fbpx
GORGO

Isaac Cordal – “The Family” at Temple du Goût, Nantes

Uno dei progetti urbani più interessanti di cui ci siamo occupati spesso e volentieri è Cement Eclipses di Isaac Cordal, l’artista nel corso degli anni ha voluto offrire la sua critica per l’eccessiva cementificazione attuata da parte dell’uomo che si è ritrovato così alienato all’interno delle stesse pareti da lui stesso costruite. Isaac Cordal usa lo stesso strumento, il cemento infatti è al centro delle sue installazioni che prendono la forma di minuscoli uomini, sono macchie grigie e spente, tristi ed appassite nella loro fisionomia e nella loro stessa struttura, trasmettono inquietudine, si muovono silenziose in massa e rappresentano uno spaccato della società moderna, business man, soldati, cittadini comuni che ci mostrano gli effetti devastanti delle nostra evoluzione fuori dal nostro ambiente naturale.

Nel corso degli anni Isaac Cordal ha prodotti diverse situazioni attraverso le sue statuette creando di conseguenza un variegato mondo, per la sua prossima esibizione l’artista spagnolo ha passato gli ultimi tre mesi a Nantes producendo una serie di lavori in strada e dedicandosi all’allestimento interno tra cui spicca la gigantesca “The Family”. Si tratto di un lavoro complesso, Cordal ci mostra una serie di uomini chiusi in piccole gabbie, sono impiegati lasciati soli a se stessi all’interno di stanze spoglie ed occupate unicamente da una scrivania con relativo computer e da una luce soffocante. Il lavoro ha un impatto davvero forte, Isaac Cordal vuole farci riflettere e lo fa elevando i cardini stessi del suo lavoro, portando al massimo la sensazione di disagio, tristezza, ansia ed amarezza, lo fa chiudendo quegli stessi uomini così simili a noi e mostrandoceli da un occhio esterno, imparziale, come se stessimo guardando noi stessi a distanza da una finestra.
Uno schiaffo in faccia a mano aperta, forte e deciso senza troppi giri di parole e che in attesa di vedere da vicino tutto l’allestimento proposto per lo show, ci godiamo nella sua sfacciata intelligenza.

Pics and Video by The Artist

Isaac Cordal – “The Family” at Temple du Goût, Nantes

Uno dei progetti urbani più interessanti di cui ci siamo occupati spesso e volentieri è Cement Eclipses di Isaac Cordal, l’artista nel corso degli anni ha voluto offrire la sua critica per l’eccessiva cementificazione attuata da parte dell’uomo che si è ritrovato così alienato all’interno delle stesse pareti da lui stesso costruite. Isaac Cordal usa lo stesso strumento, il cemento infatti è al centro delle sue installazioni che prendono la forma di minuscoli uomini, sono macchie grigie e spente, tristi ed appassite nella loro fisionomia e nella loro stessa struttura, trasmettono inquietudine, si muovono silenziose in massa e rappresentano uno spaccato della società moderna, business man, soldati, cittadini comuni che ci mostrano gli effetti devastanti delle nostra evoluzione fuori dal nostro ambiente naturale.

Nel corso degli anni Isaac Cordal ha prodotti diverse situazioni attraverso le sue statuette creando di conseguenza un variegato mondo, per la sua prossima esibizione l’artista spagnolo ha passato gli ultimi tre mesi a Nantes producendo una serie di lavori in strada e dedicandosi all’allestimento interno tra cui spicca la gigantesca “The Family”. Si tratto di un lavoro complesso, Cordal ci mostra una serie di uomini chiusi in piccole gabbie, sono impiegati lasciati soli a se stessi all’interno di stanze spoglie ed occupate unicamente da una scrivania con relativo computer e da una luce soffocante. Il lavoro ha un impatto davvero forte, Isaac Cordal vuole farci riflettere e lo fa elevando i cardini stessi del suo lavoro, portando al massimo la sensazione di disagio, tristezza, ansia ed amarezza, lo fa chiudendo quegli stessi uomini così simili a noi e mostrandoceli da un occhio esterno, imparziale, come se stessimo guardando noi stessi a distanza da una finestra.
Uno schiaffo in faccia a mano aperta, forte e deciso senza troppi giri di parole e che in attesa di vedere da vicino tutto l’allestimento proposto per lo show, ci godiamo nella sua sfacciata intelligenza.

Pics and Video by The Artist