GORGO

Diana Sirianni – A Series of New Pieces

Recentemente la visual artist italiana Diana Sirianni ha realizzato una nuova serie di interventi in strada con i quali continua a portare avanti la propria estetica artistica.

Le opere sono realizzate a Berlino e Parigi tra cui alcune in compagnia di OX. Osservando le produzioni dell’artista l’impressione è quella di un approccio estetico legato alla materia e la forma. La materia viene trasformata, scissa, rimbalzata e disintegrata attraverso un profondo senso motorio. La forma è risultato di questo processo, e diviene instabile, frammentata, diluita nello spazio a disposizione.

Questi elementi che caratterizzano le incredibili installazioni, vengono allo stesso modo proposti in strada con la generazione di figure in cui il ‘less is more’ appare essere la chiave di comprensione estetica. L’autrice si diverte a tagliare ed incollare differenti livelli sui cartelloni pubblicitari, generando forme geometriche irregolari, lasciando intravedere le precedenti pubblicità. Su muro invece l’artista scompone la forma, lasciando unicamente poche tracce, quasi a suggerire una presenza fisica e materica che di fatto risulta non visibile.

Thanks to The Artist for The Pics

Diana Sirianni – A Series of New Pieces

Recentemente la visual artist italiana Diana Sirianni ha realizzato una nuova serie di interventi in strada con i quali continua a portare avanti la propria estetica artistica.

Le opere sono realizzate a Berlino e Parigi tra cui alcune in compagnia di OX. Osservando le produzioni dell’artista l’impressione è quella di un approccio estetico legato alla materia e la forma. La materia viene trasformata, scissa, rimbalzata e disintegrata attraverso un profondo senso motorio. La forma è risultato di questo processo, e diviene instabile, frammentata, diluita nello spazio a disposizione.

Questi elementi che caratterizzano le incredibili installazioni, vengono allo stesso modo proposti in strada con la generazione di figure in cui il ‘less is more’ appare essere la chiave di comprensione estetica. L’autrice si diverte a tagliare ed incollare differenti livelli sui cartelloni pubblicitari, generando forme geometriche irregolari, lasciando intravedere le precedenti pubblicità. Su muro invece l’artista scompone la forma, lasciando unicamente poche tracce, quasi a suggerire una presenza fisica e materica che di fatto risulta non visibile.

Thanks to The Artist for The Pics