fbpx
GORGO

Know Hope – “It Took Me Till Now to Find You” at Lazarides (Recap)

Uno sguardo a “It Took Me Till Now to Find You” nuovo show firmato dal grande Addam Yekutieli aka Know Hope negli spazi della Lazarides Gallery.
A distanza di quattro anni da “The Abstract and The Very Real“, Know Hope torna ad occupare gli spazi dell’importante spazio espositivo Londinese con una nuova mostra è il risultato di un grande progetto a cui l’artista ha lavorato negli ultimi mesi.
Dopo aver dato forma e sostanza ad un linguaggio visivo riconoscibile e capace di trattare argomenti universali legati a situazioni di vita e lotta umana, quest’ultima esibizione vede l’interprete riflettere sulla Barriera di separazione israeliana. In particolare l’interprete propone un corpo di lavoro basato sulle scritte dei palestinesi ed israeliani presenti sul muro. L’idea è quella di mostrare la disperazione e le difficoltà di chi vive in questi luoghi, ponendo in particolare l’accento sulla grande forza di volontà per superarle. Ciascuno dei pezzi presenti in mostra viene accompagnato da alcune radici di ulivo, simbolo di pace e connessione con questa terra dilaniata dai conflitti.
Per approfondire al meglio lo show, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’allestimento proposto. Dateci un occhiata e se vi trovate in zona c’è tempo fino al prossimo 10 Giugno per andare a darci un occhiata di persona.

Lazarides Gallery
11 Rathbone Place
London, W1T 1HR

Pics via AM

Know Hope – “It Took Me Till Now to Find You” at Lazarides (Recap)

Uno sguardo a “It Took Me Till Now to Find You” nuovo show firmato dal grande Addam Yekutieli aka Know Hope negli spazi della Lazarides Gallery.
A distanza di quattro anni da “The Abstract and The Very Real“, Know Hope torna ad occupare gli spazi dell’importante spazio espositivo Londinese con una nuova mostra è il risultato di un grande progetto a cui l’artista ha lavorato negli ultimi mesi.
Dopo aver dato forma e sostanza ad un linguaggio visivo riconoscibile e capace di trattare argomenti universali legati a situazioni di vita e lotta umana, quest’ultima esibizione vede l’interprete riflettere sulla Barriera di separazione israeliana. In particolare l’interprete propone un corpo di lavoro basato sulle scritte dei palestinesi ed israeliani presenti sul muro. L’idea è quella di mostrare la disperazione e le difficoltà di chi vive in questi luoghi, ponendo in particolare l’accento sulla grande forza di volontà per superarle. Ciascuno dei pezzi presenti in mostra viene accompagnato da alcune radici di ulivo, simbolo di pace e connessione con questa terra dilaniata dai conflitti.
Per approfondire al meglio lo show, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli dell’allestimento proposto. Dateci un occhiata e se vi trovate in zona c’è tempo fino al prossimo 10 Giugno per andare a darci un occhiata di persona.

Lazarides Gallery
11 Rathbone Place
London, W1T 1HR

Pics via AM