fbpx
GORGO

Hyuro – New Piece in Arles, France Part II

Come consuetudine il raid di Hyuro per le strade di Arles in Francia non sembra affatto terminato, l’artista argentina infatti prosegue il suo incessante lavoro mostrandoci questo secondo lavoro elaborato per le strade della cittadina francese.
Come detto e ribadito più volte abbiamo notato una certa enfasi per i dettagli nelle ultime produzioni firmate da Hyuro, una maggiore cura quindi accompagnata da una sistematica ricerca di colori sempre più tetri e tristi che possano quindi al meglio rappresentare le profonde e cupe tematiche che impegnano l’artista nelle sue produzioni, a destare interesse però per questa ultima opera è la presenza dopo veramente parecchio tempo di una figura maschile che addirittura guida la fila di donna. Non allarmatevi, Hyuro non ha cambiato le proprio opinione, piuttosto per questo lavoro sembra essersi concentrata su altro aspetto della particolare e variegata situazione dell’universo femminile, anziché denunciarne gli stereotipi voluti dall’uomo o il viscerale rapporto con l’habitat domestico, qui la street artist sembra voler parlare di una situazione difficile con la quale anche la stessa figura maschile deve fare i conti, in un ipotetica acqua alla gola che diventa qui melma alle caviglie, osserviamo i volti rabbuiati dei suoi personaggi raccontarci il dramma del non poterne uscire, del rimanere incastrati in una situazione di difficoltà, letteralmente chiusi ed in scacco, proprio come se ci trovassimo all’interno di uno scatolone, immensa.

Pics by The Artist

Hyuro – New Piece in Arles, France Part II

Come consuetudine il raid di Hyuro per le strade di Arles in Francia non sembra affatto terminato, l’artista argentina infatti prosegue il suo incessante lavoro mostrandoci questo secondo lavoro elaborato per le strade della cittadina francese.
Come detto e ribadito più volte abbiamo notato una certa enfasi per i dettagli nelle ultime produzioni firmate da Hyuro, una maggiore cura quindi accompagnata da una sistematica ricerca di colori sempre più tetri e tristi che possano quindi al meglio rappresentare le profonde e cupe tematiche che impegnano l’artista nelle sue produzioni, a destare interesse però per questa ultima opera è la presenza dopo veramente parecchio tempo di una figura maschile che addirittura guida la fila di donna. Non allarmatevi, Hyuro non ha cambiato le proprio opinione, piuttosto per questo lavoro sembra essersi concentrata su altro aspetto della particolare e variegata situazione dell’universo femminile, anziché denunciarne gli stereotipi voluti dall’uomo o il viscerale rapporto con l’habitat domestico, qui la street artist sembra voler parlare di una situazione difficile con la quale anche la stessa figura maschile deve fare i conti, in un ipotetica acqua alla gola che diventa qui melma alle caviglie, osserviamo i volti rabbuiati dei suoi personaggi raccontarci il dramma del non poterne uscire, del rimanere incastrati in una situazione di difficoltà, letteralmente chiusi ed in scacco, proprio come se ci trovassimo all’interno di uno scatolone, immensa.

Pics by The Artist