fbpx
GORGO

Le piccole incisioni di Phlegm

Messa da parte negli ultimi mesi la pittura in strada Phlegm ha trascorso parecchio tempo in studio sperimentando diversi procedimenti di stampa e soprattutto lavorando attraverso tecniche tradizionali come l’incisione su legno, rame e all’acquaforte.  
L’artista Inglese spiega come il passaggio da una dimensione monumentale, tipica del lavoro in strada, al suo esatto opposto non rappresenti un passo indietro. In entrambi i casi si lavora attraverso un approccio ravvicinato ma, la volontà di sperimentare qualcosa che potesse davvero far evolvere la sua pratica artistica unita all’interesse per metodologie e strumenti tradizionali, hanno spostando l’attenzione dell’autore verso questi particolari procedimenti.
Si tratta di tecniche di stampa immutate dall’inizio del XVI secolo. Ogni lavoro viene inchiostrata a mano e successivamente pulito e ripassato fino a quando l’immagine non viene lasciata sul supporto. Quest’ultimo viene poi spinto attraverso una pesante pressa fino a quando l’immagine non viene impressa dalla piastra alla carta.
Si tratta di un processo decisamente più vicino ad un disegno originale che ad una stampa, ogni lavoro presenta infatti piccoli segni e peculiarità differenti.
Potete dare un occhiata a questi primi risultati nelle immagini, se siete interessati l’artista ha rilasciato anche una prima edizione dal titolo “Tributary” acquistabile direttamente dal suo shop.

Photo credit: Film Freelancer

Le piccole incisioni di Phlegm

Messa da parte negli ultimi mesi la pittura in strada Phlegm ha trascorso parecchio tempo in studio sperimentando diversi procedimenti di stampa e soprattutto lavorando attraverso tecniche tradizionali come l’incisione su legno, rame e all’acquaforte.  
L’artista Inglese spiega come il passaggio da una dimensione monumentale, tipica del lavoro in strada, al suo esatto opposto non rappresenti un passo indietro. In entrambi i casi si lavora attraverso un approccio ravvicinato ma, la volontà di sperimentare qualcosa che potesse davvero far evolvere la sua pratica artistica unita all’interesse per metodologie e strumenti tradizionali, hanno spostando l’attenzione dell’autore verso questi particolari procedimenti.
Si tratta di tecniche di stampa immutate dall’inizio del XVI secolo. Ogni lavoro viene inchiostrata a mano e successivamente pulito e ripassato fino a quando l’immagine non viene lasciata sul supporto. Quest’ultimo viene poi spinto attraverso una pesante pressa fino a quando l’immagine non viene impressa dalla piastra alla carta.
Si tratta di un processo decisamente più vicino ad un disegno originale che ad una stampa, ogni lavoro presenta infatti piccoli segni e peculiarità differenti.
Potete dare un occhiata a questi primi risultati nelle immagini, se siete interessati l’artista ha rilasciato anche una prima edizione dal titolo “Tributary” acquistabile direttamente dal suo shop.

Photo credit: Film Freelancer