GORGO

Giorgio Bartocci x Jens Besser – New Mural in Milan

Bella collaborazione tra Giorgio Bartocci e Jens Besser, i due artisti si sono dati appuntamento a Milano, dove insieme hanno nei giorni scorsi terminato di realizzare questa intensa pittura.

Ricorderete la partecipazione di Giorgio Bartocci per l’Antimurals Project (Covered) organizzato proprio da Jens Besser. I due tornano ad intrecciare i rispettivi percorsi con una produzione congiunta che eredita i differenti approcci estetici.

Le particolari figure dell’artista italiano rappresentano una personale sintesi dell’essere umano. Attraverso una personale commutazione della forma, Giorgio Bartocci plasma l’aspetto di questi frammenti, di queste anime erranti che racchiudono in se tutto lo spettro emotivo dell’uomo. L’autore sceglie qui di ispirarsi alla tensione sociale, argomento particolarmente attuale.

D’altro canto Jens Besser, famoso per la sua splendida pubblicazione Muralismo Morte – vi consigliamo caldamente l’acquisto – lavora anche qui attraverso due livelli. Se il primo è scandito dal consueto range tonale, il secondo vede l’artista realizzare una serie di torri babeliche ponendo le iniziali delle città visitate durante la sua permanenza nel nostro paese. Bello.

Thanks to The Artists for The Pics

Giorgio Bartocci x Jens Besser – New Mural in Milan

Bella collaborazione tra Giorgio Bartocci e Jens Besser, i due artisti si sono dati appuntamento a Milano, dove insieme hanno nei giorni scorsi terminato di realizzare questa intensa pittura.

Ricorderete la partecipazione di Giorgio Bartocci per l’Antimurals Project (Covered) organizzato proprio da Jens Besser. I due tornano ad intrecciare i rispettivi percorsi con una produzione congiunta che eredita i differenti approcci estetici.

Le particolari figure dell’artista italiano rappresentano una personale sintesi dell’essere umano. Attraverso una personale commutazione della forma, Giorgio Bartocci plasma l’aspetto di questi frammenti, di queste anime erranti che racchiudono in se tutto lo spettro emotivo dell’uomo. L’autore sceglie qui di ispirarsi alla tensione sociale, argomento particolarmente attuale.

D’altro canto Jens Besser, famoso per la sua splendida pubblicazione Muralismo Morte – vi consigliamo caldamente l’acquisto – lavora anche qui attraverso due livelli. Se il primo è scandito dal consueto range tonale, il secondo vede l’artista realizzare una serie di torri babeliche ponendo le iniziali delle città visitate durante la sua permanenza nel nostro paese. Bello.

Thanks to The Artists for The Pics