fbpx
GORGO

Faith47 – “Reductio ad Infinitum” New Mural For Art Basel

Volgiamo il nostro sguardo ancora a Miami ed al suo Art Basel, epicentro quotidiano dei lavori in strada di questo Dicembre, la scena in campo di Faith47 segna la rassegna con uno degli interventi tra i più belli fin qui visti.
Come abbiamo avuto modo di vedere diverse volte il lavoro di Faith47 si sviluppa sulla forte capacità espressività ed emotiva dell’interprete, l’artista Sudafricana ha nella personale visione della donna il centro tematico dei suo interventi, attraverso un pittura fortemente evocativa prendono vita corpi onirici al limite del mistico, la carne si fa dolce e delicata così come i movimenti dei corpi, le pieghe degli abiti e le linee che ne delimitano la forma, risulta tutto sospeso in un caleidoscopio di emozione e verità celate che ci offrono un impatto raro ed assolutamente immersivo.
Per la kermesse statunitense Faith47 propone “Reductio ad Infinitum”, lo spazio a disposizione è veramente cospicuo segnando l’opportunità per l’artista di far letteralmente esplodere i temi e tutta il suo personale approccio visivo e stilistico, nasce così il corpo di una donna, seduta sulle ginocchia la vediamo prostrarsi in una intensa preghiera al sole, tra le mani giunte spicca una sorta di rosario mentre grandi fasci color ora ne illuminano le fattezze. Splendida anche la scelta cromatica con i colori accessi delle sezioni oro in netta contrapposizione con le tinte tenui ed i giochi in chiaro scuro del corpo della giovane, i dettagli sono numerosi e vanno ad inserirsi nelle scaglie di pelle così come nei pochi vestiti che coprono le nudità della giovane in un intesa rappresentazione che sà di vero. L’interprete sfrutta appieno lo spazio, ma sopratutto l’opera segna una profonda interazione con il panorama circostante in particolare con il cielo che accarezza la silhouette dei palazzi fino a riversare il proprio sguardo verso la superficie di lavoro dove appunto si aprono i raggi del sole illuminando la pelle e a preghiera della donna. Un opera intensissima ed assolutamente d’effetto che mette a nudo ancora una volta tutta la sensibilità di una delle artiste più interessanti di tutto il panorama e che rappresenta come detto uno dei lavori più belli e ridondanti tra i lavori fin qui realizzati nel programma del festival.
Vi lasciamo in compagnia delle immagini, dateci un occhiata per apprezzarne al meglio tutta l’energia e la forza emotiva di questa nuova ed intensa pittura firmata Faith47.

Thanks to The Artist for The Pics
Pics by Ian Cox

Faith47 – “Reductio ad Infinitum” New Mural For Art Basel

Volgiamo il nostro sguardo ancora a Miami ed al suo Art Basel, epicentro quotidiano dei lavori in strada di questo Dicembre, la scena in campo di Faith47 segna la rassegna con uno degli interventi tra i più belli fin qui visti.
Come abbiamo avuto modo di vedere diverse volte il lavoro di Faith47 si sviluppa sulla forte capacità espressività ed emotiva dell’interprete, l’artista Sudafricana ha nella personale visione della donna il centro tematico dei suo interventi, attraverso un pittura fortemente evocativa prendono vita corpi onirici al limite del mistico, la carne si fa dolce e delicata così come i movimenti dei corpi, le pieghe degli abiti e le linee che ne delimitano la forma, risulta tutto sospeso in un caleidoscopio di emozione e verità celate che ci offrono un impatto raro ed assolutamente immersivo.
Per la kermesse statunitense Faith47 propone “Reductio ad Infinitum”, lo spazio a disposizione è veramente cospicuo segnando l’opportunità per l’artista di far letteralmente esplodere i temi e tutta il suo personale approccio visivo e stilistico, nasce così il corpo di una donna, seduta sulle ginocchia la vediamo prostrarsi in una intensa preghiera al sole, tra le mani giunte spicca una sorta di rosario mentre grandi fasci color ora ne illuminano le fattezze. Splendida anche la scelta cromatica con i colori accessi delle sezioni oro in netta contrapposizione con le tinte tenui ed i giochi in chiaro scuro del corpo della giovane, i dettagli sono numerosi e vanno ad inserirsi nelle scaglie di pelle così come nei pochi vestiti che coprono le nudità della giovane in un intesa rappresentazione che sà di vero. L’interprete sfrutta appieno lo spazio, ma sopratutto l’opera segna una profonda interazione con il panorama circostante in particolare con il cielo che accarezza la silhouette dei palazzi fino a riversare il proprio sguardo verso la superficie di lavoro dove appunto si aprono i raggi del sole illuminando la pelle e a preghiera della donna. Un opera intensissima ed assolutamente d’effetto che mette a nudo ancora una volta tutta la sensibilità di una delle artiste più interessanti di tutto il panorama e che rappresenta come detto uno dei lavori più belli e ridondanti tra i lavori fin qui realizzati nel programma del festival.
Vi lasciamo in compagnia delle immagini, dateci un occhiata per apprezzarne al meglio tutta l’energia e la forza emotiva di questa nuova ed intensa pittura firmata Faith47.

Thanks to The Artist for The Pics
Pics by Ian Cox