GORGO

JAZ x Alexis Diaz – New Mural in Mexico City

Un occhiata approfondita a quest’ultimo bell’intervento realizzato da JAZ ed Alexis Diaz, i due uniscono i rispettivi approcci visivi in un nuova opera catalizzata da differenti impostazioni stilistiche.

É anzitutto importante sottolineare come quest’ultimo intervento sia sviluppato attraverso l’utilizzo di medium differenti, ideale proseguo delle ultime sperimentazioni portate avanti da Franco Fasoli e che vanno a coinvolgere direttamente la tecnica pittorica di Diaz. Rispetto a quanto siamo soliti aspettarci, JAZ negli ultimi tempi ha apportato un cambio sostanziale nelle personali dinamiche lavorative. Attratto da un pittura viscerale, profonda ed in grado di stimolare percezioni e riflessioni differenti, l’Argentino ha iniziato un nuovo percorso creativo dove la carta ed un piglio stilistico maggiormente grafico, rappresentano le principali novità. È innegabile come l’avvicinarsi di due personali ricerche vada a generare l’ennesima ed interessante interazione tra gli immaginari di due autori differenti.

Legato ad un piglio stilistico votato al dettaglio, al lavoro di precisione, lento ed introspettivo, Alexis Diaz ha saputo sviluppare un percorso visivo in cui, attraverso una forte e caratteristica realisticità, l’interprete Portoricano va a sviluppare forme e contenuti altamente viscerali. Si tratta di veri e propri mash-up che uniscono sotto un unica immagine componenti, elementi e soggetti differenti. In questo senso a fare capolino sugli spazi troviamo componenti naturali, corpi e parti degli stessi, animali e paesaggi naturali. Il tutto viene sviluppato attraverso una complessa trama stilistica alimentata da piccoli e minuziosi tratteggi in grado di sviluppare immagini assolutamente realistiche. Interessato ad una elaborazione pittorica densa e profonda la pittura di JAZ entra direttamente in relazione con una personale fascinazione tematica. L’artista, esattamente come Diaz, valuta il valore del corpo umano all’interno di una manipolazione delle stesso in funzione però di stimoli ed impulsi emotivi. I corpi dei personaggi di Fasoli vanno a miscelarli tra di loro, con bestie e predatori, facendosi carico di sentimenti ed impulsi più vicini al mondo animale ed al tempo stesso tratteggiano un differente spaccato dell’uomo moderno.

Quest’ultimo intervento lascia invariate le personali ricerche dei due autori, al tempo stesso però ci mostra una differenze ingerenza grafica, con un tratto essenziale e maggiormente incisivo che si miscela con la precisione e la ricchezza tipici del lavoro di Alexis Diaz. JAZ sceglie la carta come principale medium qui, lascia commutare strati ed elementi grafici e cromatici differenti che inevitabilmente cambiano la percezione dell’opera arrivando infine a cadenzare l’immaginario di Diaz attraverso un inaspettato utilizzo di colori e tinte differenti. Il risultato finale ed un immagine maggiormente viva e votata al dettaglio.

Null’altro da aggiungere, dopo il salto un bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata.

Pics via Street Art News

JAZ x Alexis Diaz – New Mural in Mexico City

Un occhiata approfondita a quest’ultimo bell’intervento realizzato da JAZ ed Alexis Diaz, i due uniscono i rispettivi approcci visivi in un nuova opera catalizzata da differenti impostazioni stilistiche.

É anzitutto importante sottolineare come quest’ultimo intervento sia sviluppato attraverso l’utilizzo di medium differenti, ideale proseguo delle ultime sperimentazioni portate avanti da Franco Fasoli e che vanno a coinvolgere direttamente la tecnica pittorica di Diaz. Rispetto a quanto siamo soliti aspettarci, JAZ negli ultimi tempi ha apportato un cambio sostanziale nelle personali dinamiche lavorative. Attratto da un pittura viscerale, profonda ed in grado di stimolare percezioni e riflessioni differenti, l’Argentino ha iniziato un nuovo percorso creativo dove la carta ed un piglio stilistico maggiormente grafico, rappresentano le principali novità. È innegabile come l’avvicinarsi di due personali ricerche vada a generare l’ennesima ed interessante interazione tra gli immaginari di due autori differenti.

Legato ad un piglio stilistico votato al dettaglio, al lavoro di precisione, lento ed introspettivo, Alexis Diaz ha saputo sviluppare un percorso visivo in cui, attraverso una forte e caratteristica realisticità, l’interprete Portoricano va a sviluppare forme e contenuti altamente viscerali. Si tratta di veri e propri mash-up che uniscono sotto un unica immagine componenti, elementi e soggetti differenti. In questo senso a fare capolino sugli spazi troviamo componenti naturali, corpi e parti degli stessi, animali e paesaggi naturali. Il tutto viene sviluppato attraverso una complessa trama stilistica alimentata da piccoli e minuziosi tratteggi in grado di sviluppare immagini assolutamente realistiche. Interessato ad una elaborazione pittorica densa e profonda la pittura di JAZ entra direttamente in relazione con una personale fascinazione tematica. L’artista, esattamente come Diaz, valuta il valore del corpo umano all’interno di una manipolazione delle stesso in funzione però di stimoli ed impulsi emotivi. I corpi dei personaggi di Fasoli vanno a miscelarli tra di loro, con bestie e predatori, facendosi carico di sentimenti ed impulsi più vicini al mondo animale ed al tempo stesso tratteggiano un differente spaccato dell’uomo moderno.

Quest’ultimo intervento lascia invariate le personali ricerche dei due autori, al tempo stesso però ci mostra una differenze ingerenza grafica, con un tratto essenziale e maggiormente incisivo che si miscela con la precisione e la ricchezza tipici del lavoro di Alexis Diaz. JAZ sceglie la carta come principale medium qui, lascia commutare strati ed elementi grafici e cromatici differenti che inevitabilmente cambiano la percezione dell’opera arrivando infine a cadenzare l’immaginario di Diaz attraverso un inaspettato utilizzo di colori e tinte differenti. Il risultato finale ed un immagine maggiormente viva e votata al dettaglio.

Null’altro da aggiungere, dopo il salto un bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata.

Pics via Street Art News