fbpx
GORGO

David De La Mano “Errantes” in Montevideo

Ci spostiamo all’interno del quartiere di La Blanqueada a Montevideo, è qui infatti che nei giorni scorsi David De La Mano ha terminato di realizzare una nuova pittura, proseguendo nel portare avanti il personale immaginario stilistico.
Dopo la recente apertura della sua esibizione all’interno degli spazi della Galerie Itinerrance lo scorso Febbraio (Covered), ecco l’autore tornare a lavorare in strada attraverso la peculiare e dinamica pittura narrativa.
Non è mai stato semplice scardinare la chiave di lettura dei lavori firmati da David De La Mano, uno degli aspetti certamente peculiari, è infatti la possibilità di raccogliere stimoli differenti, impulsi ciclicamente nuovi e legati alla figura dell’essere umano. Proprio i particolari personaggi, vero e proprio fulcro espressivo delle opere dell’artista, si fanno carico di sensazioni ed emozioni differenti. Si tratta di vere e proprie ombre quanto mai capaci di riflettere l’uomo moderno, tracciandone uno spaccato emotivo, profondo, raccogliendo l’idea di una analisi personale e caratteristica.
L’autore attraverso questi spettri, queste anime erranti, propone di tracciare con forza tutte quel range emotivo che raccoglie le inquietudini, i malesseri, che si riflettono nella nostra persona e di conseguenza nella quotidianità giornaliera. Invadendo lo spazio, concentrandosi in un’unica forma, questi esseri ed i dettagli con l’interprete ne traccia la forma, rappresentano quindi l’aspetto prettamente viscerale dell’uomo, al tempo stesso, attraverso il loro aspetto metà umano metà demoniaco, vanno a stuzzicare le corde più oscure con sentimenti come rabbia, odio, disagio, ponendo infine l’accento sulla incapacità di rimanere individui, quanto piuttosto parte di un’unica massa.
Dal titolo “Errantes” quest’ultima fatica di David De La Mano, ben rappresenta il particolare approccio stilistico nonché gli spunti che da sempre accompagnano le produzioni dell’artista. Tornato a lavorare unicamente attraverso il bianco ed il nero, dopo le recenti sperimentazioni cromatiche, l’autore sviluppa una nuova ed intrica immagine su questa piccola parete andando a combinare un efficace sovrapposizione percettiva. Lo sviluppo dell’intervento è ancora una volta affidato agli iconici personaggi, laddove, lo stimolo cromatico, con il contrasto tra bianco e nero a caratterizzare l’intervento, viene qui veicolato in funzione di una doppia lettura. Si tratta infatti due distinti agglomerati, tre flussi di characters di dimensione differente che si dirigono verso un’unica direzione. Ragionando quindi attraverso effetti di luce ed ombra, l’interprete dà forma e sostanza ai suoi iconici personaggi, arricchendo il tutto infine con la consueta serie di dettagli.
Ad accompagnare il nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Thanks to The Artist for The Pics

David De La Mano “Errantes” in Montevideo

Ci spostiamo all’interno del quartiere di La Blanqueada a Montevideo, è qui infatti che nei giorni scorsi David De La Mano ha terminato di realizzare una nuova pittura, proseguendo nel portare avanti il personale immaginario stilistico.
Dopo la recente apertura della sua esibizione all’interno degli spazi della Galerie Itinerrance lo scorso Febbraio (Covered), ecco l’autore tornare a lavorare in strada attraverso la peculiare e dinamica pittura narrativa.
Non è mai stato semplice scardinare la chiave di lettura dei lavori firmati da David De La Mano, uno degli aspetti certamente peculiari, è infatti la possibilità di raccogliere stimoli differenti, impulsi ciclicamente nuovi e legati alla figura dell’essere umano. Proprio i particolari personaggi, vero e proprio fulcro espressivo delle opere dell’artista, si fanno carico di sensazioni ed emozioni differenti. Si tratta di vere e proprie ombre quanto mai capaci di riflettere l’uomo moderno, tracciandone uno spaccato emotivo, profondo, raccogliendo l’idea di una analisi personale e caratteristica.
L’autore attraverso questi spettri, queste anime erranti, propone di tracciare con forza tutte quel range emotivo che raccoglie le inquietudini, i malesseri, che si riflettono nella nostra persona e di conseguenza nella quotidianità giornaliera. Invadendo lo spazio, concentrandosi in un’unica forma, questi esseri ed i dettagli con l’interprete ne traccia la forma, rappresentano quindi l’aspetto prettamente viscerale dell’uomo, al tempo stesso, attraverso il loro aspetto metà umano metà demoniaco, vanno a stuzzicare le corde più oscure con sentimenti come rabbia, odio, disagio, ponendo infine l’accento sulla incapacità di rimanere individui, quanto piuttosto parte di un’unica massa.
Dal titolo “Errantes” quest’ultima fatica di David De La Mano, ben rappresenta il particolare approccio stilistico nonché gli spunti che da sempre accompagnano le produzioni dell’artista. Tornato a lavorare unicamente attraverso il bianco ed il nero, dopo le recenti sperimentazioni cromatiche, l’autore sviluppa una nuova ed intrica immagine su questa piccola parete andando a combinare un efficace sovrapposizione percettiva. Lo sviluppo dell’intervento è ancora una volta affidato agli iconici personaggi, laddove, lo stimolo cromatico, con il contrasto tra bianco e nero a caratterizzare l’intervento, viene qui veicolato in funzione di una doppia lettura. Si tratta infatti due distinti agglomerati, tre flussi di characters di dimensione differente che si dirigono verso un’unica direzione. Ragionando quindi attraverso effetti di luce ed ombra, l’interprete dà forma e sostanza ai suoi iconici personaggi, arricchendo il tutto infine con la consueta serie di dettagli.
Ad accompagnare il nostro testo una bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Thanks to The Artist for The Pics