fbpx
GORGO

Invader – New Invasion in Hong Kong Part II

Dopo la bella anteprima di qualche settimana fa andiamo a dare un occhiata più ravvicinata all’ultima invasione del grande Invader per le strade di Hong Kong, ultima tappa di un progetto ormai decennale con il quale il leggendario artista prosegue la sua costante campagna nelle città di tutto il mondo.
Come abbiamo spesso avuto modo di vedere in quest’ultimo anno di intenso lavoro, tra le interessanti escursioni nello spazio (Covered), quella che è emersa è la chiara volontà dell’interprete di dare un taglio nuovo al suo lavoro discostandosi dalle consuete mattonelle raffiguranti il famosissimo gioco ad 8 bit, ma piuttosto concentrando gli sforzi sulla raffigurazioni anche di quelli che sono i simboli e gli elementi che hanno composto quel grande calderone che è la cultura degli anni ’80 e ’90. A trovare spazio quindi insieme ai classici alieni, arrivano i personaggi della Nintendo, oppure quelli Star Wars passando per immagini ed elementi nuovi tutti appartenenti in modo o nell’altro a questa grande filone visivo e tematico ed alla suo radicatissima sotto-cultura. La volontà di cambiare registro tematico si nota anche nella maggiore grandezza degli interventi, così come nella volontà di tentare strade cromatiche differenti e sviluppare con esse nuovi e iconici personaggi, si tratta quindi di un omaggio su più livelli una sorta di rendez-vous in cui tutti i miti ed i characters appartenenti a queste epoche tornano a calcare le strade, i pensieri e la mente degli spettatori, un ritorno al passato che può essere visto, con una chiave di lettura più impegnata, come la volontà di un ritorno al passato, quello spensierato della giovinezza e dei primi videogame e colossal di hollywood e che proprio per questo, arriva probabilmente con maggiore impatto. È nostra convinzione infine che la scelta effettuata da Invader sia dovuta anche al cambio dei tempi, all’esigenza di volersi esprimere con un pubblico diverso e di conseguenza attraverso strumenti e personaggi differenti, più familiari, riuscendo così a sviluppare un dialogo nuovo anche con chi prima non ne coglieva l’immaginario.
Per questa nuova serie l’artista, in aggiunta ad alcuni interventi minori, come detto tira fuori dal cilindro alcune chicche come La Furia di Hong Kong Phooey, il famoso cartone di Hanna & Barbera e soprattutto dell’iconico Thomas di Kung-Fu Master vero e proprio precursore dei videogiochi picchiaduro come li conosciamo tutt’oggi, passando infine per un grande installazione che vede Pac-man come protagonista.
Mettetevi comodi e date un occhiata agli splendidi scatti in calce, c’è molto da vedere e siamo certi che non mancherete di apprezzare ma restate sintonizzati presto qui sul Gorgo nuovi aggiornamenti sugli spostamenti del grande artista francese, enjoy it.

Pics by Ray via The Artist

Invader – New Invasion in Hong Kong Part II

Dopo la bella anteprima di qualche settimana fa andiamo a dare un occhiata più ravvicinata all’ultima invasione del grande Invader per le strade di Hong Kong, ultima tappa di un progetto ormai decennale con il quale il leggendario artista prosegue la sua costante campagna nelle città di tutto il mondo.
Come abbiamo spesso avuto modo di vedere in quest’ultimo anno di intenso lavoro, tra le interessanti escursioni nello spazio (Covered), quella che è emersa è la chiara volontà dell’interprete di dare un taglio nuovo al suo lavoro discostandosi dalle consuete mattonelle raffiguranti il famosissimo gioco ad 8 bit, ma piuttosto concentrando gli sforzi sulla raffigurazioni anche di quelli che sono i simboli e gli elementi che hanno composto quel grande calderone che è la cultura degli anni ’80 e ’90. A trovare spazio quindi insieme ai classici alieni, arrivano i personaggi della Nintendo, oppure quelli Star Wars passando per immagini ed elementi nuovi tutti appartenenti in modo o nell’altro a questa grande filone visivo e tematico ed alla suo radicatissima sotto-cultura. La volontà di cambiare registro tematico si nota anche nella maggiore grandezza degli interventi, così come nella volontà di tentare strade cromatiche differenti e sviluppare con esse nuovi e iconici personaggi, si tratta quindi di un omaggio su più livelli una sorta di rendez-vous in cui tutti i miti ed i characters appartenenti a queste epoche tornano a calcare le strade, i pensieri e la mente degli spettatori, un ritorno al passato che può essere visto, con una chiave di lettura più impegnata, come la volontà di un ritorno al passato, quello spensierato della giovinezza e dei primi videogame e colossal di hollywood e che proprio per questo, arriva probabilmente con maggiore impatto. È nostra convinzione infine che la scelta effettuata da Invader sia dovuta anche al cambio dei tempi, all’esigenza di volersi esprimere con un pubblico diverso e di conseguenza attraverso strumenti e personaggi differenti, più familiari, riuscendo così a sviluppare un dialogo nuovo anche con chi prima non ne coglieva l’immaginario.
Per questa nuova serie l’artista, in aggiunta ad alcuni interventi minori, come detto tira fuori dal cilindro alcune chicche come La Furia di Hong Kong Phooey, il famoso cartone di Hanna & Barbera e soprattutto dell’iconico Thomas di Kung-Fu Master vero e proprio precursore dei videogiochi picchiaduro come li conosciamo tutt’oggi, passando infine per un grande installazione che vede Pac-man come protagonista.
Mettetevi comodi e date un occhiata agli splendidi scatti in calce, c’è molto da vedere e siamo certi che non mancherete di apprezzare ma restate sintonizzati presto qui sul Gorgo nuovi aggiornamenti sugli spostamenti del grande artista francese, enjoy it.

Pics by Ray via The Artist