fbpx
GORGO

Etam Cru – New Mural in Krakow by Sainer

Ci spostiamo a Cracovia, è infatti qui che Sainer degli Etam Cru nei giorni scorsi ha avuto modo di realizzare questa nuova ed intensa pittura, portando ancora una volta in dote tutto il particolare e peculiare immaginario.

Nel nostro osservare le loro produzioni, la cifra stilistica che accompagna gli interventi firmati da Sainer e Bezt aka Etam Cru, ci ha sempre regalato forti emozioni. Gli interpreti sono riusciti a tratteggiare un universo personale dove innegabilmente lo stimolo principale è dato dalla forte e caratteristica immaginazione. Proprio i voli pindarici, la fantasia sfrenata, le situazioni surreali e bizzarre, rappresentano l’elemento di maggior rilievo di una produzione che si, insiste nel portare avanti idee e visioni oniriche, ma che viene concepita per ben attecchire alla realtà. La frattura visiva generata dagli interventi del duo sta tutta qui. Nella capacità di scindersi dalla realtà eppure di rimanere legata alla stessa attraverso un tratto ed una pittura figurativa. L’influenza illustrativa, dalla grafica al mondo dei fumetti, ha forgiato quindi un identità multipla in quella che diviene una alchimia in costante evoluzione. Gli autori sviluppano i loro interventi servendosi di vistosi effetti, tra giochi di profondità e tridimensionalità, attraverso l’utilizzo di tinte e tonalità accese, ecco aprirsi tutto l’universo degli interpreti. Un universo in grado di porsi a metà strada tra realtà e finzione, con gli elementi fantastici che, agli occhi di chi osserva, divengono possibili e plausibili.

Dal titolo “No Sleep Till Kraków” quest’ultimo intervento di Sainer ben rappresenta il particolare immaginario che da sempre contraddistingue il lavoro del duo polacco. Ancora una volta quindi l’immagine è direttamente legata all’immaginazione dell’autore, e soprattutto cadenzata da una pittura sospensiva e ricca di effetti. La figura centrale, quella di una ragazza in bicicletta, viene rappresentata prospetticamente, l’attenzione infatti viene abilmente incanalata verso il volto del cane che letteralmente emerge ed accompagna la donna. Dettagli al massimo e consueto range cromatico dal forte impatto finale, per un risultato finale ancora una volta riuscitissimo.

Ad accompagnare il nostro testo una ricca serie di scatto con i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata, qui invece potete trovare l’intervento firmato da Kofie e Nawer che si trova a pochi passi da quest’ultima fatica, dateci un occhiata.

Pics by Paweł Dziurzyński via Sosm

Etam Cru – New Mural in Krakow by Sainer

Ci spostiamo a Cracovia, è infatti qui che Sainer degli Etam Cru nei giorni scorsi ha avuto modo di realizzare questa nuova ed intensa pittura, portando ancora una volta in dote tutto il particolare e peculiare immaginario.

Nel nostro osservare le loro produzioni, la cifra stilistica che accompagna gli interventi firmati da Sainer e Bezt aka Etam Cru, ci ha sempre regalato forti emozioni. Gli interpreti sono riusciti a tratteggiare un universo personale dove innegabilmente lo stimolo principale è dato dalla forte e caratteristica immaginazione. Proprio i voli pindarici, la fantasia sfrenata, le situazioni surreali e bizzarre, rappresentano l’elemento di maggior rilievo di una produzione che si, insiste nel portare avanti idee e visioni oniriche, ma che viene concepita per ben attecchire alla realtà. La frattura visiva generata dagli interventi del duo sta tutta qui. Nella capacità di scindersi dalla realtà eppure di rimanere legata alla stessa attraverso un tratto ed una pittura figurativa. L’influenza illustrativa, dalla grafica al mondo dei fumetti, ha forgiato quindi un identità multipla in quella che diviene una alchimia in costante evoluzione. Gli autori sviluppano i loro interventi servendosi di vistosi effetti, tra giochi di profondità e tridimensionalità, attraverso l’utilizzo di tinte e tonalità accese, ecco aprirsi tutto l’universo degli interpreti. Un universo in grado di porsi a metà strada tra realtà e finzione, con gli elementi fantastici che, agli occhi di chi osserva, divengono possibili e plausibili.

Dal titolo “No Sleep Till Kraków” quest’ultimo intervento di Sainer ben rappresenta il particolare immaginario che da sempre contraddistingue il lavoro del duo polacco. Ancora una volta quindi l’immagine è direttamente legata all’immaginazione dell’autore, e soprattutto cadenzata da una pittura sospensiva e ricca di effetti. La figura centrale, quella di una ragazza in bicicletta, viene rappresentata prospetticamente, l’attenzione infatti viene abilmente incanalata verso il volto del cane che letteralmente emerge ed accompagna la donna. Dettagli al massimo e consueto range cromatico dal forte impatto finale, per un risultato finale ancora una volta riuscitissimo.

Ad accompagnare il nostro testo una ricca serie di scatto con i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata, qui invece potete trovare l’intervento firmato da Kofie e Nawer che si trova a pochi passi da quest’ultima fatica, dateci un occhiata.

Pics by Paweł Dziurzyński via Sosm