GORGO

Escif – New Murals in Valencia, Spain

Uno scatenato Escif ha sfruttato al meglio questo inizio di primavera per un altro dei suoi fruttuosi raid nella città Valencia, il grande artista spagnolo torna in strada e come sempre desta scalpore.
Probabilmente uno degli esponenti più sensibili ai problemi di natura economica e sociale che stanno caratterizzando i nostri tempi, Escif grazie ad uno stile senza troppi fronzoli, ed alcune volte ermetico, porta avanti un lavoro di denuncia vero e proprio. Attraverso una tagliente ironia dipinge sulle piccole porzioni di muro caratteristiche della città spagnola, lascia un segno, un tratto indelebile nella coscienza della persone, è forse questa la marcia in più, non si rimane indifferenti davanti a quello che l’artista propone, anzi ci si ritrova a confrontarsi, a guardare ed a sorridere con un pizzico di amarezza perchè volenti o nolenti Escif sà come arrivare dritto al punto e porvi l’accento.

Per questa nuova serie lo spagnolo propone tre nuovi disegni, “El discreto encanto de la burguesía” con il dipinto di una donna dotata di ben tre seni, “Jaque Mate” dove mediamo un pezzo degli scacchi sottoposto a scacco matto ed infine “Caniche” con un uomo intento a portare a spasso il proprio barboncino. Ora potrebbero sembrare dei lavori semplice ma analizzando bene i titoli ed il contesto emergono i singoli significati, per il primo lavoro il fascino discreto della borghesia del titolo viene contrapposto a quello di una donna dotata di tre seni, per scacco matto invece possiamo intendere come una partita in cui i cittadini sono pedoni di una scacchiera e le istituzioni il re e la regina, infine il più sottile, l’uomo con a spasso il cane è una fine metafora che vede coinvolta la popolazione al guinzagli e resa povera sempre dalle istituzioni impersonate dall’uomo stesso.
Insomma come spesso succede bisogna osservare bene e porsi le giuste domande per capire quello che viene dipinto, nell’attesa di vedere cosa combinerà il grande street artist con il suo nuovo progetto Malabrocca all’interno del Memorie Urbane Festival vi lasciamo con le immagini di quest’ultima sequenza di lavori eseguiti negli ultimi giorni.

Pics by The Artist

Escif – New Murals in Valencia, Spain

Uno scatenato Escif ha sfruttato al meglio questo inizio di primavera per un altro dei suoi fruttuosi raid nella città Valencia, il grande artista spagnolo torna in strada e come sempre desta scalpore.
Probabilmente uno degli esponenti più sensibili ai problemi di natura economica e sociale che stanno caratterizzando i nostri tempi, Escif grazie ad uno stile senza troppi fronzoli, ed alcune volte ermetico, porta avanti un lavoro di denuncia vero e proprio. Attraverso una tagliente ironia dipinge sulle piccole porzioni di muro caratteristiche della città spagnola, lascia un segno, un tratto indelebile nella coscienza della persone, è forse questa la marcia in più, non si rimane indifferenti davanti a quello che l’artista propone, anzi ci si ritrova a confrontarsi, a guardare ed a sorridere con un pizzico di amarezza perchè volenti o nolenti Escif sà come arrivare dritto al punto e porvi l’accento.

Per questa nuova serie lo spagnolo propone tre nuovi disegni, “El discreto encanto de la burguesía” con il dipinto di una donna dotata di ben tre seni, “Jaque Mate” dove mediamo un pezzo degli scacchi sottoposto a scacco matto ed infine “Caniche” con un uomo intento a portare a spasso il proprio barboncino. Ora potrebbero sembrare dei lavori semplice ma analizzando bene i titoli ed il contesto emergono i singoli significati, per il primo lavoro il fascino discreto della borghesia del titolo viene contrapposto a quello di una donna dotata di tre seni, per scacco matto invece possiamo intendere come una partita in cui i cittadini sono pedoni di una scacchiera e le istituzioni il re e la regina, infine il più sottile, l’uomo con a spasso il cane è una fine metafora che vede coinvolta la popolazione al guinzagli e resa povera sempre dalle istituzioni impersonate dall’uomo stesso.
Insomma come spesso succede bisogna osservare bene e porsi le giuste domande per capire quello che viene dipinto, nell’attesa di vedere cosa combinerà il grande street artist con il suo nuovo progetto Malabrocca all’interno del Memorie Urbane Festival vi lasciamo con le immagini di quest’ultima sequenza di lavori eseguiti negli ultimi giorni.

Pics by The Artist