fbpx
GORGO

Giorgio Bartocci for Fallout Walls 2016 in Trino

Nello scenario post-atomico del Fallout Walls di Trino, scende in campo Giorgio Bartocci con una nuova ed iconica pittura.
Con questa nuova fatica dell’autore italiano, continuiamo a seguire con interesse gli sviluppi del festival Piemontese. La rassegna è curato da El Euro, con il supporto del comune, ed ha visto alcuni nomi tra i più importanti della scena Italiana e non, lavorare ad una serie di interventi sparsi per la città. Peculiarità del luogo, è la presenza di una delle poche centrali nucleari italiani, spunto questo che rappresenta il cardine del setting scelto per il progetto. Al tempo stesso Fallout Walls vuole proporre, attraverso il lavoro degli artisti coinvolti, una personale spaccato dell’evoluzione dei graffiti negli ultimi 20 anni
Al lavoro su questa struttura metallica, Giorgio Bartocci sviluppa una nuova composizione caratterizzata da colori caldi e da una forte impronta motoria. Attivissimo in questo periodo, il grande artista Italiano sta intensificando lo sviluppo delle sue particolari forme, trovando nuove identità cromatiche (Covered) oppure sviluppando un moto pittorico maggiormente sintetico, frastagliato, all’interno del quale la lettura dei corpi dei soggetti sintetizzati, passa per esperienze, sensazioni e stimoli del tutto personali.
In questo caso l’opera vive attraverso una composizione basata su forme maggiormente pulite e sintetiche, su volumi più grandi a confronto con istanti di dimensione minore, e dai piccoli volti che da sempre ne caratterizzano il lavoro in strada.
In attesa di mostrarvi gli altri interventi realizzati per il progetto, vi lasciamo ad una bella e lunga serie di scatti, è tutto dopo il salto, dateci un occhiata!

Trino (VC), Piemonte, Italia, Europa, Pianeta Terra 45°11’01.3”N 8°16’44.8”E

Pics by Manuel Scalas

Giorgio Bartocci for Fallout Walls 2016 in Trino

Nello scenario post-atomico del Fallout Walls di Trino, scende in campo Giorgio Bartocci con una nuova ed iconica pittura.
Con questa nuova fatica dell’autore italiano, continuiamo a seguire con interesse gli sviluppi del festival Piemontese. La rassegna è curato da El Euro, con il supporto del comune, ed ha visto alcuni nomi tra i più importanti della scena Italiana e non, lavorare ad una serie di interventi sparsi per la città. Peculiarità del luogo, è la presenza di una delle poche centrali nucleari italiani, spunto questo che rappresenta il cardine del setting scelto per il progetto. Al tempo stesso Fallout Walls vuole proporre, attraverso il lavoro degli artisti coinvolti, una personale spaccato dell’evoluzione dei graffiti negli ultimi 20 anni
Al lavoro su questa struttura metallica, Giorgio Bartocci sviluppa una nuova composizione caratterizzata da colori caldi e da una forte impronta motoria. Attivissimo in questo periodo, il grande artista Italiano sta intensificando lo sviluppo delle sue particolari forme, trovando nuove identità cromatiche (Covered) oppure sviluppando un moto pittorico maggiormente sintetico, frastagliato, all’interno del quale la lettura dei corpi dei soggetti sintetizzati, passa per esperienze, sensazioni e stimoli del tutto personali.
In questo caso l’opera vive attraverso una composizione basata su forme maggiormente pulite e sintetiche, su volumi più grandi a confronto con istanti di dimensione minore, e dai piccoli volti che da sempre ne caratterizzano il lavoro in strada.
In attesa di mostrarvi gli altri interventi realizzati per il progetto, vi lasciamo ad una bella e lunga serie di scatti, è tutto dopo il salto, dateci un occhiata!

Trino (VC), Piemonte, Italia, Europa, Pianeta Terra 45°11’01.3”N 8°16’44.8”E

Pics by Manuel Scalas