fbpx
GORGO

L’installazione di Thomas Canto a Shenzhen in Cina

“Gravitational inertia infinity” è l’installazione recentemente realizzata da Thomas Canto sul tetto di un edificio privato a Shenzhen in Cina. L’opera, che segna il ritorno dell’artista in strada, è il primo elemento di un nuovo corpo di lavoro che egli intende esplorare nei prossimi mesi.
L’installazione è stata interamente realizzata con materiale riflettente con l’obbiettivo di generare una forte interazione tra la scultura e l’ambiente circostante favorendo un dialogo tra natura, uomo e architettura. Obbiettivo di Thomas Canto è quello di incentivare una differente esperienza percettiva mettendo a contatto gli elementi circostanti con l’opera e incentivando l’osservatore a confrontarsi e vedere la realtà sotto inedite prospettive.

Photo Credit: The Artist

L’installazione di Thomas Canto a Shenzhen in Cina

“Gravitational inertia infinity” è l’installazione recentemente realizzata da Thomas Canto sul tetto di un edificio privato a Shenzhen in Cina. L’opera, che segna il ritorno dell’artista in strada, è il primo elemento di un nuovo corpo di lavoro che egli intende esplorare nei prossimi mesi.
L’installazione è stata interamente realizzata con materiale riflettente con l’obbiettivo di generare una forte interazione tra la scultura e l’ambiente circostante favorendo un dialogo tra natura, uomo e architettura. Obbiettivo di Thomas Canto è quello di incentivare una differente esperienza percettiva mettendo a contatto gli elementi circostanti con l’opera e incentivando l’osservatore a confrontarsi e vedere la realtà sotto inedite prospettive.

Photo Credit: The Artist