fbpx
GORGO

HuskMitNavn “Please Come Back” at Passagen Linköpings (Recap)

Dopo la bella serie di interventi realizzati a Charleroi per la sua biennale (Covered), il grande HuskMitNavn ha avuto il tempo di realizzare un nuovo allestimento all’interno degli spazi della Passagen Linköpings, spazio tutto Svedese che segna l’inedita collaborazione con l’interprete Danese.
Come visto diverse volte le produzioni dell’artista appoggiano le loro basi su una duplicità tematica che si muove tra un peculiare carattere fortemente divertente, con una fortissima dose di umorismo ed irriverenza, ed il carattere riflessivo che ad una attenta analisi attraversa tutte le produzioni dell’artista, spaziando quindi dall’ironico al bizzarro e lasciando in questo modo chi ne osserva il risultato in preda ad emozioni contrastanti.
Se queste rappresentano le basi del suo lavoro, per questo suo primo show in terra svedese, HuskMitNavn non si risparmia affatto anzi sceglie di proporre un allestimento bello pregno e carico con una serie di lavori differenti che spaziano dalla tela, al disegno, passando per le immancabile opere su muro. Esattamente come visto per The Hanging co-show aperto lo scorso dicembre negli spazi della Ruttkowski68 Gallery di Colonia, anche qui l’interprete ha presentato una serie di interventi decisamente dimensionali dove tra pittura su muro ed oggetti reali è andato a comporre davvero un bel numero dei suoi iconici personaggi alle prese con le situazioni più stravaganti e bizzarre. Questo particolare approccio riesce in questo senso a donare nuova vita e soprattutto maggior carattere ai soggetti dell’artista che attraverso l’utilizzo di vestiti reali ed oggetti di vario tipo riesce da una parte a coinvolgere ed a convogliare l’attenzione dello spettatore, dall’altra al contempo dona una profonda caratterizzazione ai suoi characters che si avvicinano maggiormente per emozioni e sensazioni ad una peculiare visione dell’uomo.
Proprio in questo senso il lavoro di HuskMitNavn va nuovamente a tracciare una sorta di paragone, i suoi protagonisti diventano uno specchio divertente e colorato dell’uomo, ne riescono a cogliere le mille sfaccettature, le emozioni così come le emotività all’interno di una analisi personale che non manca di divertire e di lasciarsi andare a temi e spunti più sobri tracciando al contempo una personale riflessione su quelli maggiormente impegnati.
Per darvi modo di vedere da vicino tutta la consueta magia e follia che accompagna le produzioni dell’artista, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli dello show, è tutto dopo il salto mettetevi comodi e dateci un occhiata.

Pics by The Artist

HuskMitNavn “Please Come Back” at Passagen Linköpings (Recap)

Dopo la bella serie di interventi realizzati a Charleroi per la sua biennale (Covered), il grande HuskMitNavn ha avuto il tempo di realizzare un nuovo allestimento all’interno degli spazi della Passagen Linköpings, spazio tutto Svedese che segna l’inedita collaborazione con l’interprete Danese.
Come visto diverse volte le produzioni dell’artista appoggiano le loro basi su una duplicità tematica che si muove tra un peculiare carattere fortemente divertente, con una fortissima dose di umorismo ed irriverenza, ed il carattere riflessivo che ad una attenta analisi attraversa tutte le produzioni dell’artista, spaziando quindi dall’ironico al bizzarro e lasciando in questo modo chi ne osserva il risultato in preda ad emozioni contrastanti.
Se queste rappresentano le basi del suo lavoro, per questo suo primo show in terra svedese, HuskMitNavn non si risparmia affatto anzi sceglie di proporre un allestimento bello pregno e carico con una serie di lavori differenti che spaziano dalla tela, al disegno, passando per le immancabile opere su muro. Esattamente come visto per The Hanging co-show aperto lo scorso dicembre negli spazi della Ruttkowski68 Gallery di Colonia, anche qui l’interprete ha presentato una serie di interventi decisamente dimensionali dove tra pittura su muro ed oggetti reali è andato a comporre davvero un bel numero dei suoi iconici personaggi alle prese con le situazioni più stravaganti e bizzarre. Questo particolare approccio riesce in questo senso a donare nuova vita e soprattutto maggior carattere ai soggetti dell’artista che attraverso l’utilizzo di vestiti reali ed oggetti di vario tipo riesce da una parte a coinvolgere ed a convogliare l’attenzione dello spettatore, dall’altra al contempo dona una profonda caratterizzazione ai suoi characters che si avvicinano maggiormente per emozioni e sensazioni ad una peculiare visione dell’uomo.
Proprio in questo senso il lavoro di HuskMitNavn va nuovamente a tracciare una sorta di paragone, i suoi protagonisti diventano uno specchio divertente e colorato dell’uomo, ne riescono a cogliere le mille sfaccettature, le emozioni così come le emotività all’interno di una analisi personale che non manca di divertire e di lasciarsi andare a temi e spunti più sobri tracciando al contempo una personale riflessione su quelli maggiormente impegnati.
Per darvi modo di vedere da vicino tutta la consueta magia e follia che accompagna le produzioni dell’artista, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli dello show, è tutto dopo il salto mettetevi comodi e dateci un occhiata.

Pics by The Artist