GORGO

Interesni Kazki “Visions and sounds of strangeness” in India

In questi giorni Waone degli Interesni Kazki, si è spostato nuovamente a South Cliff, nella zona di Varkala in India, qui il grande artista qui ha da poco terminato di realizzare una nuova pittura catalizzato tutto il personale e particolare immaginario.
Uno degli aspetti peculiari del duo Ucraino sta tutto dei personali percorsi lavorativi che Aec e Waone vanno ad intrecciare nelle loro produzioni. Ancora una volta mentre il primo lavora in studio, il secondo si sposta in India per il consueto viaggio, andando a realizzare una nuova e piccola pittura. Questo parallelismo ci permette di osservare da vicino le differenti declinazioni del lavoro proposto dagli Interesni Kazki, sia per quanto concerne le opere in studio, come disegni ed artwork – qui l’ultimo Ghost of The Lost Empire – sia le opere su muro, in un nuova cornice completamente immerse nella natura Indiana.
Tra gli artisti che certamente e maggiormente apprezziamo, gli interpreti portano avanti una personale e peculiare dialettica visiva legata ad una narrativa visiva carica di simboli, elementi e riflessioni eterogenee. Waone ed Aec sono riusciti in questo senso a tratteggiare un personale universo in grado di porsi come ideale stimolo visivo per abbracciare temi e spunti differenti, spesso controversi e, specialmente nell’ultimo periodo con le vicende che stanno interessano l’Ucraina, particolarmente legati a temi caldi e sensibili. A caratterizzare il percorso dei due artisti troviamo una sensibilità unica per il dettaglio, questo diviene propellente e volano ideale per stimolare chi osserva le loro produzioni, un vera e propria danza visiva di immagini altamente catartiche e mistiche. Raccogliendo dalle particolari fascinazioni, come la cosmologie, il mistico, l’esoterico, ma anche componenti naturali e legate al luogo di lavoro, si aprono scenari immaginari ed onirici. Si tratta di una moderna fiaba che raccoglie dal presente per condurci all’interno di un mondo immaginario dove figure e mash-up bizzarri si susseguono in un meltin’pot di sensazioni e stimoli emotivi eterogenei.
Per questo nuovo sogno ad occhi aperti dall’esplicativo titolo “Visions and sounds of strangeness”, Waone traccia una serie di bizzarre figure in serie, si tratta di soggetti composito ed alimentati da stimoli differenti. Troviamo le influenze con la natura, così come elementi fantastici e mistici, ed ancora, immagini legate proprio all’india per un risultato finale ancora una volta ricchissimo di dettagli e visioni irreali.
In attesa di scoprire nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete e del duo Interesni Kazki, vi lasciamo ad una bella serie di scatti tutti i dettagli di quest’ultima magia, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Pics by The Artist

Interesni Kazki “Visions and sounds of strangeness” in India

In questi giorni Waone degli Interesni Kazki, si è spostato nuovamente a South Cliff, nella zona di Varkala in India, qui il grande artista qui ha da poco terminato di realizzare una nuova pittura catalizzato tutto il personale e particolare immaginario.
Uno degli aspetti peculiari del duo Ucraino sta tutto dei personali percorsi lavorativi che Aec e Waone vanno ad intrecciare nelle loro produzioni. Ancora una volta mentre il primo lavora in studio, il secondo si sposta in India per il consueto viaggio, andando a realizzare una nuova e piccola pittura. Questo parallelismo ci permette di osservare da vicino le differenti declinazioni del lavoro proposto dagli Interesni Kazki, sia per quanto concerne le opere in studio, come disegni ed artwork – qui l’ultimo Ghost of The Lost Empire – sia le opere su muro, in un nuova cornice completamente immerse nella natura Indiana.
Tra gli artisti che certamente e maggiormente apprezziamo, gli interpreti portano avanti una personale e peculiare dialettica visiva legata ad una narrativa visiva carica di simboli, elementi e riflessioni eterogenee. Waone ed Aec sono riusciti in questo senso a tratteggiare un personale universo in grado di porsi come ideale stimolo visivo per abbracciare temi e spunti differenti, spesso controversi e, specialmente nell’ultimo periodo con le vicende che stanno interessano l’Ucraina, particolarmente legati a temi caldi e sensibili. A caratterizzare il percorso dei due artisti troviamo una sensibilità unica per il dettaglio, questo diviene propellente e volano ideale per stimolare chi osserva le loro produzioni, un vera e propria danza visiva di immagini altamente catartiche e mistiche. Raccogliendo dalle particolari fascinazioni, come la cosmologie, il mistico, l’esoterico, ma anche componenti naturali e legate al luogo di lavoro, si aprono scenari immaginari ed onirici. Si tratta di una moderna fiaba che raccoglie dal presente per condurci all’interno di un mondo immaginario dove figure e mash-up bizzarri si susseguono in un meltin’pot di sensazioni e stimoli emotivi eterogenei.
Per questo nuovo sogno ad occhi aperti dall’esplicativo titolo “Visions and sounds of strangeness”, Waone traccia una serie di bizzarre figure in serie, si tratta di soggetti composito ed alimentati da stimoli differenti. Troviamo le influenze con la natura, così come elementi fantastici e mistici, ed ancora, immagini legate proprio all’india per un risultato finale ancora una volta ricchissimo di dettagli e visioni irreali.
In attesa di scoprire nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete e del duo Interesni Kazki, vi lasciamo ad una bella serie di scatti tutti i dettagli di quest’ultima magia, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Pics by The Artist