fbpx
GORGO

DALeast – New Mural in Malaga, Spain

Dopo la bella parete a carattere storico dipinta a Porto Rico in occasione dell’eccellente Los Muros Hablan Festival di quest’anno, pare che DALeast si sia spostato a Malaga in Spagna per realizzare un altre delle sue eccellenti pareti all’interno del Maus Malaga Festival.
Ancora una volta il grande artista cinese con base in Sud Africa porta nella bella cittadina spagnola tutto il suo personale e particolare approccio visivo, DALeast imprime sul grande spazio a disposizione il consueto stile, i suoi canonici filamenti metallici attraverso i quali sviluppa le immagini scelte per la parete. La particolare conformità dello spazio a disposizione spinge l’artista ad elaborare un lavoro ampio, non concentrato unicamente su di un unico spazio ma piuttosto decisamente movimentato sulla falsa riga di quanto già visto in precedenza con “Moon Hallucinogen” ed in generale riprendendo un po’ lo stile che ne aveva caratterizzato le prime produzioni negli anni passati, spazio quindi ad un grande agglomerato con una moltitudine di minuscole parti che si spostano su tutta lo spazio a disposizione.
Per la rassegna di Malaga DALeast elabora una gigantesca figura di un uccello appoggiata sulla parte più estrema della lunga parete, dallo stesso vediamo letteralmente uscire una fuori una serie di minuscoli uccelli che vanno lanciandosi su tutto lo spazio in avanti e disintegrando di fatto l’intricatissimo corpo del volatile più grande. Il lavoro anzitutto si fà ammirare per tutta la forza visiva che sprigiona, la figura centrale è ovviamente il busto del grande uccello, realizzato secondo il canonico stile a filamenti metallici, vediamo come dal groviglio si apra un grande foro centrale, come l’apertura di una gabbia, dalla quale escono tutti gli animali più piccoli. Ad alimentare la grande forza del lavoro vediamo come l’artista si impegni a dipingere le ombre dei pennuti più piccoli attuando quindi il consueto espediente tridimensionale, notiamo infine come dal risultato finale emerga la forte sensazione gli stessi si spostino letteralmente verso il cielo, potete darci un occhiata approfondita attraverso gli scatti in galleria, enjoy it.

Pics by San

DALeast – New Mural in Malaga, Spain

Dopo la bella parete a carattere storico dipinta a Porto Rico in occasione dell’eccellente Los Muros Hablan Festival di quest’anno, pare che DALeast si sia spostato a Malaga in Spagna per realizzare un altre delle sue eccellenti pareti all’interno del Maus Malaga Festival.
Ancora una volta il grande artista cinese con base in Sud Africa porta nella bella cittadina spagnola tutto il suo personale e particolare approccio visivo, DALeast imprime sul grande spazio a disposizione il consueto stile, i suoi canonici filamenti metallici attraverso i quali sviluppa le immagini scelte per la parete. La particolare conformità dello spazio a disposizione spinge l’artista ad elaborare un lavoro ampio, non concentrato unicamente su di un unico spazio ma piuttosto decisamente movimentato sulla falsa riga di quanto già visto in precedenza con “Moon Hallucinogen” ed in generale riprendendo un po’ lo stile che ne aveva caratterizzato le prime produzioni negli anni passati, spazio quindi ad un grande agglomerato con una moltitudine di minuscole parti che si spostano su tutta lo spazio a disposizione.
Per la rassegna di Malaga DALeast elabora una gigantesca figura di un uccello appoggiata sulla parte più estrema della lunga parete, dallo stesso vediamo letteralmente uscire una fuori una serie di minuscoli uccelli che vanno lanciandosi su tutto lo spazio in avanti e disintegrando di fatto l’intricatissimo corpo del volatile più grande. Il lavoro anzitutto si fà ammirare per tutta la forza visiva che sprigiona, la figura centrale è ovviamente il busto del grande uccello, realizzato secondo il canonico stile a filamenti metallici, vediamo come dal groviglio si apra un grande foro centrale, come l’apertura di una gabbia, dalla quale escono tutti gli animali più piccoli. Ad alimentare la grande forza del lavoro vediamo come l’artista si impegni a dipingere le ombre dei pennuti più piccoli attuando quindi il consueto espediente tridimensionale, notiamo infine come dal risultato finale emerga la forte sensazione gli stessi si spostino letteralmente verso il cielo, potete darci un occhiata approfondita attraverso gli scatti in galleria, enjoy it.

Pics by San