GORGO

Knarf x Mafia x Fresh Max – New Piece in Vienna

Qui l’ultima incursione della famigerata Irga Irga Crew, Knarf, Mafia e Fresh Max si sono infatti spostati in Austria dove, su questa grande facciata a Vienna, nei giorni scorsi hanno terminato di realizzare una nuova pittura combinando i rispettivi approcci stilistici.

Avevamo lasciato gli interpreti alle prese con l’incredibile lavoro realizzato nei pressi di Vienna dove si erano confrontati con una superfice di circa 3500 metri quadrati (Covered), ora a distanza di tempo eccoli tornare in strada con un nuovo progetto murale.

A differenza del precedente lavoro, capace di estendersi su un numero incredibile di superfici, quest’ultima fatica vede gli autori dialogare con un’unica superfice all’interno del 7th distretto, cuore di Vienna. Come spesso accade, a scandire la collaborazione tra artisti differenti, a maggior ragione se appartenenti ad un’unica crew, è la capacità di interazione e condivisione dello spazio in funzione di un’unica equilibrata trama finale. Costantemente al lavoro insieme, nonostante portino avanti personali e differenti approcci stilistici, Knarf, Mafia e Fresh Max vanno qui ad imbastire un’unica trama scandita dall’utilizzo del bianco e del nero, e dalle loro differenti alterazioni tonali, come unici vettori cromatici.

Accomunati da una comune fascinazione astratta e dalle personali esperienze nel mondo dei graffiti, che inevitabilmente ne hanno plasmato l’attuale approccio stilistico, gli interpreti vanno ad impattare la superfice di lavoro attraverso differenti sezioni. Quella che emerge è quindi una composizione basata sui differenti e rispettivi impulsi stilistici che di fanno ne scompongono l’assetto e l’equilibrio finale.

A differenza del precedente lavoro, scandito da una continuità insistente, quest’ultimo esercita un attrattiva singola con ciascuna delle insenature e delle porzioni della superficie, sottoposte ad una personale elaborazione di un autore differente ma comunque legate dalla scelta tonale.

Quella che emerge è quindi un immagine sfaccettata dove gli interpreti applicano le rispettive sintesi stilistiche, emergono textures ed elementi grafici differenti, così come porzioni scandite da un impulso maggiormente pittorico o gestuale, passando infine per sezioni catalizzate da un piglio più vicino al writing .

Il risultato finale è un immagine forte e caratteristica capace di spingere chi osserva ad approfondire ciascuna delle sezioni, per un impatto fragoroso e certamente coinvolgente.

Ad accompagnare il nostro testo alcuni scatti del making of e del risultato finale, dateci un occhiata, siamo infatti certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare, presto nuovi aggiornamenti sul lavoro degli interpreti.

Thanks to The Artists for The Pics

Knarf x Mafia x Fresh Max – New Piece in Vienna

Qui l’ultima incursione della famigerata Irga Irga Crew, Knarf, Mafia e Fresh Max si sono infatti spostati in Austria dove, su questa grande facciata a Vienna, nei giorni scorsi hanno terminato di realizzare una nuova pittura combinando i rispettivi approcci stilistici.

Avevamo lasciato gli interpreti alle prese con l’incredibile lavoro realizzato nei pressi di Vienna dove si erano confrontati con una superfice di circa 3500 metri quadrati (Covered), ora a distanza di tempo eccoli tornare in strada con un nuovo progetto murale.

A differenza del precedente lavoro, capace di estendersi su un numero incredibile di superfici, quest’ultima fatica vede gli autori dialogare con un’unica superfice all’interno del 7th distretto, cuore di Vienna. Come spesso accade, a scandire la collaborazione tra artisti differenti, a maggior ragione se appartenenti ad un’unica crew, è la capacità di interazione e condivisione dello spazio in funzione di un’unica equilibrata trama finale. Costantemente al lavoro insieme, nonostante portino avanti personali e differenti approcci stilistici, Knarf, Mafia e Fresh Max vanno qui ad imbastire un’unica trama scandita dall’utilizzo del bianco e del nero, e dalle loro differenti alterazioni tonali, come unici vettori cromatici.

Accomunati da una comune fascinazione astratta e dalle personali esperienze nel mondo dei graffiti, che inevitabilmente ne hanno plasmato l’attuale approccio stilistico, gli interpreti vanno ad impattare la superfice di lavoro attraverso differenti sezioni. Quella che emerge è quindi una composizione basata sui differenti e rispettivi impulsi stilistici che di fanno ne scompongono l’assetto e l’equilibrio finale.

A differenza del precedente lavoro, scandito da una continuità insistente, quest’ultimo esercita un attrattiva singola con ciascuna delle insenature e delle porzioni della superficie, sottoposte ad una personale elaborazione di un autore differente ma comunque legate dalla scelta tonale.

Quella che emerge è quindi un immagine sfaccettata dove gli interpreti applicano le rispettive sintesi stilistiche, emergono textures ed elementi grafici differenti, così come porzioni scandite da un impulso maggiormente pittorico o gestuale, passando infine per sezioni catalizzate da un piglio più vicino al writing .

Il risultato finale è un immagine forte e caratteristica capace di spingere chi osserva ad approfondire ciascuna delle sezioni, per un impatto fragoroso e certamente coinvolgente.

Ad accompagnare il nostro testo alcuni scatti del making of e del risultato finale, dateci un occhiata, siamo infatti certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare, presto nuovi aggiornamenti sul lavoro degli interpreti.

Thanks to The Artists for The Pics