fbpx
GORGO

Escif – “Blanca” New Mural in Valencia

Nuovo aggiornamento flash per Escif che, tornato a Valencia, ha da poco terminato questa nuova, particolare ed altamente riflessiva pittura.
Del particolare rapporto che intercorre tra Escif e la strada, abbiamo avuto modo di parlarne nel nostro editoriale sul lavoro realizzato dal talento Spagnolo a Font de la Polvora, Girona (Leggilo qui), ora l’artista torna in strada con un nuovo intervento che ben ne rappresenta lo spirito pittorico.
Abbiamo sempre raccolto le provocazione e le immagini di Escif completamente assorti all’interno di un percorso produttivo che non smette di trattare tematiche importanti, di riflettere quella che è la società moderna, con le sue contraddizioni e con i suoi squilibri di natura sociale, politica ed economica. La produzione dell’artista è quindi anzitutto un lavoro che inevitabilmente accarezza e percuote quelli che sono i temi che attraversano ed investono la nostra quotidianità. In questo senso è quindi ancora una volta importante sottolineare la forte caratura, sia del dialogo impostato dall’artista, sia del suo particolare alfabeto visivo. Quest’ultimo in particolare, scandito da potenti allegorie e criptiche rappresentazioni, rappresenta il vero e proprio volano attraverso il quale lo Spagnolo va a collocare immagini e stralci di vita. Innescando paragoni e contrapposizioni assurde che. proprio per questa loro natura contraddittoria, arrivano forti e decisi nella mente di chi osserva e di chi vuole carpirne il senso.
Alcuni mesi fa, l’autore ha trovato alcune stampe di qualcuno che aveva perso il suo gatto “Blanca”. Da qui Escif riflettere sulla possibilità di partecipare alla ricerca dell’animale perduto, attraverso la realizzazione di una pittura murale. Nell’idea dell’autore tutto ciò si traduce in un modo attraverso il quale restituire alla strada il senso di pittura all’interno della stessa. L’opera sarà arrivata tardi per ritrovare il gatto, ma da una parte rende omaggio allo stesso, dall’altra riporta il senso di comunicazione, di interazione tra l’ambiente e la pittura, l’identità dell’opera, in un contesto vicino al quotidiano ed alle persone.
In attesa di scoprire di più sui prossimi raid per le strade Valenciane del grande autore, vi lasciamo alle immagini in calce al nostro testo, enjoy it.

Pics by The Artist

Escif – “Blanca” New Mural in Valencia

Nuovo aggiornamento flash per Escif che, tornato a Valencia, ha da poco terminato questa nuova, particolare ed altamente riflessiva pittura.
Del particolare rapporto che intercorre tra Escif e la strada, abbiamo avuto modo di parlarne nel nostro editoriale sul lavoro realizzato dal talento Spagnolo a Font de la Polvora, Girona (Leggilo qui), ora l’artista torna in strada con un nuovo intervento che ben ne rappresenta lo spirito pittorico.
Abbiamo sempre raccolto le provocazione e le immagini di Escif completamente assorti all’interno di un percorso produttivo che non smette di trattare tematiche importanti, di riflettere quella che è la società moderna, con le sue contraddizioni e con i suoi squilibri di natura sociale, politica ed economica. La produzione dell’artista è quindi anzitutto un lavoro che inevitabilmente accarezza e percuote quelli che sono i temi che attraversano ed investono la nostra quotidianità. In questo senso è quindi ancora una volta importante sottolineare la forte caratura, sia del dialogo impostato dall’artista, sia del suo particolare alfabeto visivo. Quest’ultimo in particolare, scandito da potenti allegorie e criptiche rappresentazioni, rappresenta il vero e proprio volano attraverso il quale lo Spagnolo va a collocare immagini e stralci di vita. Innescando paragoni e contrapposizioni assurde che. proprio per questa loro natura contraddittoria, arrivano forti e decisi nella mente di chi osserva e di chi vuole carpirne il senso.
Alcuni mesi fa, l’autore ha trovato alcune stampe di qualcuno che aveva perso il suo gatto “Blanca”. Da qui Escif riflettere sulla possibilità di partecipare alla ricerca dell’animale perduto, attraverso la realizzazione di una pittura murale. Nell’idea dell’autore tutto ciò si traduce in un modo attraverso il quale restituire alla strada il senso di pittura all’interno della stessa. L’opera sarà arrivata tardi per ritrovare il gatto, ma da una parte rende omaggio allo stesso, dall’altra riporta il senso di comunicazione, di interazione tra l’ambiente e la pittura, l’identità dell’opera, in un contesto vicino al quotidiano ed alle persone.
In attesa di scoprire di più sui prossimi raid per le strade Valenciane del grande autore, vi lasciamo alle immagini in calce al nostro testo, enjoy it.

Pics by The Artist