fbpx
GORGO

DALeast – “Persistent Parabola” New Mural in Portland

Dopo aver da poco aperto il suo ultimo show The Laten Photon all’interno degli spazi della Jonatahan LeVine Gallery, DALeast si è spostato a Portland dove in occasione del Forest For The Trees ha da poco terminato questa nuova e sensazionale parete.
Torniamo quindi ad approfondire uno degli approcci stilistici più vivi e personali del panorama internazionale, DALeast infatti è ben noto per il personale approccio su parete che lo vede concentrare i propri sforzi su una elaborazione tecnica che trascina lo spettatore all’interno di intensi grovigli metallici, gli stessi costituiscono sia il corpo vivo dell’opera, creandone la massa corporea ed al contempo rappresentano lo strumento unico per l’artista di rappresentazione del proprio immaginario. Questa precisa ed articolata scelta viene sviluppata dall’interprete attraverso l’utilizzo della bomboletta con la quale l’autore riesce a dare forme e sostanza a corpi, soggetti, panorami differenti, il carattere delle linee realizzate suggerisce effetti di luce ed ombra ed al contempo immette un elemento di tridimensionalità con la quale le figure rappresentate letteralmente emergono dalla superficie di lavoro. Il risultato di questo particolare approccio da vita ad intense opere in cui la lettura da parte di chi osserva viene calamitata dall’enorme quantità di dettagli presenti che costituiscono il valore aggiunto delle produzioni dell’artista. Negli scorsi mesi durante un intensa attività in strada abbiamo riscontrato l’esigenza da parte dell’interprete di canalizzare il suo percorso verso l’utilizzo di colori e tinte differenti che si sono discostate dal consueto binomio nero/grigio, sono apparsi background cromatici, così come linee interrotte da effetti di bianco, il tutto per garantire una maggiore profondità ed impatto alle sue realizzazioni.
Se l’aspetto visivo è quindi sorretto da una precisa base stilistica è innegabile come gli interventi dell’artista vengano investiti da una profonda sensazione di mobilità e moto perpetuo, i soggetti ed i protagonisti delle sue opere si muovono sullo spazio a disposizione, disperdono schegge, si spezzano e si accartocciano a seconda del caso tramutando l’opera in un grande e movimentata pittura.
Dal titolo “Persistent Parabola” il lavoro assume, come giù intuibile dal titolo, la forma di una sorta di riflessione sulla vita trainata dalla forza dello impianto stilistico di DALeast ed al contempo da quanto raffigurato dallo stesso. Sulla grande parete prende così forma una gigantesca onda, nella parte sinistra, e letteralmente scagliata in aria, possiamo scorgere invece una piccola imbarcazione distrutta. Il risultato finale è quadro poetico che miscela forza, passione e stimoli differenti, uno spaccato insomma che siamo certi non mancherà di impressionarvi.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto alle immagini dello splendido lavoro terminato dall’artista con qualche scatto durante le fasi del making of, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul suo lavoro.

Pics by The Artist & Anthony Taylor (Progress)

DALeast – “Persistent Parabola” New Mural in Portland

Dopo aver da poco aperto il suo ultimo show The Laten Photon all’interno degli spazi della Jonatahan LeVine Gallery, DALeast si è spostato a Portland dove in occasione del Forest For The Trees ha da poco terminato questa nuova e sensazionale parete.
Torniamo quindi ad approfondire uno degli approcci stilistici più vivi e personali del panorama internazionale, DALeast infatti è ben noto per il personale approccio su parete che lo vede concentrare i propri sforzi su una elaborazione tecnica che trascina lo spettatore all’interno di intensi grovigli metallici, gli stessi costituiscono sia il corpo vivo dell’opera, creandone la massa corporea ed al contempo rappresentano lo strumento unico per l’artista di rappresentazione del proprio immaginario. Questa precisa ed articolata scelta viene sviluppata dall’interprete attraverso l’utilizzo della bomboletta con la quale l’autore riesce a dare forme e sostanza a corpi, soggetti, panorami differenti, il carattere delle linee realizzate suggerisce effetti di luce ed ombra ed al contempo immette un elemento di tridimensionalità con la quale le figure rappresentate letteralmente emergono dalla superficie di lavoro. Il risultato di questo particolare approccio da vita ad intense opere in cui la lettura da parte di chi osserva viene calamitata dall’enorme quantità di dettagli presenti che costituiscono il valore aggiunto delle produzioni dell’artista. Negli scorsi mesi durante un intensa attività in strada abbiamo riscontrato l’esigenza da parte dell’interprete di canalizzare il suo percorso verso l’utilizzo di colori e tinte differenti che si sono discostate dal consueto binomio nero/grigio, sono apparsi background cromatici, così come linee interrotte da effetti di bianco, il tutto per garantire una maggiore profondità ed impatto alle sue realizzazioni.
Se l’aspetto visivo è quindi sorretto da una precisa base stilistica è innegabile come gli interventi dell’artista vengano investiti da una profonda sensazione di mobilità e moto perpetuo, i soggetti ed i protagonisti delle sue opere si muovono sullo spazio a disposizione, disperdono schegge, si spezzano e si accartocciano a seconda del caso tramutando l’opera in un grande e movimentata pittura.
Dal titolo “Persistent Parabola” il lavoro assume, come giù intuibile dal titolo, la forma di una sorta di riflessione sulla vita trainata dalla forza dello impianto stilistico di DALeast ed al contempo da quanto raffigurato dallo stesso. Sulla grande parete prende così forma una gigantesca onda, nella parte sinistra, e letteralmente scagliata in aria, possiamo scorgere invece una piccola imbarcazione distrutta. Il risultato finale è quadro poetico che miscela forza, passione e stimoli differenti, uno spaccato insomma che siamo certi non mancherà di impressionarvi.
Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto alle immagini dello splendido lavoro terminato dall’artista con qualche scatto durante le fasi del making of, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul suo lavoro.

Pics by The Artist & Anthony Taylor (Progress)