fbpx
GORGO

Hyuro for The Painted Desert Project in Arizona

Dopo parecchio tempo torniamo ad immergerci tra le meraviglie del The Painted Desert Project, tra i nuovi ospiti troviamo Hyuro che ha da poco terminato di dipingere un nuovo intervento all’interno della riserva Navajo in Arizona.
Come ribadito più volte il The Painted Desert Project è un progetto dalle differenti sfaccettature, ci troviamo all’interno del deserto rosso dell’Arizona, un paesaggio mozzafiato dove all’interno di una riserva navajo vive un esistenza tranquilla una piccola comunità dedita alla pastorizia ed alla vendita di chincaglieria di varie genere, l’idea del progetto è proprio quella di invogliare un turismo creativo che possa sollevare le sorti di queste persone attraverso gli interventi di artisti di fama mondiale. Il risultato sono opere completamente immerse in questo paradiso visivo fortemente legate alle storie ed alla gente del posto che di fatto hanno cambiato completamente l’aspetto dei luoghi di questa comunità, un progetto ‘povero’ ma dal fortissimo impatto emotivo.
Il lavoro di Hyuro poggia le basi sulla scelta dell’artista di intraprendere una personale riflessione sul ruolo della donna all’interno della società contemporanea, in particolare l’Argentina porta avanti un lavoro atto a smontare dalle fondamenta gli stereotipici e la visione della stessa da parte di una società prettamente maschilistica. Questo particolare inflessione tematica viene sviluppata da uno stile visivo unico atto proprio ad alimentare la riflessione, le tinte si fanno malinconiche, così come gli stessi personaggi, soggetti cupi e tristi, quasi inespressivi che cavalcano il grigiore delle parete ed alimentando il senso di sconforto, il tutto viene coadiuvato dalla precisa volontà di schernire rendo ridicoli, al limite del grottesco, situazioni ed usi e costumi, come la pulizia della casa, o l’accudire i bambini, che vengono automaticamente etichettati come appartenenti all’universo femminile.
Per il bel progetto l’interprete va questa volta a cogliere un nuovo aspetto profondamente legato alle dinamiche del luogo, per l’intervento infatti questa volta l’autrice Argentina sceglie di mettere da parte le riflessioni sull’universo femminile andando a cogliere, attraverso la peculiare pittura frame by frame, i movimenti e gli istanti legati alla preghiera al sole che i navajo compiono ogni mattina al levare del sole.
In calce al nostro testo potete trovare tutte le immagini di quest’ultima fatica dell’artista, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo, presto infatti nuovi approfondimenti sul lavoro di Hyuro.

It has been the tradition and practice of Navajo people for many years to greet each day with Morning Prayer. Men and women do the prayer in the doorway of their hoghans which face east to greet the rising sun. The prayer is done using white corn pollen.
It has been known that every Navajo has spiritual attachment with everyone and with the mother earth as well.
The main objective of this early morning prayer to Navajo is to carry the seeker into the existence if the incoming day with open mind and open heart. They believe that if they can arrive at this point they can influence the incoming day. There is an incredible level of power flowing in the present time. As Navajo seeker, the only objective is to be really in the present time where the energy resides and not burdened with reliving the things happen yesterday or stress about what is supposed to take place today and tomorrow.

Pics by The Artist

Hyuro for The Painted Desert Project in Arizona

Dopo parecchio tempo torniamo ad immergerci tra le meraviglie del The Painted Desert Project, tra i nuovi ospiti troviamo Hyuro che ha da poco terminato di dipingere un nuovo intervento all’interno della riserva Navajo in Arizona.
Come ribadito più volte il The Painted Desert Project è un progetto dalle differenti sfaccettature, ci troviamo all’interno del deserto rosso dell’Arizona, un paesaggio mozzafiato dove all’interno di una riserva navajo vive un esistenza tranquilla una piccola comunità dedita alla pastorizia ed alla vendita di chincaglieria di varie genere, l’idea del progetto è proprio quella di invogliare un turismo creativo che possa sollevare le sorti di queste persone attraverso gli interventi di artisti di fama mondiale. Il risultato sono opere completamente immerse in questo paradiso visivo fortemente legate alle storie ed alla gente del posto che di fatto hanno cambiato completamente l’aspetto dei luoghi di questa comunità, un progetto ‘povero’ ma dal fortissimo impatto emotivo.
Il lavoro di Hyuro poggia le basi sulla scelta dell’artista di intraprendere una personale riflessione sul ruolo della donna all’interno della società contemporanea, in particolare l’Argentina porta avanti un lavoro atto a smontare dalle fondamenta gli stereotipici e la visione della stessa da parte di una società prettamente maschilistica. Questo particolare inflessione tematica viene sviluppata da uno stile visivo unico atto proprio ad alimentare la riflessione, le tinte si fanno malinconiche, così come gli stessi personaggi, soggetti cupi e tristi, quasi inespressivi che cavalcano il grigiore delle parete ed alimentando il senso di sconforto, il tutto viene coadiuvato dalla precisa volontà di schernire rendo ridicoli, al limite del grottesco, situazioni ed usi e costumi, come la pulizia della casa, o l’accudire i bambini, che vengono automaticamente etichettati come appartenenti all’universo femminile.
Per il bel progetto l’interprete va questa volta a cogliere un nuovo aspetto profondamente legato alle dinamiche del luogo, per l’intervento infatti questa volta l’autrice Argentina sceglie di mettere da parte le riflessioni sull’universo femminile andando a cogliere, attraverso la peculiare pittura frame by frame, i movimenti e gli istanti legati alla preghiera al sole che i navajo compiono ogni mattina al levare del sole.
In calce al nostro testo potete trovare tutte le immagini di quest’ultima fatica dell’artista, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo, presto infatti nuovi approfondimenti sul lavoro di Hyuro.

It has been the tradition and practice of Navajo people for many years to greet each day with Morning Prayer. Men and women do the prayer in the doorway of their hoghans which face east to greet the rising sun. The prayer is done using white corn pollen.
It has been known that every Navajo has spiritual attachment with everyone and with the mother earth as well.
The main objective of this early morning prayer to Navajo is to carry the seeker into the existence if the incoming day with open mind and open heart. They believe that if they can arrive at this point they can influence the incoming day. There is an incredible level of power flowing in the present time. As Navajo seeker, the only objective is to be really in the present time where the energy resides and not burdened with reliving the things happen yesterday or stress about what is supposed to take place today and tomorrow.

Pics by The Artist