fbpx
GORGO

Interesni Kazki – “Journey through Sade Sati” New Mural

Continuiamo a seguire gli spostamenti di WAONE, l’artista del duo Ucraino Interesni Kazki si trova infatti in India per il consueto tour annuale che come sempre ci riserva una serie di interessanti nuovi interventi che ne portano avanti stile e tematiche.
Dopo Time for Change che ha segnato una chiara e precisa posizione all’interno dei conflitti tra stato e popolo nella sua Ucraina, WAONE continua il suo tour andando a lavorare su questa piccola porzione di parete. È interessante notare come proprio la peculiarità dei luoghi, dei paesaggi e soprattutto delle pareti, influenzino in modo così efficace le produzioni dell’artista, gli spazi a disposizione non permettono infatti una realizzazione di quelle che sono le grandi ed iper dettagliate trame alle quali gli stessi Interesni Kakzi ci hanno abituato nel corso degli anni, ma piuttosto ci si ritrova a confrontarsi con piccole e minuziose composizioni che mettono più che mai in evidenza le figure ed i personaggi surreali, nonché i temi visionari ed onirici, con rimandi alla cosmologia, alla religione, alla numerologia ed al fantastico che così tanto influenzano l’operato di entrambi gli interpreti del duo.
Per questo suo nuovo viaggio WAONE si sta approcciando alle pareti attraverso una simbiosi maggiore, osservando il precedente quanto quest’ultimo pezzo, notiamo infatti fin da subito la volontà di lasciare inalterate le caratteristiche della parete stesse, le scritte così come la pittura sbiadita non vengano infatti assolutamente coperte diventando di fatto parte integrante e scenografie per gli interventi dell’interprete che ne sfrutta così a proprio vantaggio la forma e la cadenza per sviluppare sopra il proprio tratto.
Quest’ultimo lavoro, dal nome “Journey through Sade Sati”, sembra essere stato realizzato durante un percorso di passaggio, la struttura sul quale viene dipinto è una piccola architettura completamente immersa e circondata dalla natura. Qui l’interprete sviluppa una figura ricchissima di dettagli, un grande volto, che si rifà nella carnagione e nella sua forma al popolo indiano, appoggiato sul guscio di una tartaruga, dalle labbra fuoriesce una sorta di micro cosmo nel quale spicca la figura di un grande pianeta, dandoci l’impressione di una sorta di racconto fantastico, dove sogni e fantasia si mescolano all’irreale, tutto raccolto nel consueto filtro tematico del grande artista.

Pics by The Artist

Interesni Kazki – “Journey through Sade Sati” New Mural

Continuiamo a seguire gli spostamenti di WAONE, l’artista del duo Ucraino Interesni Kazki si trova infatti in India per il consueto tour annuale che come sempre ci riserva una serie di interessanti nuovi interventi che ne portano avanti stile e tematiche.
Dopo Time for Change che ha segnato una chiara e precisa posizione all’interno dei conflitti tra stato e popolo nella sua Ucraina, WAONE continua il suo tour andando a lavorare su questa piccola porzione di parete. È interessante notare come proprio la peculiarità dei luoghi, dei paesaggi e soprattutto delle pareti, influenzino in modo così efficace le produzioni dell’artista, gli spazi a disposizione non permettono infatti una realizzazione di quelle che sono le grandi ed iper dettagliate trame alle quali gli stessi Interesni Kakzi ci hanno abituato nel corso degli anni, ma piuttosto ci si ritrova a confrontarsi con piccole e minuziose composizioni che mettono più che mai in evidenza le figure ed i personaggi surreali, nonché i temi visionari ed onirici, con rimandi alla cosmologia, alla religione, alla numerologia ed al fantastico che così tanto influenzano l’operato di entrambi gli interpreti del duo.
Per questo suo nuovo viaggio WAONE si sta approcciando alle pareti attraverso una simbiosi maggiore, osservando il precedente quanto quest’ultimo pezzo, notiamo infatti fin da subito la volontà di lasciare inalterate le caratteristiche della parete stesse, le scritte così come la pittura sbiadita non vengano infatti assolutamente coperte diventando di fatto parte integrante e scenografie per gli interventi dell’interprete che ne sfrutta così a proprio vantaggio la forma e la cadenza per sviluppare sopra il proprio tratto.
Quest’ultimo lavoro, dal nome “Journey through Sade Sati”, sembra essere stato realizzato durante un percorso di passaggio, la struttura sul quale viene dipinto è una piccola architettura completamente immersa e circondata dalla natura. Qui l’interprete sviluppa una figura ricchissima di dettagli, un grande volto, che si rifà nella carnagione e nella sua forma al popolo indiano, appoggiato sul guscio di una tartaruga, dalle labbra fuoriesce una sorta di micro cosmo nel quale spicca la figura di un grande pianeta, dandoci l’impressione di una sorta di racconto fantastico, dove sogni e fantasia si mescolano all’irreale, tutto raccolto nel consueto filtro tematico del grande artista.

Pics by The Artist