GORGO

Geometricbang – New Murals in Lodi

Prosegue il bel momento di Geometricbang, l’artista Italiano ha da poco terminato di dipingere due nuove pareti a Lodi continuando nel portare avanti gli stimoli visivi e tematici che così fortemente ne stanno influenzando il lavoro negli ultimi mesi.

Alternando lavori in solitaria con l’intensa attività del bel progetto congiunto Funky Horror Vacui, Geometricbang continua la sua personale elaborazione di idee, pensieri, spunti e stimoli quotidiani attraverso un tratto che specialmente negli ultimi mesi ha ricevuto una fortissima accelerata avvicinandosi verso un impostazione maggiormente illustrativa. Uno degli elementi che ha sempre contraddistinto le produzioni dell’interprete è sicuramente la spiccata sensibilità verso il colore, osservando le prime produzioni ed andando mano a mano ad osservare le loro successiva evoluzione, è sempre emersa la capacità dell’artista di commutare tinte e campionature differenti all’interno di una ragnatela visiva improntata verso un visione maggiormente geometrica ed astratta.

Nel cambio apportato dall’autore abbiamo quindi accolto positivamente uno sviluppo più vicino alla forma umana, l’uomo diventa protagonista degli elaborati, i volti, i corpi o parti di essi, rappresentano il nuovo slancio tematico lasciando immutate però le caratteristiche prettamente visive del tratto. In questo senso ritroviamo quindi le iconiche caselle di colore, come sempre prive outlines, a formare una composizione equilibrata che compone la differenti figure desiderata.

Il significativo cambio di indirizzo permette a Geometricbang di interagire con chi osserva in modo differente, nelle opere precedenti lo stimolo era dato da un analisi soggettiva e personale che portava lo spettatore a cogliere aspetti e stimoli emotivi propri, una chiave di lettura figlia di sensazioni personali che stimolate proprio dalla fitta trama di caselle di colore, andavano a scardinare il loro impulso criptico. In questo nuovo percorso la lettura diventa più immediata, colpisce lo spettatore suggerendo ed ampliando quelle che sono situazioni quotidiani, spunti surreali o riflessioni maggiormente impegnate.

In questo senso queste due ultime pareti ereditano tutti gli stimoli del percorso visivo di Geometricbang, la prima dal titolo “People for Pace” evidenzia tutti l’aspetto maggiormente riflessione dell’approccio dell’autore, la seconda, realizzata all’interno degli spazio dell’Associazione CLAM, mette invece in risalto tutta l’impronta fantastica, gli stimoli naturali del lavoro dell’artista Italiano.

Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli di queste due nuovi elaborati, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo presto infatti nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Thanks to The Artist for The Pics

Geometricbang – New Murals in Lodi

Prosegue il bel momento di Geometricbang, l’artista Italiano ha da poco terminato di dipingere due nuove pareti a Lodi continuando nel portare avanti gli stimoli visivi e tematici che così fortemente ne stanno influenzando il lavoro negli ultimi mesi.

Alternando lavori in solitaria con l’intensa attività del bel progetto congiunto Funky Horror Vacui, Geometricbang continua la sua personale elaborazione di idee, pensieri, spunti e stimoli quotidiani attraverso un tratto che specialmente negli ultimi mesi ha ricevuto una fortissima accelerata avvicinandosi verso un impostazione maggiormente illustrativa. Uno degli elementi che ha sempre contraddistinto le produzioni dell’interprete è sicuramente la spiccata sensibilità verso il colore, osservando le prime produzioni ed andando mano a mano ad osservare le loro successiva evoluzione, è sempre emersa la capacità dell’artista di commutare tinte e campionature differenti all’interno di una ragnatela visiva improntata verso un visione maggiormente geometrica ed astratta.

Nel cambio apportato dall’autore abbiamo quindi accolto positivamente uno sviluppo più vicino alla forma umana, l’uomo diventa protagonista degli elaborati, i volti, i corpi o parti di essi, rappresentano il nuovo slancio tematico lasciando immutate però le caratteristiche prettamente visive del tratto. In questo senso ritroviamo quindi le iconiche caselle di colore, come sempre prive outlines, a formare una composizione equilibrata che compone la differenti figure desiderata.

Il significativo cambio di indirizzo permette a Geometricbang di interagire con chi osserva in modo differente, nelle opere precedenti lo stimolo era dato da un analisi soggettiva e personale che portava lo spettatore a cogliere aspetti e stimoli emotivi propri, una chiave di lettura figlia di sensazioni personali che stimolate proprio dalla fitta trama di caselle di colore, andavano a scardinare il loro impulso criptico. In questo nuovo percorso la lettura diventa più immediata, colpisce lo spettatore suggerendo ed ampliando quelle che sono situazioni quotidiani, spunti surreali o riflessioni maggiormente impegnate.

In questo senso queste due ultime pareti ereditano tutti gli stimoli del percorso visivo di Geometricbang, la prima dal titolo “People for Pace” evidenzia tutti l’aspetto maggiormente riflessione dell’approccio dell’autore, la seconda, realizzata all’interno degli spazio dell’Associazione CLAM, mette invece in risalto tutta l’impronta fantastica, gli stimoli naturali del lavoro dell’artista Italiano.

Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli di queste due nuovi elaborati, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo presto infatti nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Thanks to The Artist for The Pics