fbpx
GORGO

Etam Cru – New Mural in Port Adelaide, Australia

Ci spostiamo ad Adelaide in Australia, qui, in occasione dei lavori per il WonderWalls Festival, ritroviamo Bezt e Sainer aka Etam Cru, il duo polacco per la rassegna ha da poco terminato di dipingere questa enorme parete.

È l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro degli artisti attraverso un intervento iconico e capace ancora una volta di far emergere tutto il particolare approccio visivo e tematico delle produzioni del duo.

Tra gli artisti che maggiormente apprezziamo, gli Etam Cru portano avanti un percorso visivo caratterizzato dalla perfetta alchimia tra due e ben distinte identità, proprie di ciascuno dei due autore, che miscelandosi vanno a generare una sorta di frattura visiva. In questo senso le opere degli interprete vanno a svilupparsi attraverso anzitutto una spiccata sensibilità visiva che vive della sospensione tra reale ed irreale. La frattura tematica proposta dagli artisti si rifà quindi ad un approccio pittorico votato al realismo ma al tempo stesso, le situazioni e le visioni raffigurate, vanno a dare vita ad un immaginario legato al fantastico che va inevitabilmente e commutare l’aspetto dei personaggi raffigurati.

In questo senso gli interventi vivono quindi di colori forti, giochi di trasparenza, capaci di ben legarsi con le bizzarre ed impossibili situazioni in cui i soggetti dei loro sogno vanno ad imbattersi, una continua escalation di elementi reali ed irreali, capaci di generare un limbo visivo che inevitabilmente va ad impattare con lo spettatore. Il risultato finale sono quindi produzioni in grado, si di staccarsi dalla con forza dalla realtà ma al tempo stesso, mantenere con quest’ultima un forte contatto. Si tratta di una rielaborazione dei tempi moderni che passa attraverso visioni, storie e situazioni eterogenee, portate al limite e capaci di intersecarsi con una sorta di sogno ragionato.

L’alchimia generata dagli autori rappresenta un passaggio da inconscio ed armonioso alla realtà e finzione, abbiamo l’opportunità di calarci all’interno degli stimoli e delle divagazioni concepite dalla nostra mente, veniamo sorpresi da spunti, sensazioni, e stati d’animo capaci di generare un nuova e differente emotività

Al confronto ancora una volta con una grande superficie, gli Etam Cru vanno a raffigurare un nuovo e gigantesco personaggio. La figura che emerge sulla lunga parete porta in dote alcuni degli elementi cardine delle produzioni del tuo, forse un lavoro meno impattante rispetto alle ultime uscite, ma comunque godibile e sorprendente.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura in aggiunta a qualche durante le fasi di realizzazione, dateci un occhiata, siamo certi che non mancherete di apprezzare.

Pics via Sosm and The Artists

Etam Cru – New Mural in Port Adelaide, Australia

Ci spostiamo ad Adelaide in Australia, qui, in occasione dei lavori per il WonderWalls Festival, ritroviamo Bezt e Sainer aka Etam Cru, il duo polacco per la rassegna ha da poco terminato di dipingere questa enorme parete.

È l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro degli artisti attraverso un intervento iconico e capace ancora una volta di far emergere tutto il particolare approccio visivo e tematico delle produzioni del duo.

Tra gli artisti che maggiormente apprezziamo, gli Etam Cru portano avanti un percorso visivo caratterizzato dalla perfetta alchimia tra due e ben distinte identità, proprie di ciascuno dei due autore, che miscelandosi vanno a generare una sorta di frattura visiva. In questo senso le opere degli interprete vanno a svilupparsi attraverso anzitutto una spiccata sensibilità visiva che vive della sospensione tra reale ed irreale. La frattura tematica proposta dagli artisti si rifà quindi ad un approccio pittorico votato al realismo ma al tempo stesso, le situazioni e le visioni raffigurate, vanno a dare vita ad un immaginario legato al fantastico che va inevitabilmente e commutare l’aspetto dei personaggi raffigurati.

In questo senso gli interventi vivono quindi di colori forti, giochi di trasparenza, capaci di ben legarsi con le bizzarre ed impossibili situazioni in cui i soggetti dei loro sogno vanno ad imbattersi, una continua escalation di elementi reali ed irreali, capaci di generare un limbo visivo che inevitabilmente va ad impattare con lo spettatore. Il risultato finale sono quindi produzioni in grado, si di staccarsi dalla con forza dalla realtà ma al tempo stesso, mantenere con quest’ultima un forte contatto. Si tratta di una rielaborazione dei tempi moderni che passa attraverso visioni, storie e situazioni eterogenee, portate al limite e capaci di intersecarsi con una sorta di sogno ragionato.

L’alchimia generata dagli autori rappresenta un passaggio da inconscio ed armonioso alla realtà e finzione, abbiamo l’opportunità di calarci all’interno degli stimoli e delle divagazioni concepite dalla nostra mente, veniamo sorpresi da spunti, sensazioni, e stati d’animo capaci di generare un nuova e differente emotività

Al confronto ancora una volta con una grande superficie, gli Etam Cru vanno a raffigurare un nuovo e gigantesco personaggio. La figura che emerge sulla lunga parete porta in dote alcuni degli elementi cardine delle produzioni del tuo, forse un lavoro meno impattante rispetto alle ultime uscite, ma comunque godibile e sorprendente.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura in aggiunta a qualche durante le fasi di realizzazione, dateci un occhiata, siamo certi che non mancherete di apprezzare.

Pics via Sosm and The Artists