fbpx
GORGO

El Decertor x Elliot Túpac – “Latino” New Mural in Lima

L’interessante collaborazione che vede El Decertor ed Elliot Túpac lavorare insieme prosegue qui con un nuovo intervento che prende vita ancora una volta per le strade di Lima in Perù, il dinamico duo continua la reciproca alchimia unendo nuovamente i tratti caratteristici del proprio e personale lavoro.
Più di ogni altro elemento il colore e l’intrinseco attaccamento alla proprio terra rappresentano la chiave di volta del movimento latino, attraverso esso gli artisti sviscerano la propria personale visione, ci fanno immergere in un caleidoscopio di forme e personaggi offrendoci in dono l’opportunità di capire anche solo un po’ meglio gli aspetti e la cultura di questi luoghi così distanti. El Decertor ed Elliot Túpac seppur in modo diverso approfondiscono questo aspetto attraverso il proprio lavoro, il primo attraverso una ricerca pittorica sospesa tra elementi astratti e figurativi, il secondo invece portando avanti uno studio delle lettere in corrispondenza di elementi cromatici con vivissimi giochi di colore, i due nuovamente insieme qui spingono il proprio lavoro nuovamente assieme regalandoci uno degli interventi più belli tra quelli visti fino ad ora.
La costruzione dell’opera poggia le basi ancora una volta sull’efficacia dei personali e differenti tratti di ogni artista, il lavoro ha tutte le intenzioni di essere un omaggio all’arte urbana latina, al centro dell’intervento emerge infatti la scritta di Elliot Túpac che recita appunto ‘Street Art Latino’ con il consueto ed efficace lettering accompagnato da una scelta cromatica che richiama gli elementi visivi realizzati da El Decertor. Quest’ultimo per questo nuovo pezzo intensifica la parte astratta, niente grandi volti a fare capolino nello spazio a disposizione quindi, piuttosto l’interprete sceglie di realizzare un intricassimo puzzle di minuscole figure, la scomposizione qui risulta assolutamente fitta alimentando e portando al limite il livello di dettaglio e spingendoci ad osservare con cura ogni elemento. Le sezioni della parete sono di fatto due, è infatti la parte centrale che, accompagnando il lettering di Túpac, va ad interrompere le figure e le configurazioni proposte, in questa notiamo una minore grandezza degli elementi dipinti che di fatto fanno emergere il corpo centrale e con essa la scritta, nei due lati opposti invece il tratto si fa maggiormente più profondo e di conseguenza grande, alimentando così un puzzle di elementi cromatici e visivi assolutamente intensi e vivi, per ogni lato infine interviene nuovamente Elliot realizzando da una parte un piccolo uccello e dall’altra un bel fiore.
Quattro giorni di lavoro per una parete assolutamente riuscita, la capacità di imprimere un livello di dettaglio fittissimo, la fortissima presenza di elementi naturali, così come volti ed addirittura i paesaggi nascosti dai mosaici e dai repentini cambi di colore, ci offrono l’opportunità di cogliere tutti gli spunti due artisti tra i più interessanti e bravi del movimento latino, che vi diamo modo di apprezzare al meglio attraverso la splendida selezione di scatti che documenta tutto il lavoro nonché l’eccellente risultato finale dell’intervento, enjoy it.

Pics by The Artist and In-Lan

El Decertor x Elliot Túpac – “Latino” New Mural in Lima

L’interessante collaborazione che vede El Decertor ed Elliot Túpac lavorare insieme prosegue qui con un nuovo intervento che prende vita ancora una volta per le strade di Lima in Perù, il dinamico duo continua la reciproca alchimia unendo nuovamente i tratti caratteristici del proprio e personale lavoro.
Più di ogni altro elemento il colore e l’intrinseco attaccamento alla proprio terra rappresentano la chiave di volta del movimento latino, attraverso esso gli artisti sviscerano la propria personale visione, ci fanno immergere in un caleidoscopio di forme e personaggi offrendoci in dono l’opportunità di capire anche solo un po’ meglio gli aspetti e la cultura di questi luoghi così distanti. El Decertor ed Elliot Túpac seppur in modo diverso approfondiscono questo aspetto attraverso il proprio lavoro, il primo attraverso una ricerca pittorica sospesa tra elementi astratti e figurativi, il secondo invece portando avanti uno studio delle lettere in corrispondenza di elementi cromatici con vivissimi giochi di colore, i due nuovamente insieme qui spingono il proprio lavoro nuovamente assieme regalandoci uno degli interventi più belli tra quelli visti fino ad ora.
La costruzione dell’opera poggia le basi ancora una volta sull’efficacia dei personali e differenti tratti di ogni artista, il lavoro ha tutte le intenzioni di essere un omaggio all’arte urbana latina, al centro dell’intervento emerge infatti la scritta di Elliot Túpac che recita appunto ‘Street Art Latino’ con il consueto ed efficace lettering accompagnato da una scelta cromatica che richiama gli elementi visivi realizzati da El Decertor. Quest’ultimo per questo nuovo pezzo intensifica la parte astratta, niente grandi volti a fare capolino nello spazio a disposizione quindi, piuttosto l’interprete sceglie di realizzare un intricassimo puzzle di minuscole figure, la scomposizione qui risulta assolutamente fitta alimentando e portando al limite il livello di dettaglio e spingendoci ad osservare con cura ogni elemento. Le sezioni della parete sono di fatto due, è infatti la parte centrale che, accompagnando il lettering di Túpac, va ad interrompere le figure e le configurazioni proposte, in questa notiamo una minore grandezza degli elementi dipinti che di fatto fanno emergere il corpo centrale e con essa la scritta, nei due lati opposti invece il tratto si fa maggiormente più profondo e di conseguenza grande, alimentando così un puzzle di elementi cromatici e visivi assolutamente intensi e vivi, per ogni lato infine interviene nuovamente Elliot realizzando da una parte un piccolo uccello e dall’altra un bel fiore.
Quattro giorni di lavoro per una parete assolutamente riuscita, la capacità di imprimere un livello di dettaglio fittissimo, la fortissima presenza di elementi naturali, così come volti ed addirittura i paesaggi nascosti dai mosaici e dai repentini cambi di colore, ci offrono l’opportunità di cogliere tutti gli spunti due artisti tra i più interessanti e bravi del movimento latino, che vi diamo modo di apprezzare al meglio attraverso la splendida selezione di scatti che documenta tutto il lavoro nonché l’eccellente risultato finale dell’intervento, enjoy it.

Pics by The Artist and In-Lan