fbpx
GORGO

DALeast for PUBLIC 2015 in Perth

Giro finale all’eccellente FORM Public Art Project di Perth in Australia, tra i nomi di spessore c’è anche DALeast, l’artista cinese con base a Cape Town ha infatti da poco terminato di realizzare questa nuova ed intensa pittura.
Avevamo lasciato il grande artista in India dove si era impegnato in una stupefacente pittura andando ad innescare un profondo dialogo con l’architettura del posto (Covered), ora a distanza di settimane, eccolo tornare in strada andando a dipingere un nuovo intervento che prosegue nel portarne avanti gli stimoli pittorici.
Ci siamo spesso soffermati sul particolare approccio stilistico e visivo delle opere di DALeast, completamente assorti all’interno di un immagianario, dal fortissimo impatto visivo e capace, puntualmente di lasciarci a bocca aperta. Dopo un anno pressoché passato in studio a lavorare all’allestimento della corposa “The Laten Photon”, l’artista sta tornando prepotentemente alla ribalta attraverso nuove ed interessanti novità stilistiche. Le produzioni dell’interprete si sviluppano attraverso una peculiare elaborazione stilistica basata sull’utilizzo della bomboletta, con la quale l’autore da vita agli intensi ed iperrealistici grovigli metallici. Questi danno di fatto, forma e sostanza, divengono corpo vivo degli interventi, tracciando le masse e le immagini dei soggetti e delle forme raffigurate. Strumento di rappresentazione per l’artista, queste intricate matasse vengono commutate per la creazione di soggetti e figure appartenenti (quasi) sempre al mondo animale. Al tempo stesso, l’interprete ha saputo dare una grande profondità espressiva, aggiungendo effetti di luce ed ombra, di tridimensionalità e profondità, attraverso i quali queste figure letteralmente emergono dalla superfice di lavoro.
È però importante sottolineare come l’interprete manipoli l’aspetto intrinseco di queste forme, suggerendo una forte senso di movimento, spezzando e distruggendone i corpi, propagando schegge impazzate su tutta la superfice.
Quest’ultima fatica raccoglie appieno le ultime direzioni stilistiche intraprese da DALeast. In particolare l’artista continua a sperimentare attraverso l’uso di tonalità differenti ed al tempo stesso proporre non più unicamente corpi naturali. Stiamo assistendo alla comparsa di forme e figure differenti, in certi casi più complesse, tratteggiate sempre attraverso l’iconico stile dell’autore, ma cadenzate da un impulso tematico certamente più introspettivo e personale.
Qui la sua ultima fatica, una gigantesca onda blu, sospesa, potente ed energica, che si erge su tutta la superfice a disposizione. Splendida.
Null’altro da aggiungere, ad accompagnare il nostro testo un bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima e bella fatica, dateci un occhiata e se vi siete persi qualcosa, nella nostra sezione, potete trovare tutti i precedenti interventi fin qui visti.

Pics by Jarrad Seng and Jeremy Storey

DALeast for PUBLIC 2015 in Perth

Giro finale all’eccellente FORM Public Art Project di Perth in Australia, tra i nomi di spessore c’è anche DALeast, l’artista cinese con base a Cape Town ha infatti da poco terminato di realizzare questa nuova ed intensa pittura.
Avevamo lasciato il grande artista in India dove si era impegnato in una stupefacente pittura andando ad innescare un profondo dialogo con l’architettura del posto (Covered), ora a distanza di settimane, eccolo tornare in strada andando a dipingere un nuovo intervento che prosegue nel portarne avanti gli stimoli pittorici.
Ci siamo spesso soffermati sul particolare approccio stilistico e visivo delle opere di DALeast, completamente assorti all’interno di un immagianario, dal fortissimo impatto visivo e capace, puntualmente di lasciarci a bocca aperta. Dopo un anno pressoché passato in studio a lavorare all’allestimento della corposa “The Laten Photon”, l’artista sta tornando prepotentemente alla ribalta attraverso nuove ed interessanti novità stilistiche. Le produzioni dell’interprete si sviluppano attraverso una peculiare elaborazione stilistica basata sull’utilizzo della bomboletta, con la quale l’autore da vita agli intensi ed iperrealistici grovigli metallici. Questi danno di fatto, forma e sostanza, divengono corpo vivo degli interventi, tracciando le masse e le immagini dei soggetti e delle forme raffigurate. Strumento di rappresentazione per l’artista, queste intricate matasse vengono commutate per la creazione di soggetti e figure appartenenti (quasi) sempre al mondo animale. Al tempo stesso, l’interprete ha saputo dare una grande profondità espressiva, aggiungendo effetti di luce ed ombra, di tridimensionalità e profondità, attraverso i quali queste figure letteralmente emergono dalla superfice di lavoro.
È però importante sottolineare come l’interprete manipoli l’aspetto intrinseco di queste forme, suggerendo una forte senso di movimento, spezzando e distruggendone i corpi, propagando schegge impazzate su tutta la superfice.
Quest’ultima fatica raccoglie appieno le ultime direzioni stilistiche intraprese da DALeast. In particolare l’artista continua a sperimentare attraverso l’uso di tonalità differenti ed al tempo stesso proporre non più unicamente corpi naturali. Stiamo assistendo alla comparsa di forme e figure differenti, in certi casi più complesse, tratteggiate sempre attraverso l’iconico stile dell’autore, ma cadenzate da un impulso tematico certamente più introspettivo e personale.
Qui la sua ultima fatica, una gigantesca onda blu, sospesa, potente ed energica, che si erge su tutta la superfice a disposizione. Splendida.
Null’altro da aggiungere, ad accompagnare il nostro testo un bella e ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima e bella fatica, dateci un occhiata e se vi siete persi qualcosa, nella nostra sezione, potete trovare tutti i precedenti interventi fin qui visti.

Pics by Jarrad Seng and Jeremy Storey