fbpx
GORGO

Fra Biancoshock – Basta una mano di bianco? Project in Milano

Come spesso abbiamo avuto modo di constatare gli interventi di Fra Biancoshock si sviluppano seguendo un istinto primordiale dell’artista che in totale immersione con la città ne sviluppa le tematiche più bizzarre capovolgendone il senso e inserendo una forte dose di tagliente ironia, ad alimentare questo processo artistico, abbiamo sempre però riscontrato una forte inflessione riflessiva che da sempre ne caratterizza il lavoro. A nostro avviso l’ultimo intervento dell’interprete rappresenta la summa stessa del suo caratteristico lavoro, con “Basta una mano di bianco?” Fra Biancoshock non si limita unicamente a schernire ed ironizzare ma ancora una volta lancia il seme del dibattito e della riflessione, lo fa con un intervento caratteristico – e non poteva essere altrimenti – dotato di una poetica disarmante e soprattutto di una estensione unica, colpisce diretto con una frase laconica per affondare il dito nella piaga l’artista.
Ma riavvolgiamo il nastro, la KPMG è una gigantesca multinazionale presente in oltre 150 paesi in tutto il mondo, la società si occupa di revisione e consulenza e può vantare tra i suoi clienti personalità e uomini di spicco della società internazionale, nonché personaggi dal indiscusso patrimonio economico, negli ultimi tempi la multinazionale ha promosso una personale iniziativa “Volontari per un Giorno” offrendo man forte in interventi e progetti solidali all’interno del Comune di Milano. Proprio quest’ultimo progetto ha visto la società collaborare con l’Associazione Anti Graffiti per ripulire completamente attraverso un “Cleaning Day” promosso da 50 volontari (di cui 40 dell’azienda), i muri di Piazza Andrea Cardinal Ferrari. A questi atti di carattere “sociale”, chiamiamoli così con un forte eufemismo, la società accompagna una condotta assolutamente discutibile, tra cui patteggiamento di 450 milioni di dollari con il governo degli States sui i suggerimenti per evadere al meglio le tasse, c’è in piedi un class action di altri 350 milioni di dollari da parte delle donne manager dell’azienda a causa della prassi del demansionamento, concludendo poi con il potere che riveste questo colosso all’interno dell’INPS italiano tanto da indurre un interrogazione parlamentare, Basta ripulire un muro per ripulirsi la coscienza?
Attraverso i suoi tre poster, con tanti di codice QR che rimanda alle prove inconfutabili della disonestà della società, l’artista fa di fatto cadere il castello di carte messo in piedi dalla stessa, Fra Biancoshock con quest’ultimo lavoro mira a colpire direttamente la KPMG per la sua condotta mettendo l’accento su un finto perbenismo piuttosto diffuso, un lavarsi la coscienza attraverso una pulizia dei muri che sa molto di smacchiamento interiore, semplice e geniale e non poteva essere altrimenti d’altronde.

Thanks to The Artist for Info e Pics

Fra Biancoshock – Basta una mano di bianco? Project in Milano

Come spesso abbiamo avuto modo di constatare gli interventi di Fra Biancoshock si sviluppano seguendo un istinto primordiale dell’artista che in totale immersione con la città ne sviluppa le tematiche più bizzarre capovolgendone il senso e inserendo una forte dose di tagliente ironia, ad alimentare questo processo artistico, abbiamo sempre però riscontrato una forte inflessione riflessiva che da sempre ne caratterizza il lavoro. A nostro avviso l’ultimo intervento dell’interprete rappresenta la summa stessa del suo caratteristico lavoro, con “Basta una mano di bianco?” Fra Biancoshock non si limita unicamente a schernire ed ironizzare ma ancora una volta lancia il seme del dibattito e della riflessione, lo fa con un intervento caratteristico – e non poteva essere altrimenti – dotato di una poetica disarmante e soprattutto di una estensione unica, colpisce diretto con una frase laconica per affondare il dito nella piaga l’artista.
Ma riavvolgiamo il nastro, la KPMG è una gigantesca multinazionale presente in oltre 150 paesi in tutto il mondo, la società si occupa di revisione e consulenza e può vantare tra i suoi clienti personalità e uomini di spicco della società internazionale, nonché personaggi dal indiscusso patrimonio economico, negli ultimi tempi la multinazionale ha promosso una personale iniziativa “Volontari per un Giorno” offrendo man forte in interventi e progetti solidali all’interno del Comune di Milano. Proprio quest’ultimo progetto ha visto la società collaborare con l’Associazione Anti Graffiti per ripulire completamente attraverso un “Cleaning Day” promosso da 50 volontari (di cui 40 dell’azienda), i muri di Piazza Andrea Cardinal Ferrari. A questi atti di carattere “sociale”, chiamiamoli così con un forte eufemismo, la società accompagna una condotta assolutamente discutibile, tra cui patteggiamento di 450 milioni di dollari con il governo degli States sui i suggerimenti per evadere al meglio le tasse, c’è in piedi un class action di altri 350 milioni di dollari da parte delle donne manager dell’azienda a causa della prassi del demansionamento, concludendo poi con il potere che riveste questo colosso all’interno dell’INPS italiano tanto da indurre un interrogazione parlamentare, Basta ripulire un muro per ripulirsi la coscienza?
Attraverso i suoi tre poster, con tanti di codice QR che rimanda alle prove inconfutabili della disonestà della società, l’artista fa di fatto cadere il castello di carte messo in piedi dalla stessa, Fra Biancoshock con quest’ultimo lavoro mira a colpire direttamente la KPMG per la sua condotta mettendo l’accento su un finto perbenismo piuttosto diffuso, un lavarsi la coscienza attraverso una pulizia dei muri che sa molto di smacchiamento interiore, semplice e geniale e non poteva essere altrimenti d’altronde.

Thanks to The Artist for Info e Pics