GORGO

Felipe Pantone a Singapore per Disini Festival

Felipe Pantone è volato a Singapore dove ha recentemente realizzato un nuovo intervento intitolato “Chromadynamica” come parte dei lavori per il Disini Festival. Nella moltitudine di progetti, mostre e interventi in strada, l’artista continua lo sviluppo della sua ricerca proseguendo la personale riflessione sui tempi moderni e sull’eccessivo utilizzo delle tecnologie come centro gravitazionale della vita quotidiana di ciascuno di noi.
Come visto più volte Pantone nel suo lavoro mira a sottolineare quella dipendenza e sovrabbondanza di informazioni e immagini che sempre più sta caratterizzando questo momento storico. L’idea è infatti quella di rendere reale la mole di dati a cui ogni giorno siamo sottoposti andando ad inserire all’interno dello spazio urbano le sue peculiari composizioni digitali. L’intento dell’artista è quello di tradurre in modo tangibile lo spazio digitale all’interno di un contesto reale riflettendo quella velocità, saturazione e alienazione tipica di questi tempi.

Photo Credit: Disini Festival

Felipe Pantone a Singapore per Disini Festival

Felipe Pantone è volato a Singapore dove ha recentemente realizzato un nuovo intervento intitolato “Chromadynamica” come parte dei lavori per il Disini Festival. Nella moltitudine di progetti, mostre e interventi in strada, l’artista continua lo sviluppo della sua ricerca proseguendo la personale riflessione sui tempi moderni e sull’eccessivo utilizzo delle tecnologie come centro gravitazionale della vita quotidiana di ciascuno di noi.
Come visto più volte Pantone nel suo lavoro mira a sottolineare quella dipendenza e sovrabbondanza di informazioni e immagini che sempre più sta caratterizzando questo momento storico. L’idea è infatti quella di rendere reale la mole di dati a cui ogni giorno siamo sottoposti andando ad inserire all’interno dello spazio urbano le sue peculiari composizioni digitali. L’intento dell’artista è quello di tradurre in modo tangibile lo spazio digitale all’interno di un contesto reale riflettendo quella velocità, saturazione e alienazione tipica di questi tempi.

Photo Credit: Disini Festival