vi mostro i lavori dello street artist spagnolo.
L’artista spagnolo si divide tra illustrazione e opere su muro, i suoi lavori colpiscono grazie ad uno stile illustrativo ed all’elevato numero di dettagli ma sopratutto per l’abbondanza di soggetti surreali, uomini stilizzati, animali antropomorfi, piccoli mondi che si intersecano con i temi attuali andandoli a colpire nel cuore attraverso un tratto forte e deciso. L’artista predilige ultimamente lavorare esclusivamente in bianco e nero per dare più risalto alle sue murate.

Satellite Souleater, an imaginative idea of material degradation, introduced in the current and future mechanisms and dynamics of evolution.

Per il Festival delle Azzorre propone “Satelite Souleater”, dipinto su un edificio che sembra appartenere ad uno stabilimento di produzione, il titolo si riferisce chiaramente al soggetto, un satellite dal volto umano.

Liqen “Satelite Souleater” for Walk & Talk Festival

Liqen è uno degli artisti partecipanti al festival Walk & Talk, dopo la bellissima installazione di Mark Jenkins in combo con Sandra Fernandez, vi mostro i lavori dello street artist spagnolo.
L’artista spagnolo si divide tra illustrazione e opere su muro, i suoi lavori colpiscono grazie ad uno stile illustrativo ed all’elevato numero di dettagli ma sopratutto per l’abbondanza di soggetti surreali, uomini stilizzati, animali antropomorfi, piccoli mondi che si intersecano con i temi attuali andandoli a colpire nel cuore attraverso un tratto forte e deciso. L’artista predilige ultimamente lavorare esclusivamente in bianco e nero per dare più risalto alle sue murate.

Satellite Souleater, an imaginative idea of material degradation, introduced in the current and future mechanisms and dynamics of evolution.

Per il Festival delle Azzorre propone “Satelite Souleater”, dipinto su un edificio che sembra appartenere ad uno stabilimento di produzione, il titolo si riferisce chiaramente al soggetto, un satellite dal volto umano.