GORGO

Domenico Romeo – “Clausura” at 999Contemporary Gallery

Come annunciato Domenico Romeo ha finalmente aperto il proprio personale show all’interno della 999Contemporary Gallery di Roma, si chiama “Clausura” lo spettacolo messo in scena e come era lecito aspettarsi c’è tanto da vedere.

Domenico Romeo apre una porta, quella della sua mente, la fà coincidere con quella dell’ingresso dell’esibizione, offrendo in dono l’opportunità di addentrarsi all’interno del suo mondo, del suo personale metodo comunicativo che si dispone sotto forma di alfabeto. Non è decifrabile, è parte stessa della vita dell’artista, si snoda tra quadri e tele uscendone fuori, calcando le pareti della galleria, una corsa che si sviluppa attraverso il nero, il bianco e l’oro con alcune intermittenze di rosso, non servono necessariamente molti colori, bastano le linee e le forme, basta osservare. Domenico Romeo vuole parlarci, vuole comunicare con noi e lo vuole fare attraverso il suo modo, l’unico, sta allo spettatore decidere se ascoltarlo o se chiudere gli occhi e rimanere nel buio, cieco di fronte a questo spettacolo, oppure schiuderli e farsi toccare dalle linee e dalle forme impresse.

Sta a voi decidere di cogliere queste regalo, di vedere con i vostri occhi, comprendere ed abbracciare questo dialogo a tu per tu con l’artista, andate, avete tempo fino al 30 Maggio, intanto le immagini ma vi assicuriamo che non sono sufficienti.

Questo è il mio alfabeto. Ce ne sono tanti come lui, ma questo è il mio.
Il mio alfabeto è il mio migliore amico. È la mia vita.
Devo dominarlo come domino la mia vita.

Il mio alfabeto, senza di me, è inutile.
Senza il mio alfabeto, io sono inutile.
Devo scrivere bene il mio alfabeto.
Devo scrivere meglio del mio nemico.

Il mio alfabeto è umano, come me, poiché è la mia vita, pertanto, imparerò a conoscerlo come un fratello.
Imparerò i suoi punti deboli, i suoi punti di forza, le sue parti, i suoi accessori. Lo proteggerò da ciò che potrebbe danneggiarlo, come farei con le mie gambe, le mie braccia, gli occhi ed il cuore.
Terrò il mio alfabeto pulito ed in ordine.
Diverremo una sola cosa.

Pics by Maria Giulia Rotunno
Thanks to The Gallery for The Pics

Domenico Romeo – “Clausura” at 999Contemporary Gallery

Come annunciato Domenico Romeo ha finalmente aperto il proprio personale show all’interno della 999Contemporary Gallery di Roma, si chiama “Clausura” lo spettacolo messo in scena e come era lecito aspettarsi c’è tanto da vedere.

Domenico Romeo apre una porta, quella della sua mente, la fà coincidere con quella dell’ingresso dell’esibizione, offrendo in dono l’opportunità di addentrarsi all’interno del suo mondo, del suo personale metodo comunicativo che si dispone sotto forma di alfabeto. Non è decifrabile, è parte stessa della vita dell’artista, si snoda tra quadri e tele uscendone fuori, calcando le pareti della galleria, una corsa che si sviluppa attraverso il nero, il bianco e l’oro con alcune intermittenze di rosso, non servono necessariamente molti colori, bastano le linee e le forme, basta osservare. Domenico Romeo vuole parlarci, vuole comunicare con noi e lo vuole fare attraverso il suo modo, l’unico, sta allo spettatore decidere se ascoltarlo o se chiudere gli occhi e rimanere nel buio, cieco di fronte a questo spettacolo, oppure schiuderli e farsi toccare dalle linee e dalle forme impresse.

Sta a voi decidere di cogliere queste regalo, di vedere con i vostri occhi, comprendere ed abbracciare questo dialogo a tu per tu con l’artista, andate, avete tempo fino al 30 Maggio, intanto le immagini ma vi assicuriamo che non sono sufficienti.

Questo è il mio alfabeto. Ce ne sono tanti come lui, ma questo è il mio.
Il mio alfabeto è il mio migliore amico. È la mia vita.
Devo dominarlo come domino la mia vita.

Il mio alfabeto, senza di me, è inutile.
Senza il mio alfabeto, io sono inutile.
Devo scrivere bene il mio alfabeto.
Devo scrivere meglio del mio nemico.

Il mio alfabeto è umano, come me, poiché è la mia vita, pertanto, imparerò a conoscerlo come un fratello.
Imparerò i suoi punti deboli, i suoi punti di forza, le sue parti, i suoi accessori. Lo proteggerò da ciò che potrebbe danneggiarlo, come farei con le mie gambe, le mie braccia, gli occhi ed il cuore.
Terrò il mio alfabeto pulito ed in ordine.
Diverremo una sola cosa.

Pics by Maria Giulia Rotunno
Thanks to The Gallery for The Pics