fbpx
GORGO

Klone – “Mirror, Mirror” New Mural in Tel Aviv

Direttamente da Tel Aviv andiamo a parlare finalmente di Klone, si perchè l’artista è uno di quelli che colpisce molto grazie ad uno stile personale intricato, affascinante e sopratutto sognante.

Klone da anni rappresenta uno dei punti fermi del movimento artistico in Israele, il suo è un dialogo aperto con la città, con la gente del posto e con gli occasionali visitatori che passano. Partito con un approccio più da graffiti artist, presto l’artista decide di passare ad un discorso più figurativo legando spesso ai disegni frasi o esclamazioni forti, famoso il suo Don’t Sleep!!!, che insinuano nel tessuto urbano nascondendo significati decisamente profondi. L’ispirazione viene attraverso la costante evoluzione che lo circonda, le notizie, la gente, la città stessa che cambiano giorno per giorno, Klone parte da questo per iniettare sui muri il proprio pensiero e il proprio credo, sono animali, teschi, volti e personaggi che prendono vita dipinti con un particolare stile di trasparenza e metà tra sogno e realtà.

L’ultimo pezzo dell’artista è dipinto a Tel Aviv direttamente su due piccoli muri adiacenti, intitolato “Mirror, Mirror” mostra due dei canonici animali dell’artista nuotare, tra le alghe dipinte di rosso, nell’acqua.
Sogno ad occhi aperti.

Pic by The Artist


Klone – “Mirror, Mirror” New Mural in Tel Aviv

Direttamente da Tel Aviv andiamo a parlare finalmente di Klone, si perchè l’artista è uno di quelli che colpisce molto grazie ad uno stile personale intricato, affascinante e sopratutto sognante.

Klone da anni rappresenta uno dei punti fermi del movimento artistico in Israele, il suo è un dialogo aperto con la città, con la gente del posto e con gli occasionali visitatori che passano. Partito con un approccio più da graffiti artist, presto l’artista decide di passare ad un discorso più figurativo legando spesso ai disegni frasi o esclamazioni forti, famoso il suo Don’t Sleep!!!, che insinuano nel tessuto urbano nascondendo significati decisamente profondi. L’ispirazione viene attraverso la costante evoluzione che lo circonda, le notizie, la gente, la città stessa che cambiano giorno per giorno, Klone parte da questo per iniettare sui muri il proprio pensiero e il proprio credo, sono animali, teschi, volti e personaggi che prendono vita dipinti con un particolare stile di trasparenza e metà tra sogno e realtà.

L’ultimo pezzo dell’artista è dipinto a Tel Aviv direttamente su due piccoli muri adiacenti, intitolato “Mirror, Mirror” mostra due dei canonici animali dell’artista nuotare, tra le alghe dipinte di rosso, nell’acqua.
Sogno ad occhi aperti.

Pic by The Artist