GORGO

Elian – New Mural in Cinisello Balsamo

Primo artista al lavoro per i progetto urbani firmati da Question Mark, nuova realtà Milanese nata come spin-off dello Studio D’Ars, è Elian. Il grande artista Argentino ha da poco terminato di dipingere la facciata esterna della Piscina Paganelli a Cinisello Balsamo.

Il nuovo progetto vedrà susseguirsi grandi nomi della scena internazionale in progetti specifici, eventi e mostre.

Ancora una volta Elian si confronta con lo spazio pubblico portando in dote una nuova riflessione estetica. Dedito all’utilizzo di colori saturi ed ad un approccio stilistico legato all’astratto e forme ed elementi spontanei, l’autore Argentino sviluppa un opera tagliente servendosi di figure organiche anziché geometriche. L’idea è quella di realizzare un intervento in grado di autoalimentarsi. L’opera vive infatti sul contrasto tra la rigidità dell’architettura e gli elementi raffigurati sulla stessa. Con la grande curve dipinta sull’intera superficie, l’artista rompe la linearità della facciata così come l’ingresso principale/vuoto, viene lasciato inalterato come per rappresentare una sorta di pausa estetica.

Tutti i dettagli di questa pittura nelle immagini in calce al nostro testo, mettetevi comodi e dateci un occhiata.

Thanks to Question Mark for The Pics

Elian – New Mural in Cinisello Balsamo

Primo artista al lavoro per i progetto urbani firmati da Question Mark, nuova realtà Milanese nata come spin-off dello Studio D’Ars, è Elian. Il grande artista Argentino ha da poco terminato di dipingere la facciata esterna della Piscina Paganelli a Cinisello Balsamo.

Il nuovo progetto vedrà susseguirsi grandi nomi della scena internazionale in progetti specifici, eventi e mostre.

Ancora una volta Elian si confronta con lo spazio pubblico portando in dote una nuova riflessione estetica. Dedito all’utilizzo di colori saturi ed ad un approccio stilistico legato all’astratto e forme ed elementi spontanei, l’autore Argentino sviluppa un opera tagliente servendosi di figure organiche anziché geometriche. L’idea è quella di realizzare un intervento in grado di autoalimentarsi. L’opera vive infatti sul contrasto tra la rigidità dell’architettura e gli elementi raffigurati sulla stessa. Con la grande curve dipinta sull’intera superficie, l’artista rompe la linearità della facciata così come l’ingresso principale/vuoto, viene lasciato inalterato come per rappresentare una sorta di pausa estetica.

Tutti i dettagli di questa pittura nelle immagini in calce al nostro testo, mettetevi comodi e dateci un occhiata.

Thanks to Question Mark for The Pics