fbpx
GORGO

KAWS – “Clean Slate” at Harbour City (Recap)

A distanza di qualche giorno da “Man’s Best Friend“, come spesso accade KAWS, in contemporanea con quello di Los Angeles, apre “Clean Slate” nuovo show ad Hong Kong all’interno del Harbour City completamente trasformato dalle tavole e soprattutto dalla nuova installazione dell’artista.
AWS rappresenta uno dei primi artisti occidentali a lasciarsi influenzare dalla creazione di toys d’arte, il personaggio fulcro delle sue opere rappresenta la giusta evoluzione dei characters con i quali l’artista trasformava le pubblicità ed i manifesti per le strade di una New York dei primi anni ’90. Da qui la figura, prendendo spunto da un icona come Topolino, ha preso vita attraverso il lavoro dei Giapponesi di Bounty Hunter fino a marchiare a fuoco tutta la cultura pop moderna diventando anch’essa una sorta di nuova icona popolare e mediatica. In aggiunta a questo preciso percorso, decisamente più rivolto al commerciale, l’interprete ha portato avanti una sua identità è pittorica andando a raccogliere e rielaborare tutti quegli elementi appartenenti alla cultura pop, miscelati e mescolati all’interno di un calderone cromatico forte ed intenso che ha spinto l’artista verso una sviluppo fatto di configurazione astratte, colori spessi e saturi, il tutto intervallato da parti o sezioni a maggiore carattere figurativo.
A differenza del precedente allestimento, caratterizzato da una bella iniezione di novità e spunti interessanti, quest’ultimo show dell’artista è caratterizzato dalla consueta serie di tavole iper colorate e molto pop che siamo soliti aspettarci. A calamitare l’attenzione ci pensa però il gigantesco companion che dà il titolo allo show stesso, “Clean Slate” appare quindi come un enorme struttura dove uno degli iconici characters di KAWS intento a portare letteralmente in braccio due più piccoli personaggi. Aldilà delle proporzioni esagerate come sempre, è interessante notare come questo rappresenti la prima opera dove l’interprete fa interagire in un’unica struttura uno e più dei suoi iconici personaggi, una nuova spinta che ci fa ben sperare per le prossime installazioni di cui non vediamo l’ora di parlarvi.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto alla corposa galleria di immagini con gli scatti dell’allestimento e soprattutto della bella installazione che attende i visitatori proprio all’ingresso, ricordiamo infine che è prevista l’uscita di una stampa originale dell’artista per i primi di ottobre, tutte le info qui.

Pics via AM

KAWS – “Clean Slate” at Harbour City (Recap)

A distanza di qualche giorno da “Man’s Best Friend“, come spesso accade KAWS, in contemporanea con quello di Los Angeles, apre “Clean Slate” nuovo show ad Hong Kong all’interno del Harbour City completamente trasformato dalle tavole e soprattutto dalla nuova installazione dell’artista.
AWS rappresenta uno dei primi artisti occidentali a lasciarsi influenzare dalla creazione di toys d’arte, il personaggio fulcro delle sue opere rappresenta la giusta evoluzione dei characters con i quali l’artista trasformava le pubblicità ed i manifesti per le strade di una New York dei primi anni ’90. Da qui la figura, prendendo spunto da un icona come Topolino, ha preso vita attraverso il lavoro dei Giapponesi di Bounty Hunter fino a marchiare a fuoco tutta la cultura pop moderna diventando anch’essa una sorta di nuova icona popolare e mediatica. In aggiunta a questo preciso percorso, decisamente più rivolto al commerciale, l’interprete ha portato avanti una sua identità è pittorica andando a raccogliere e rielaborare tutti quegli elementi appartenenti alla cultura pop, miscelati e mescolati all’interno di un calderone cromatico forte ed intenso che ha spinto l’artista verso una sviluppo fatto di configurazione astratte, colori spessi e saturi, il tutto intervallato da parti o sezioni a maggiore carattere figurativo.
A differenza del precedente allestimento, caratterizzato da una bella iniezione di novità e spunti interessanti, quest’ultimo show dell’artista è caratterizzato dalla consueta serie di tavole iper colorate e molto pop che siamo soliti aspettarci. A calamitare l’attenzione ci pensa però il gigantesco companion che dà il titolo allo show stesso, “Clean Slate” appare quindi come un enorme struttura dove uno degli iconici characters di KAWS intento a portare letteralmente in braccio due più piccoli personaggi. Aldilà delle proporzioni esagerate come sempre, è interessante notare come questo rappresenti la prima opera dove l’interprete fa interagire in un’unica struttura uno e più dei suoi iconici personaggi, una nuova spinta che ci fa ben sperare per le prossime installazioni di cui non vediamo l’ora di parlarvi.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto alla corposa galleria di immagini con gli scatti dell’allestimento e soprattutto della bella installazione che attende i visitatori proprio all’ingresso, ricordiamo infine che è prevista l’uscita di una stampa originale dell’artista per i primi di ottobre, tutte le info qui.

Pics via AM