GORGO

Faith47 – New Mural in San Benedetto del Tronto

Faith47 sembra aver trovato la nuova formula per i suoi lavori, quello che ci fà piacere è sapere che questo rinnovato approccio l’artista Sud Africana lo sta portando avanti direttamente in Italia.
Dopo l’eccellente incursione per Memorie Urbane, Faith47 torna nelle nostre coste dove a San Benedetto del Tronto si è data da fare con una nuova piccola facciata. Dal titolo “Mysterium Cosmographicum”, esattamente come per il lavoro del bel Festival, vede la grande interprete dipingere al centro il corpo di una donna con il consueto stile evanescente e molto spirituale, accompagnato da una scritta di quelle lasciate li da qualche ragazzetto in cerca di attenzione, accanto al corpo femminile quindi si erge un “Vivimi” scarabocchiato al ben meglio che però rende assolutamente bene l’idea del lavoro stesso e del forte carattere emotivo di questa opera. Diversamente da come si potrebbe pensare – c’eravamo cascati anche noi – è la stessa Faith47 ad utilizzare questa tecnica giocando proprio sull’effetto di una interazione voluta con il precedente scarabocchio proprio per amplificare al massimo i concetti da lei dipinti, e dobbiamo dirlo ci ha preso in pieno.
Dopo il salto alcuni scatti dell’opera in dettaglio, ma restate sintonizzati il tour Europeo della street artist non è ancora finito e noi ve ne daremo conto nelle prossime settimane.

Pics by San

Faith47 – New Mural in San Benedetto del Tronto

Faith47 sembra aver trovato la nuova formula per i suoi lavori, quello che ci fà piacere è sapere che questo rinnovato approccio l’artista Sud Africana lo sta portando avanti direttamente in Italia.
Dopo l’eccellente incursione per Memorie Urbane, Faith47 torna nelle nostre coste dove a San Benedetto del Tronto si è data da fare con una nuova piccola facciata. Dal titolo “Mysterium Cosmographicum”, esattamente come per il lavoro del bel Festival, vede la grande interprete dipingere al centro il corpo di una donna con il consueto stile evanescente e molto spirituale, accompagnato da una scritta di quelle lasciate li da qualche ragazzetto in cerca di attenzione, accanto al corpo femminile quindi si erge un “Vivimi” scarabocchiato al ben meglio che però rende assolutamente bene l’idea del lavoro stesso e del forte carattere emotivo di questa opera. Diversamente da come si potrebbe pensare – c’eravamo cascati anche noi – è la stessa Faith47 ad utilizzare questa tecnica giocando proprio sull’effetto di una interazione voluta con il precedente scarabocchio proprio per amplificare al massimo i concetti da lei dipinti, e dobbiamo dirlo ci ha preso in pieno.
Dopo il salto alcuni scatti dell’opera in dettaglio, ma restate sintonizzati il tour Europeo della street artist non è ancora finito e noi ve ne daremo conto nelle prossime settimane.

Pics by San