GORGO

Laguna “Still Searching” New Mural in Chalkida

Continua il bel periodo di Laguna, il campione Spagnolo chiude la sua esperienza greca con un nuovo intervento realizzato all’interno di questa struttura abbandonata a Chalkida con il quale l’interprete prosegue nel sviluppare il proprio e personale immaginario.

Terzo ed ultimo appuntamento con il lavoro dell’interprete Spagnolo, sempre più convinti della bontà del progetto pittorico portato avanti e soprattutto sempre più coinvolti all’interno del particolare immaginario che l’autore sta costantemente portando avanti. Abbiamo quindi l’opportunità di tornare a bagnarci all’interno di una narrativa visiva unica nel suo genere, altamente viscerale e capace puntualmente di stuzzicare le nostre corde più sensibili.

Le ultime settimane hanno visto Laguna spostarsi nella cittadina Greca dove, all’interno di una serie di spazi abbandonati, ci siamo confrontati con le sue pitture (Covered) con riuscitissime combinazioni in compagnia dei Blaqk (Covered), per una grande e riuscitissima esperienza.

Abbiamo quindi avuto modo di affrontare diverse volte l’operato dello Spagnolo, venendone costantemente ammaliati. Le produzioni dell’autore si fanno notare grazie ad una profonda impennata viscerale capace di generare forme ed elementi complessi. L’artista tesse la trama di un percorso che si pone tra astratto e figurativo, tra ordine e caos, generando un pittura altamente gestuale, capace di commutarsi in una traccia liquida, mutabile e soprattutto percepibile da chi osserva in modi del tutto soggettivi. Il valore introspettivo, la forte cadenza emotiva, dà l’impressione di trovarsi di fronte ad una particolare energia visiva, un moto costante in cui colori, transizione, effetti visivi differenti, vengono miscelati ed ordinati dall’artista in funzione di una rappresentazione unica. Come se le emozioni prendessero forma e sostanza, intangibili, inafferrabili, indeterminabili, eppure così vere, spesse profonde, capaci quanto mai di proiettarci all’interno di una riflessione personale. Si tratta di una melodia che muta costantemente la propria cadenza, elastica si apre e si schiude, aprendosi ed accartocciandosi in funzione degli spazi. I soggetti stessi, variano costantemente, da forme organiche, a volti abbozzati, passando per vere e proprie creature, la lettura spetta a noi e non mai stata così personale e criptica.

L’ultimo intervento di Laguna prende il nome di “Still Searching” e ben rappresenta il particolare momento pittorico dell’autore. All’interno di questa grande sala, l’artista traccia la forma di una figura animale, una sorta di spirito in profonda connessione con il luogo, con il quale interagisce, per uno scenario finale assolutamente onirico.

Ad accompagnare il nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi a succosi aggiornamenti.

Pics by Olga Piper via The Artist

Laguna “Still Searching” New Mural in Chalkida

Continua il bel periodo di Laguna, il campione Spagnolo chiude la sua esperienza greca con un nuovo intervento realizzato all’interno di questa struttura abbandonata a Chalkida con il quale l’interprete prosegue nel sviluppare il proprio e personale immaginario.

Terzo ed ultimo appuntamento con il lavoro dell’interprete Spagnolo, sempre più convinti della bontà del progetto pittorico portato avanti e soprattutto sempre più coinvolti all’interno del particolare immaginario che l’autore sta costantemente portando avanti. Abbiamo quindi l’opportunità di tornare a bagnarci all’interno di una narrativa visiva unica nel suo genere, altamente viscerale e capace puntualmente di stuzzicare le nostre corde più sensibili.

Le ultime settimane hanno visto Laguna spostarsi nella cittadina Greca dove, all’interno di una serie di spazi abbandonati, ci siamo confrontati con le sue pitture (Covered) con riuscitissime combinazioni in compagnia dei Blaqk (Covered), per una grande e riuscitissima esperienza.

Abbiamo quindi avuto modo di affrontare diverse volte l’operato dello Spagnolo, venendone costantemente ammaliati. Le produzioni dell’autore si fanno notare grazie ad una profonda impennata viscerale capace di generare forme ed elementi complessi. L’artista tesse la trama di un percorso che si pone tra astratto e figurativo, tra ordine e caos, generando un pittura altamente gestuale, capace di commutarsi in una traccia liquida, mutabile e soprattutto percepibile da chi osserva in modi del tutto soggettivi. Il valore introspettivo, la forte cadenza emotiva, dà l’impressione di trovarsi di fronte ad una particolare energia visiva, un moto costante in cui colori, transizione, effetti visivi differenti, vengono miscelati ed ordinati dall’artista in funzione di una rappresentazione unica. Come se le emozioni prendessero forma e sostanza, intangibili, inafferrabili, indeterminabili, eppure così vere, spesse profonde, capaci quanto mai di proiettarci all’interno di una riflessione personale. Si tratta di una melodia che muta costantemente la propria cadenza, elastica si apre e si schiude, aprendosi ed accartocciandosi in funzione degli spazi. I soggetti stessi, variano costantemente, da forme organiche, a volti abbozzati, passando per vere e proprie creature, la lettura spetta a noi e non mai stata così personale e criptica.

L’ultimo intervento di Laguna prende il nome di “Still Searching” e ben rappresenta il particolare momento pittorico dell’autore. All’interno di questa grande sala, l’artista traccia la forma di una figura animale, una sorta di spirito in profonda connessione con il luogo, con il quale interagisce, per uno scenario finale assolutamente onirico.

Ad accompagnare il nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi a succosi aggiornamenti.

Pics by Olga Piper via The Artist