fbpx
GORGO

Interesni Kazki – “Holy Slipper” New Mural in India

Con questa nuova splendida parete, continuiamo con piacere a seguire gli sviluppi del viaggio intrapreso da ambedue i componenti del duo Interesni Kazki, AEC e WAONE, in India, un nuovo intervento che segna in grande stile verso dinamiche decisamente più fantastiche.
Il particolare approccio visivo degli Interesni Kazki ci ha sempre particolarmente catturato, il due artisti immettono nelle loro pareti i frutti e le visioni di un immaginario sconfinato ricco di spunti differenti, dai rimandi alla cosmologia, passando per i micro universi abitati da personaggi surreali, combinati alla vastità di dettagli presenti, sono opere vive che vengono alimentate da un utilizzo di palette calde a contrasto con colori più notturni. Per capirne affondo il loro particolare stile dobbiamo letteralmente immergerci all’interno di esso, coglierne gli spunti, lasciarci trasportare dalla ricchezza visiva fino a perderci completamente all’interno in orgastica mole di dettagli e danze mistiche. La capacità di ambedue gli artisti da tracciare un universo mutevole, personale e ricchissimo di elementi differenti ci ha sempre lasciato estasiati, la connotazione naturale così come quella fantastica rappresentano il valore aggiunto di una produzione che ha nell’elevatissimo livello di dettaglio la sua vera peculiarità, AEC e WAONE vanno a prendere ampio da tutto quel variegato mondo di simboli ed elementi mistici riuscendo ad imbastire una trama visiva personale che ci apre le porta di una sorta di fiaba moderna, raccontata attraverso il reale e l’irreale, emerge così un efficacissimo mix tra ciò che conosciamo e ciò che ignoriamo, da fantasia e realtà in una sospensione che non si limita ad essere unicamente visiva ma soprattutto emotiva.
Per questa su ultima fatica dal titolo “Holy Slipper” AEC torna a calcare con forza un approccio maggiormente fantastico, l’intera superfice di lavoro, la piccola parete di questa casupola nella zona di Varkala, andando nuovamente a proporre i consueti ed interessantissimi mash-up visivi ed impegnandosi nella creazione di una scenografia dal fortissimo carattere naturale che richiama ancora una volta il paesaggio Indiano. L’attenzione è però tutta per la figura centrale, gli elementi di sfondo per un volta passano in secondo piano per un impegno maggiormente diretto versola grande pantofola nel mezzo. Proprio la caratteristica pantofola rappresenta un piccolo simbolo della cultura Indiana che viene completamente trasformato dall’artista ucraino, si muove così una sorta di essere mistico e fortemente folkloristico che porta sulle sue spalle una gigantesca brocca di acqua dotata di proboscide. La qualità della pittura è fuori discussione, i giochi di luce, così come la ricchezza di dettagli segnano ancora una volta un nuovo e memorabile intervento.
Scrollate giù dopo il salto una bella panoramica con tutti i dettagli di questa ultima fatica targata AEC, in attesa di vedere nuovi aggiornamenti dal duo, magari una parete insieme, vi lasciamo quindi alle immagini di questa sua ultima fatica certi che non mancherete di coglierne tutta l’efficacia.

Pics by The Artist

Interesni Kazki – “Holy Slipper” New Mural in India

Con questa nuova splendida parete, continuiamo con piacere a seguire gli sviluppi del viaggio intrapreso da ambedue i componenti del duo Interesni Kazki, AEC e WAONE, in India, un nuovo intervento che segna in grande stile verso dinamiche decisamente più fantastiche.
Il particolare approccio visivo degli Interesni Kazki ci ha sempre particolarmente catturato, il due artisti immettono nelle loro pareti i frutti e le visioni di un immaginario sconfinato ricco di spunti differenti, dai rimandi alla cosmologia, passando per i micro universi abitati da personaggi surreali, combinati alla vastità di dettagli presenti, sono opere vive che vengono alimentate da un utilizzo di palette calde a contrasto con colori più notturni. Per capirne affondo il loro particolare stile dobbiamo letteralmente immergerci all’interno di esso, coglierne gli spunti, lasciarci trasportare dalla ricchezza visiva fino a perderci completamente all’interno in orgastica mole di dettagli e danze mistiche. La capacità di ambedue gli artisti da tracciare un universo mutevole, personale e ricchissimo di elementi differenti ci ha sempre lasciato estasiati, la connotazione naturale così come quella fantastica rappresentano il valore aggiunto di una produzione che ha nell’elevatissimo livello di dettaglio la sua vera peculiarità, AEC e WAONE vanno a prendere ampio da tutto quel variegato mondo di simboli ed elementi mistici riuscendo ad imbastire una trama visiva personale che ci apre le porta di una sorta di fiaba moderna, raccontata attraverso il reale e l’irreale, emerge così un efficacissimo mix tra ciò che conosciamo e ciò che ignoriamo, da fantasia e realtà in una sospensione che non si limita ad essere unicamente visiva ma soprattutto emotiva.
Per questa su ultima fatica dal titolo “Holy Slipper” AEC torna a calcare con forza un approccio maggiormente fantastico, l’intera superfice di lavoro, la piccola parete di questa casupola nella zona di Varkala, andando nuovamente a proporre i consueti ed interessantissimi mash-up visivi ed impegnandosi nella creazione di una scenografia dal fortissimo carattere naturale che richiama ancora una volta il paesaggio Indiano. L’attenzione è però tutta per la figura centrale, gli elementi di sfondo per un volta passano in secondo piano per un impegno maggiormente diretto versola grande pantofola nel mezzo. Proprio la caratteristica pantofola rappresenta un piccolo simbolo della cultura Indiana che viene completamente trasformato dall’artista ucraino, si muove così una sorta di essere mistico e fortemente folkloristico che porta sulle sue spalle una gigantesca brocca di acqua dotata di proboscide. La qualità della pittura è fuori discussione, i giochi di luce, così come la ricchezza di dettagli segnano ancora una volta un nuovo e memorabile intervento.
Scrollate giù dopo il salto una bella panoramica con tutti i dettagli di questa ultima fatica targata AEC, in attesa di vedere nuovi aggiornamenti dal duo, magari una parete insieme, vi lasciamo quindi alle immagini di questa sua ultima fatica certi che non mancherete di coglierne tutta l’efficacia.

Pics by The Artist