fbpx
GORGO

Interesni Kazki – New Mural for Los Muros Hablan Festival

Continuiamo il nostro coverage sugli ultimi sviluppi del lavoro del duo ucraino Interesni Kazki scoprendo con piacere che anche AEC ha preso parte all’ultima eccellente edizione de Los Muros Hablan Festival di Porto Rico, l’artista prosegue così il personale approccio visivo in una delle rassegne maggiormente evocative dell’anno.
Gli Interesni Kazki sono padroni di una pittura dai toni caldi ricchissima di spunti e dettagli, uno stile assolutamente immersivo che si fregia di rimandi alla cosmologia, ai micro universi con personaggi surreali che letteralmente fanno vivere le loro opere, stupisce quindi l’intenzione dell’interprete di attuare un cambio di rotta sostanziale nei temi e nell’approccio pittorico.
Come abbiamo avuto modo di notare, negli ultimi suoi interventi AEC si sta maggiormente avvicinando ad tematiche più vicine al mondo naturale, distaccandosi così in parte dai risvolti mistici ed onirici che da sempre ne hanno influenzato i lavori. Questa svolta ‘verde’ viene sviscerata dal grande artista, in special modo negli ultimi pezzi, per supportare una riflessione su temi differenti e dal forte valore emotivo e sociale, dopo Las Vegas (qui) vediamo quindi un intervento maggiormente impegnato con temi importanti e fortemente riflessivi che ci hanno positivamente colpito.
Quest’ultima magia prende vita su questa porzione di parete a San Juan, il lavoro è caratterizzato da una pulizia impeccabile, al centro dell’opera unicamente il corpo di uomo deceduto,con il volto ed i genitali coperti da due panni, i colori sono belli caldi coniugati attraverso una forte propensione al dettaglio. A catturare la nostra attenzione è però la precisa intenzione di AEC di spingere il lavoro su un tema importante e forte come la morte, in particolare l’artista sviluppa l’intervento sulla rinascita spirituale che ne consegue, un forte fiore sboccia così dal petto dell’uomo a simboleggiare proprio il rinnovo, il dopo la vita, in un opera fortemente emotiva.
C’è davvero molto da vedere, i dettagli come gli animali sul corpo e sul fiore, passando per il fiore a forma di cuore, fino alle gocce d’acqua poggiate sulle grandi foglie, bellissimo.
Prendetevi tutto il giusto tempo per approfondire quest’ultima meraviglia, dopo il salto le immagini e se vi siete persi il nostro coverage sui lavoro a San Juan, questo è il posto giusto.

Pics by The Artists

Interesni Kazki – New Mural for Los Muros Hablan Festival

Continuiamo il nostro coverage sugli ultimi sviluppi del lavoro del duo ucraino Interesni Kazki scoprendo con piacere che anche AEC ha preso parte all’ultima eccellente edizione de Los Muros Hablan Festival di Porto Rico, l’artista prosegue così il personale approccio visivo in una delle rassegne maggiormente evocative dell’anno.
Gli Interesni Kazki sono padroni di una pittura dai toni caldi ricchissima di spunti e dettagli, uno stile assolutamente immersivo che si fregia di rimandi alla cosmologia, ai micro universi con personaggi surreali che letteralmente fanno vivere le loro opere, stupisce quindi l’intenzione dell’interprete di attuare un cambio di rotta sostanziale nei temi e nell’approccio pittorico.
Come abbiamo avuto modo di notare, negli ultimi suoi interventi AEC si sta maggiormente avvicinando ad tematiche più vicine al mondo naturale, distaccandosi così in parte dai risvolti mistici ed onirici che da sempre ne hanno influenzato i lavori. Questa svolta ‘verde’ viene sviscerata dal grande artista, in special modo negli ultimi pezzi, per supportare una riflessione su temi differenti e dal forte valore emotivo e sociale, dopo Las Vegas (qui) vediamo quindi un intervento maggiormente impegnato con temi importanti e fortemente riflessivi che ci hanno positivamente colpito.
Quest’ultima magia prende vita su questa porzione di parete a San Juan, il lavoro è caratterizzato da una pulizia impeccabile, al centro dell’opera unicamente il corpo di uomo deceduto,con il volto ed i genitali coperti da due panni, i colori sono belli caldi coniugati attraverso una forte propensione al dettaglio. A catturare la nostra attenzione è però la precisa intenzione di AEC di spingere il lavoro su un tema importante e forte come la morte, in particolare l’artista sviluppa l’intervento sulla rinascita spirituale che ne consegue, un forte fiore sboccia così dal petto dell’uomo a simboleggiare proprio il rinnovo, il dopo la vita, in un opera fortemente emotiva.
C’è davvero molto da vedere, i dettagli come gli animali sul corpo e sul fiore, passando per il fiore a forma di cuore, fino alle gocce d’acqua poggiate sulle grandi foglie, bellissimo.
Prendetevi tutto il giusto tempo per approfondire quest’ultima meraviglia, dopo il salto le immagini e se vi siete persi il nostro coverage sui lavoro a San Juan, questo è il posto giusto.

Pics by The Artists