fbpx
GORGO

Fintan Magee – New Mural in Dunedin, New Zealand

Dunedin in Nuova Zelanda continua ad attirare artisti di spessore, ultimo Fintan Magee che nei giorni scorsi ha terminato di realizzare una nuova pittura su questa lunga struttura, portando in dote il consueto ed iconico impasto visivo.
Probabilmente uno degli artisti più rappresentativi dell’Australia, Fintan Magee ha fatto della sua particolare narrativa visiva l’elemento di spicco di tutta la sua proposta artistica. Sebbene infatti legato ad un approccio tipicamente figurativo, l’elemento di spicco delle produzioni dell’interprete, sta tutto nella scelta delle tematiche approfondite nei suoi lavori. L’idea é quella di un approccio profondamente radicato in uno stimolo immaginario capace di tratteggiare situazioni particolarmente surreali.
Sta tutta qui l’attrattiva delle produzioni dell’interprete con base a Brisbane, la volontà di dare vita a significative pitture realistiche in grado di ben farci evadere dalla realtà di tutti i giorni attraverso spaccati e visioni impossibili. In questo senso, raccogliendo stimoli e fascinazioni differenti, spesso a carattere naturale, l’interprete per mezzo dei suoi personaggi, esercita un impulso visivo carico e completamente immersivo.
Si sviluppa quindi una frattura tra ciò che l’artista va a raffigurare, le situazioni e le visioni irreali ed oniriche, con il tratto adottato, squisitamente legato ad una impostazione reale in grado puntualmente di spiazzarci.
L’impostazione pittorica dell’autore si fa quindi notare per un tratto e sopratutto un ruvidezza nella pennellate proposte, particolarmente accentuata. La gestualità delle tracce ripetute, le colate di vernice, vanno a tratteggiare la forma e la sostanza dei characters proposti, protagonisti indiscussi di tutta la produzione dell’interprete. Attraverso questi Magee sviluppa i temi e le situazioni bizzarre e surreali delle sue pitture, rimarcando e i tratti, non mostrandoci i volti ad esempio, dandoci, in quest’ultimo caso, l’impressione di una sorta di personale auto ritrattistica.
Con a disposizione le due facciate di questa struttura verticale, quest’ultima fatica realizzata a Dunedin, ben rappresenta sia la forte caratterizzazione dei personaggi dell’interprete ma sopratutto il particolare spunto narrativo che da sempre né contraddistingue le produzioni. Nell’opera vediamo infatti una serie di characters letteralmente intenti ad acciuffare le nuvole in cielo. Aldilà della particolare tematica dell’opera é inevitabile sottolineare come l’intervento di faccia apprezzare per la forte interazione con lo spazio circostante. É infatti il cielo a catalizzare l’intera opera che, aiutata dalla lunghezza dello superficie a disposizione, va letteralmente a far emergere le figure dal contesto circostante.
In attesa di scoprire nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete vi lasciamo ad una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima bella pittura, dateci un occhiata e tutto dopo il salto! Enjoy it.

Pics via San

Fintan Magee – New Mural in Dunedin, New Zealand

Dunedin in Nuova Zelanda continua ad attirare artisti di spessore, ultimo Fintan Magee che nei giorni scorsi ha terminato di realizzare una nuova pittura su questa lunga struttura, portando in dote il consueto ed iconico impasto visivo.
Probabilmente uno degli artisti più rappresentativi dell’Australia, Fintan Magee ha fatto della sua particolare narrativa visiva l’elemento di spicco di tutta la sua proposta artistica. Sebbene infatti legato ad un approccio tipicamente figurativo, l’elemento di spicco delle produzioni dell’interprete, sta tutto nella scelta delle tematiche approfondite nei suoi lavori. L’idea é quella di un approccio profondamente radicato in uno stimolo immaginario capace di tratteggiare situazioni particolarmente surreali.
Sta tutta qui l’attrattiva delle produzioni dell’interprete con base a Brisbane, la volontà di dare vita a significative pitture realistiche in grado di ben farci evadere dalla realtà di tutti i giorni attraverso spaccati e visioni impossibili. In questo senso, raccogliendo stimoli e fascinazioni differenti, spesso a carattere naturale, l’interprete per mezzo dei suoi personaggi, esercita un impulso visivo carico e completamente immersivo.
Si sviluppa quindi una frattura tra ciò che l’artista va a raffigurare, le situazioni e le visioni irreali ed oniriche, con il tratto adottato, squisitamente legato ad una impostazione reale in grado puntualmente di spiazzarci.
L’impostazione pittorica dell’autore si fa quindi notare per un tratto e sopratutto un ruvidezza nella pennellate proposte, particolarmente accentuata. La gestualità delle tracce ripetute, le colate di vernice, vanno a tratteggiare la forma e la sostanza dei characters proposti, protagonisti indiscussi di tutta la produzione dell’interprete. Attraverso questi Magee sviluppa i temi e le situazioni bizzarre e surreali delle sue pitture, rimarcando e i tratti, non mostrandoci i volti ad esempio, dandoci, in quest’ultimo caso, l’impressione di una sorta di personale auto ritrattistica.
Con a disposizione le due facciate di questa struttura verticale, quest’ultima fatica realizzata a Dunedin, ben rappresenta sia la forte caratterizzazione dei personaggi dell’interprete ma sopratutto il particolare spunto narrativo che da sempre né contraddistingue le produzioni. Nell’opera vediamo infatti una serie di characters letteralmente intenti ad acciuffare le nuvole in cielo. Aldilà della particolare tematica dell’opera é inevitabile sottolineare come l’intervento di faccia apprezzare per la forte interazione con lo spazio circostante. É infatti il cielo a catalizzare l’intera opera che, aiutata dalla lunghezza dello superficie a disposizione, va letteralmente a far emergere le figure dal contesto circostante.
In attesa di scoprire nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete vi lasciamo ad una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima bella pittura, dateci un occhiata e tutto dopo il salto! Enjoy it.

Pics via San