fbpx
GORGO

Eron – New Show at Patricia Armocida (Recap)

Uno sguardo a “#present #past #sentiment #dust” nuova esibizione firmata da Eron all’interno degli spazi della Galleria Patricia Armocida di Milano.
Per questa nuova mostra, Eron presenta una nuova ed inedita serie di lavori realizzati su supporti differenti, dalla carta, alla tela, passando per le sculture. Questo nuovo corpo di lavoro è basato sullo stesso principio attraverso il quale, il grande autore italiano, realizza le sue opere in strada.
Come visto diverse volte, le produzioni dell’artista si basano sul fenomeno noto come Pareidolia. La Pareidolia è una tendenza automatica del cervello nel trovare strutture ordinate, forme e figure familiari, all’interno di immagini apparentemente prive o disordinate. In particolare questa illusione subcosciente, si manifesta il più delle volte verso volti e figure umane. Emblematici in questo senso tutti quei fenomeni inspiegabili dove appaiono in immagini su muri, sulle nuvole, od addirittura in fotografie.
Esattamente come accade in strada e partendo da questo incipit, Eron per l’allestimento si serve di un processo artistico atto a simulare le macchie di umidità, muffa e ruggine, atto a ricreare forme e soggetti differenti. Il risultato finale è un narrativa visiva scandita dai forti toni poetici, tra presente e passato, sentimenti e povere, esattamente come richiamato dal titolo dell’esibizione. Osservando le opere dell’interprete, è come se, in modo concettuale, le pareti, le tele e gli oggetti, mostrassero le proprie vicende, la propria memoria ed i propri sentimenti.
Ad accompagnare il nostro testo una bella serie di scatti con i dettagli dell’allestimento proposto, dateci un occhiata e se vi trovate in zona c’è tempo fino al prossimo 5 di Novembre per andare a darci un occhiata di persona.

Thanks to The Gallery for The Pics

Eron – New Show at Patricia Armocida (Recap)

Uno sguardo a “#present #past #sentiment #dust” nuova esibizione firmata da Eron all’interno degli spazi della Galleria Patricia Armocida di Milano.
Per questa nuova mostra, Eron presenta una nuova ed inedita serie di lavori realizzati su supporti differenti, dalla carta, alla tela, passando per le sculture. Questo nuovo corpo di lavoro è basato sullo stesso principio attraverso il quale, il grande autore italiano, realizza le sue opere in strada.
Come visto diverse volte, le produzioni dell’artista si basano sul fenomeno noto come Pareidolia. La Pareidolia è una tendenza automatica del cervello nel trovare strutture ordinate, forme e figure familiari, all’interno di immagini apparentemente prive o disordinate. In particolare questa illusione subcosciente, si manifesta il più delle volte verso volti e figure umane. Emblematici in questo senso tutti quei fenomeni inspiegabili dove appaiono in immagini su muri, sulle nuvole, od addirittura in fotografie.
Esattamente come accade in strada e partendo da questo incipit, Eron per l’allestimento si serve di un processo artistico atto a simulare le macchie di umidità, muffa e ruggine, atto a ricreare forme e soggetti differenti. Il risultato finale è un narrativa visiva scandita dai forti toni poetici, tra presente e passato, sentimenti e povere, esattamente come richiamato dal titolo dell’esibizione. Osservando le opere dell’interprete, è come se, in modo concettuale, le pareti, le tele e gli oggetti, mostrassero le proprie vicende, la propria memoria ed i propri sentimenti.
Ad accompagnare il nostro testo una bella serie di scatti con i dettagli dell’allestimento proposto, dateci un occhiata e se vi trovate in zona c’è tempo fino al prossimo 5 di Novembre per andare a darci un occhiata di persona.

Thanks to The Gallery for The Pics