fbpx
GORGO

JR – New Piece for the Living Walls 2013

Uno degli appuntamenti fissi nel vasto panorama delle rassegne urbane è senza dubbio il Living Walls di Atlanta, trattasi di uno degli eventi più interessanti per roster di artisti scelti e per tutte le iniziative collaterali che si sviluppano intorno come da tradizioni per i grandi show in terra Americana. Apriamo il nostro coverage con uno dei grandi artisti partecipanti quest’anno, JR atterra negli States dove ha voluto condividere con la gente del posto le tematiche del suo Unframed Project.
Sviluppato attraverso diversi progetti, il lavoro di JR ruota intorno alla fotografia, prima passione per l’artista, dalla quale ha ereditato lo stile che contraddistingue le sue opere, impegnato con The Wrinkles in The City, e con il suo Inside/Out Project, il grande artista francese ad Atlanta riprende il filo del discorso con la sua creatura meno conosciuta ma non per questo di importanza minore. Unframed Project è il risveglio delle coscienze, JR parte dall’idea di prendere le opere di altri fotografi famosi e installarle in posti diversi ed inaspettati, creando quindi nuovi significati quando incontrano gli sguardi dei passanti. Collegate spesso ad avvenimenti di rilevanza storica i lavori mirano ad una riflessione più profonda andando a toccare le corde sensibili con argomenti scomodi e di cui spesso non si parla, alcuni ricorderanno per esempio le immagini di Cernobyl attaccate a Grottaglie come risposta al problema del sotterramento di rifiuti tossici nel sottosuolo da parte della Mafia.
Per Living Walls, ed in concomitanza con il 50^ anniversario, JR riprende le immagini del famoso discorso di Martin Luther King ‘I Have a Dream’, carico di significato e dal forte valore storico, attraverso le immagini scelte l’interprete francese sceglie di farci rivivere, il dramma di quel periodo ma anche l’importanza delle figura di MLK e delle sue parole, chapeau!

JR – New Piece for the Living Walls 2013

Uno degli appuntamenti fissi nel vasto panorama delle rassegne urbane è senza dubbio il Living Walls di Atlanta, trattasi di uno degli eventi più interessanti per roster di artisti scelti e per tutte le iniziative collaterali che si sviluppano intorno come da tradizioni per i grandi show in terra Americana. Apriamo il nostro coverage con uno dei grandi artisti partecipanti quest’anno, JR atterra negli States dove ha voluto condividere con la gente del posto le tematiche del suo Unframed Project.
Sviluppato attraverso diversi progetti, il lavoro di JR ruota intorno alla fotografia, prima passione per l’artista, dalla quale ha ereditato lo stile che contraddistingue le sue opere, impegnato con The Wrinkles in The City, e con il suo Inside/Out Project, il grande artista francese ad Atlanta riprende il filo del discorso con la sua creatura meno conosciuta ma non per questo di importanza minore. Unframed Project è il risveglio delle coscienze, JR parte dall’idea di prendere le opere di altri fotografi famosi e installarle in posti diversi ed inaspettati, creando quindi nuovi significati quando incontrano gli sguardi dei passanti. Collegate spesso ad avvenimenti di rilevanza storica i lavori mirano ad una riflessione più profonda andando a toccare le corde sensibili con argomenti scomodi e di cui spesso non si parla, alcuni ricorderanno per esempio le immagini di Cernobyl attaccate a Grottaglie come risposta al problema del sotterramento di rifiuti tossici nel sottosuolo da parte della Mafia.
Per Living Walls, ed in concomitanza con il 50^ anniversario, JR riprende le immagini del famoso discorso di Martin Luther King ‘I Have a Dream’, carico di significato e dal forte valore storico, attraverso le immagini scelte l’interprete francese sceglie di farci rivivere, il dramma di quel periodo ma anche l’importanza delle figura di MLK e delle sue parole, chapeau!