GORGO

Il murale di Hyuro a Requena in Spagna

Nei giorni scorsi Hyuro ha realizzato una nuova e grande pittura nei pressi del teatro di Requena, piccola cittadina nei pressi di Valencia in Spagna.
Il Teatro Principal de Requena è stato disegnato dall’architetto Valenciano Joaquín Rieta nel 1945 e costruito sul sito dove sorgeva il vecchio Circus Theatre costruito nei primi anni del novecento. La vicinanza con la struttura, epicentro delle attività culturali della città, ha ispirato Hyuro nella realizzazione di questo nuovo murale.
“El saludo” rappresenta il saluto che un attore fa alla fine di un opera teatrale ma è soprattutto un momento di grande riflessione sulla società e sull’uomo in generale. Hyuro riflette a tutto tondo sulla vita e su come ai giorni d’oggi la società venga concepita come un teatro dove ciascuno di noi recita una parte. Per l’artista l’uomo è un attore che sembra accontentarsi di ruoli mediocri, privandosi della propria liberà in un gioco interamente basato sulle apparenze.
Contestualizzando gli elementi distintivi dello spazio di lavoro Hyuro tratteggia l’ennesima stoccata alla società regalandoci un momento di forte riflessione.

Photo Credit: The Artist

Il murale di Hyuro a Requena in Spagna

Nei giorni scorsi Hyuro ha realizzato una nuova e grande pittura nei pressi del teatro di Requena, piccola cittadina nei pressi di Valencia in Spagna.
Il Teatro Principal de Requena è stato disegnato dall’architetto Valenciano Joaquín Rieta nel 1945 e costruito sul sito dove sorgeva il vecchio Circus Theatre costruito nei primi anni del novecento. La vicinanza con la struttura, epicentro delle attività culturali della città, ha ispirato Hyuro nella realizzazione di questo nuovo murale.
“El saludo” rappresenta il saluto che un attore fa alla fine di un opera teatrale ma è soprattutto un momento di grande riflessione sulla società e sull’uomo in generale. Hyuro riflette a tutto tondo sulla vita e su come ai giorni d’oggi la società venga concepita come un teatro dove ciascuno di noi recita una parte. Per l’artista l’uomo è un attore che sembra accontentarsi di ruoli mediocri, privandosi della propria liberà in un gioco interamente basato sulle apparenze.
Contestualizzando gli elementi distintivi dello spazio di lavoro Hyuro tratteggia l’ennesima stoccata alla società regalandoci un momento di forte riflessione.

Photo Credit: The Artist