fbpx
GORGO

Elian – New Mural in Buenos Aires

In questi giorni Elian si è spostato a Buenos Aires, qui il grande artista Argentino ha terminato di realizzare questa nuova e bella pittura.
Dal titolo “Cuerpo de Adaptación – Ensayo de Proceso Inverso”, l’intervento ben riflette sul particolare approccio estetico e tecnico che accompagna le produzioni dell’artista. Elian continua infatti ad essere legato ad una pittura fortemente legata al luogo di lavoro. Agendo attraverso un impeto prettamente legato alla forma, un estetica astratta quindi, il dialogo dell’artista è concentrato nella generazione di forme ed elementi in simbiosi con la superficie e lo spazio. In particolare l’Argentino riflette sull’architettura, sulle forme delle strutture e sul paesaggio circostante, realizzando opere di fatto simbiotiche e fortemente intrecciate con le peculiarità estetiche.
Quest’ultimo intervento riflette sull’identità storica delle pareti degli edifici. Approfondendo, Elian indaga qui sullo scorrere del tempo e su come la città, ed i suoi edifici, siano di fatto un organismo dinamico e costantemente influenzato da ciò che succede ogni giorno. Dal clima, agli accadimenti sociali, politici ed economici, tutti elementi che si riflettono sullo spazio, diventando parte attiva di un processo ciclico e cinetico, adottato dall’essere umano per costruire il proprio habitat ideale.

Thanks to The Artist for The Pics

Elian – New Mural in Buenos Aires

In questi giorni Elian si è spostato a Buenos Aires, qui il grande artista Argentino ha terminato di realizzare questa nuova e bella pittura.
Dal titolo “Cuerpo de Adaptación – Ensayo de Proceso Inverso”, l’intervento ben riflette sul particolare approccio estetico e tecnico che accompagna le produzioni dell’artista. Elian continua infatti ad essere legato ad una pittura fortemente legata al luogo di lavoro. Agendo attraverso un impeto prettamente legato alla forma, un estetica astratta quindi, il dialogo dell’artista è concentrato nella generazione di forme ed elementi in simbiosi con la superficie e lo spazio. In particolare l’Argentino riflette sull’architettura, sulle forme delle strutture e sul paesaggio circostante, realizzando opere di fatto simbiotiche e fortemente intrecciate con le peculiarità estetiche.
Quest’ultimo intervento riflette sull’identità storica delle pareti degli edifici. Approfondendo, Elian indaga qui sullo scorrere del tempo e su come la città, ed i suoi edifici, siano di fatto un organismo dinamico e costantemente influenzato da ciò che succede ogni giorno. Dal clima, agli accadimenti sociali, politici ed economici, tutti elementi che si riflettono sullo spazio, diventando parte attiva di un processo ciclico e cinetico, adottato dall’essere umano per costruire il proprio habitat ideale.

Thanks to The Artist for The Pics