GORGO

Interesni Kazki – New Mural for The Library Street Collective

Detroit rappresenta per molti aspetti lo spettro che incombe sulla società moderna, una città completamente abbandonata a se stessa che vive di fatto di ricordi di un passato remoto in cui la florida attività della case automobilistiche ne trasformavano l’economia fino a farla diventare uno dei luoghi più floridi del paese. A questa situazione ora è contrapposto un degrado che tocca ed abbraccia le estremità più basse, da quello sociale a quello economico che hanno di fatto trasformato la metropoli in un ombra di se stessa, case abbandonate e delinquenza dilagante, in un contesto così difficile emerge tutta la forza e l’importanza di un lavoro come quello della The Library Street Collective che chiama a sé alcuni tra gli artisti più importanti sia nazionali che internazionali per offrire loro l’opportunità di esprimersi all’interno di questo scampolo di società ai margini, dopo Hense (qui), andiamo quindi a dare un occhiata all’intervento del duo ucraino degli Interesni Kazki.
Le prime avvisaglie del nuovo filone fortemente influenzato dagli elementi naturali, le avevamo notate per la parete dipinta in occasione dell’Art Basel 2013 di Miami, ora gli Interesni Kazki continuano questi nuovo percorso con una delle lunghissime pareti messe a disposizione per il bel progetto della galleria.
Il grande duo formato da AEC e Waone trasforma così la personale visione miscelando quelli che sono i tratti tipici del loro lavoro, gli espedienti visivi, i giochi di emersione ed immersioni uniti ad un immaginario fantastico ed a tratti fiabesco, con piante, alberi, foglie ed i consueti personaggi surreali, perfino i colori si trasformano passando da tinte più calde come il rosso, l’arancione ed il giallo, che vengono ora intersecate alle varie tonalità di verde e di marrone. Sebbene manchino i consueti riferimenti alla cosmologia, al simbolismo ancora una volta ci troviamo di fronte ad una visione multi sfaccettata che offre differenti chiavi di lettura, il livello dei dettagli a consuetudine è veramente elevato, con gli animali, i personaggi e gli intensi cambi cromatici a farla da padrona.
Aspettando nuovi e succosi aggiornamenti dagli Interesni Kazki, vi lasciamo ad un ampia galleria dove ne potete apprezzare tutto il vivissimo tratto e stile, dateci un occhiata siamo certi che non ne rimarrete affatto delusi.

Pics by The Artist

Interesni Kazki – New Mural for The Library Street Collective

Detroit rappresenta per molti aspetti lo spettro che incombe sulla società moderna, una città completamente abbandonata a se stessa che vive di fatto di ricordi di un passato remoto in cui la florida attività della case automobilistiche ne trasformavano l’economia fino a farla diventare uno dei luoghi più floridi del paese. A questa situazione ora è contrapposto un degrado che tocca ed abbraccia le estremità più basse, da quello sociale a quello economico che hanno di fatto trasformato la metropoli in un ombra di se stessa, case abbandonate e delinquenza dilagante, in un contesto così difficile emerge tutta la forza e l’importanza di un lavoro come quello della The Library Street Collective che chiama a sé alcuni tra gli artisti più importanti sia nazionali che internazionali per offrire loro l’opportunità di esprimersi all’interno di questo scampolo di società ai margini, dopo Hense (qui), andiamo quindi a dare un occhiata all’intervento del duo ucraino degli Interesni Kazki.
Le prime avvisaglie del nuovo filone fortemente influenzato dagli elementi naturali, le avevamo notate per la parete dipinta in occasione dell’Art Basel 2013 di Miami, ora gli Interesni Kazki continuano questi nuovo percorso con una delle lunghissime pareti messe a disposizione per il bel progetto della galleria.
Il grande duo formato da AEC e Waone trasforma così la personale visione miscelando quelli che sono i tratti tipici del loro lavoro, gli espedienti visivi, i giochi di emersione ed immersioni uniti ad un immaginario fantastico ed a tratti fiabesco, con piante, alberi, foglie ed i consueti personaggi surreali, perfino i colori si trasformano passando da tinte più calde come il rosso, l’arancione ed il giallo, che vengono ora intersecate alle varie tonalità di verde e di marrone. Sebbene manchino i consueti riferimenti alla cosmologia, al simbolismo ancora una volta ci troviamo di fronte ad una visione multi sfaccettata che offre differenti chiavi di lettura, il livello dei dettagli a consuetudine è veramente elevato, con gli animali, i personaggi e gli intensi cambi cromatici a farla da padrona.
Aspettando nuovi e succosi aggiornamenti dagli Interesni Kazki, vi lasciamo ad un ampia galleria dove ne potete apprezzare tutto il vivissimo tratto e stile, dateci un occhiata siamo certi che non ne rimarrete affatto delusi.

Pics by The Artist