GORGO

Domenico Romeo – New Mural in Rome

Domenico Romeo nelle scorse settimane si è spostato a Roma, qui l’artista italiano, al lavoro all’interno di questo vecchio edificio abbandonato, ha avuto modo di sperimentare nuove ed interessanti direzioni estetiche.

Nel nostro affrontare le produzioni dell’artista abbiamo sempre sottolineato come Domenico Romeo porti avanti una pittura legata alla lettera, al gesto intrinseco, racchiuso all’interno di un alfabeto personale, criptico ed in grado di dialogare profondamente con lo spazio di lavoro. Le visioni sinuose dell’interprete hanno quindi sempre rappresentato l’ideale sintesi di emozioni e percezioni personali.

Questo nuovo step vede Domenico Romeo affidarsi ad un impulso meno ragionato, ancora più viscerale, una sorta di impulso che converte la lettera in forma distruggendone l’equilibrio e la fisionomia. Quelli che prima erano quindi simboli criptici, si trasformano ora in una interpretazione isterica. La lettera diviene forma, linea ed elemento non più legato ad un ordine. Emerge un senso di caos ricercato ma soprattutto di spontaneità, senza vincoli, portando unicamente avanti la ricerca sul gesto sulla forma dalla quale derivano le lettere. Intenso.

Thanks to The Artist for The Pics

Domenico Romeo – New Mural in Rome

Domenico Romeo nelle scorse settimane si è spostato a Roma, qui l’artista italiano, al lavoro all’interno di questo vecchio edificio abbandonato, ha avuto modo di sperimentare nuove ed interessanti direzioni estetiche.

Nel nostro affrontare le produzioni dell’artista abbiamo sempre sottolineato come Domenico Romeo porti avanti una pittura legata alla lettera, al gesto intrinseco, racchiuso all’interno di un alfabeto personale, criptico ed in grado di dialogare profondamente con lo spazio di lavoro. Le visioni sinuose dell’interprete hanno quindi sempre rappresentato l’ideale sintesi di emozioni e percezioni personali.

Questo nuovo step vede Domenico Romeo affidarsi ad un impulso meno ragionato, ancora più viscerale, una sorta di impulso che converte la lettera in forma distruggendone l’equilibrio e la fisionomia. Quelli che prima erano quindi simboli criptici, si trasformano ora in una interpretazione isterica. La lettera diviene forma, linea ed elemento non più legato ad un ordine. Emerge un senso di caos ricercato ma soprattutto di spontaneità, senza vincoli, portando unicamente avanti la ricerca sul gesto sulla forma dalla quale derivano le lettere. Intenso.

Thanks to The Artist for The Pics